Home » Italia, News, Regate, Sport » Buona la prima: il circuito sardo J24 è ripartito dalle acque del Golfo di Olbia

Buona la prima: il circuito sardo J24 è ripartito dalle acque del Golfo di Olbia

Il J24 Aria Fondazione di Sardegna si porta al comando dopo la prima giornata

Olbia-E’ finalmente ripresa la stagione agonistica della Flotta sarda J24, il più diffuso monotipo d’altura al mondo. Nelle acque del Golfo di Olbia, infatti, si è corsa la giornata iniziale della prima tappa del Circuito Sardo J24.

“Sono otto le imbarcazioni iscritte ma, per vari motivi, solo cinque sono potute scendere in acqua per darsi battaglia nel campo di regata posto di fronte alla spiaggia di Pittulongu.- ha spiegato il Capo Flotta J24 Marco Frulio e timoniere di Ita 443 Aria Fondazione di Sardegna -Il vento che ha soffiato da ponente con intensità tra i 20 e i 30 nodi, ha messo a dura prova gli equipaggi e testato la resistenza delle attrezzature di bordo tant’è che alcune barche (Molara in tutte le prove, Vigne surrau nella seconda e nella terza, Nord-est nella prima) hanno dovuto lasciare le regate per danni vari.

Quindi, alla fine, ha vinto chi ha fatto meno danni: a primeggiare in classifica è stato Aria-Fondazione di Sardegna, il J24 del circolo organizzatore (la LNI Olbia) che con due secondi posti e una vittoria si è portato di misura davanti a Ita 497 Boomerang di Angelo Usai (6 punti; 3,1,2). Le due imbarcazioni si sono spesso rese protagoniste di duelli ravvicinati e arrivi al fotofinish che, anche se corse da un numero limitato di barche, hanno reso spettacolari le regate.

I due portacolori del Club Nautico Arzachena chiudono, invece, in terza e quarta posizione: Ita 318 Nord-Est, infatti, pur non avendo partecipato alla prima prova è terzo in classifica (15 punti; 9,3,3) seguito da Ita 405 Vigne Surrau, vincitore della regata d’apertura (CN Arzachena 19 punti; 1,9,9).

Per la prossima giornata, in programma il 16 di febbraio, è previsto l’arrivo di altri tre J24 che porteranno a otto il numero totale dei partecipanti. La manifestazione si concluderà il 29 febbraio e il 1 marzo con una serie di mini-regate corse dentro il porto di Olbia. La classifica di queste giornate finali sarà slegata da quella della tappa e potranno partecipare anche J24 che non hanno preso parte alle prime due giornate.

Sarà, inoltre, possibile organizzare la pairing-list in maniera tale che due equipaggi utilizzino la stessa imbarcazione e questo renderà possibile la partecipazione anche ad equipaggi non in possesso di una barca.
Per questo motivo la flotta Sarda dei J24 estende l’invito a tutti i velisti sardi per formare degli equipaggi che vogliano regatare nello specchio acqueo del molo Brin.

Vi aspettiamo per la festa finale della tappa olbiese della flotta Sarda dei J24.”
Di seguito i link dei video prodotti dalla flotta:
https://www.youtube.com/watch?v=CXjKp1lJhjM
https://www.youtube.com/watch?v=1YT4MpjLS0c

Leggi anche:

  1. Riparte la Flotta sarda J24 con la prima tappa del Circuito Zonale 2020 nelle splendide acque del Golfo di Olbia
  2. Ad Olbia la tappa conclusiva del Circuito Nazionale J24
  3. Seconda giornata della terza tappa del Circuito sardo J24
  4. La Flotta sarda J24 impegnata nel Campionato sardo e nel Circuito Zonale
  5. Porto di Olbia: oggi la prima nave da crociera della stagione

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=72453

Scritto da Redazione su feb 3 2020. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab