Home » Italia, News, Regate, Sport » Trofeo #classeJ24dacasa: la voglia di regatare al tempo di Covid 19 senza infrangere le regole

Trofeo #classeJ24dacasa: la voglia di regatare al tempo di Covid 19 senza infrangere le regole

Nasce da un’idea di Lorenzo Errani e Roberto Valzania-Bunny, regatanti della Flotta J24 Romagna, la coinvolgente regata virtuale

Non poteva che nascere dalla vulcanica Flotta J24 della Romagna, l’idea di coinvolgere gli equipaggi in un Campionato Virtuale di vela che, dopo regate combattute e agguerrite in perfetto stile J24,  assegnerà il Trofeo #classeJ24dacasa: Lorenzo Errani e Roberto Valzania hanno, infatti, ideato questa manifestazione alla quale si potrà partecipare rigorosamente da casa e, ovviamente, non con il proprio J24 ma con un cellulare, un tablet o un laptop.

“Come sapete, i romagnoli sono perennemente in azione e questo riposo forzato mal si attaglia alle nostre abitudini- ha spiegato Valzania (Bunny, per tutta la Classe J24) -Per questo motivo, per vincere l’apatia e per strappare un sorriso in un momento di grave emergenza come quello che stiamo vivendo, la Flotta di Romagna ha indetto il primo Campionato J24 di vela virtuale, ribadendo a tutti che si deve restare a casa. E così, un po’ per gioco, un po’ per lo spirito di competizione che ci anima, dal nostro gruppo Whatsapp è nato il Trofeo#classeJ24dacasa.”

“Ieri sera alle 18.30 si è svolta la Practice Race alla quale hanno partecipato 15 “equipaggi” fra i quali un paio “arrivati” dalla Flotta di Roma.- ha proseguito Bunny -La live chat allestita per l’occasione ha permesso di “vivere” le tensioni dei passaggi stretti in boa con tanto di proteste e imprecazioni. Alla fine, è stato proprio un ospite romano, Enjoy2, a ben figurare in questa agguerrita giornata di prova. Oggi, invece, l’appuntamento è alle ore 15 su Virtual Regatta Inshore. Questo pomeriggio, infatti, scenderanno in acqua venti J24 per le qualificazioni che si disputeranno su cinque prove che selezioneranno le dieci barche che domani, domenica, si contenderanno il Trofeo (virtuale).

I concorrenti potranno seguire le regate in diretta con commenti e comunicazioni in conference call sulla piattaforma gratuita JITSI (https://meet.jit.si/J24Romagna). Chi, invece, volesse seguire le nostre regate come pubblico può accedere alla piattaforma Virtual Regatta Inshore, entrare in “corsa personalizzata” e nel nostro Trofeo. Visto l’interesse suscitato, stiamo pensando di ripetere l’iniziativa: chi fosse interessato può contattare il nostro Capo Flotta, Massimo Frigerio.”

Il Trofeo è regolato dalle regole definite in “Le regole della vela” da regata virtuale (VRRS). Registrandosi al gioco Virtual Regata Inshore, per giocare al Trofeo #classeJ24dacasa, i giocatori hanno accettato i termini, le condizioni della regata virtuale, le regole e le condizioni del regolamento. Al momento della registrazione sul gioco “Virtual Regatta Inshore”, i giocatori hanno dovuto registrare i propri dati personali e il nickname boat e, entro giovedì scorso, hanno comunicato via Whatsapp al gruppo J24romagna di essersi iscritti.

La partecipazione alla manifestazione è gratuita e non ci sono limiti di età per l’iscrizione.
Le regate di flotta monotipo si svolgeranno sul gioco “Virtual Regata Inshore” da venerdì 27 marzo a domenica 29  e gli orari sono indicati nelle istruzioni del gioco.

I concorrenti sono stati divisi in due flotte: quella rossa e quella blu.
Alla finale passeranno i primi 5 membri della flotta blu e i primi 5 della rossa, per un totale di 10 regatanti.
Il punteggio delle qualificazioni e della finale verrà calcolato in base alla reg. 90.3. ovvero la somma di tutti i punteggi da essa conseguiti in tutte le prove escludendo la peggiore.

Domani, domenica 29, le migliori dieci barche delle due flotte disputeranno la finale su 7 prove. Il Trofeo #classeJ24dacasa verrà assegnato al primo classificato overall.

Foto: Giovanni Colucci

Leggi anche:

  1. Emergenza COVID-19: procede senza sosta, nei cinque porti del sistema, l’attività di sanificazione e disinfezione di terminal, strutture, banchine, aree portuali e arredi
  2. Caorle e la tradizione della pesca: da antico villaggio di pescatori a borgo marinaro senza tempo
  3. Dopo la tempesta si torna a regatare al Circeo
  4. Tempo di Interlaghi
  5. Giraglia Rolex Cup: Alizée vince in tempo compensato

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=74189

Scritto da Redazione su mar 28 2020. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab