Home » Italia, News, Regate, Sport » La vela offshore riparte da Caorle in direzione di Grado-Porer

La vela offshore riparte da Caorle in direzione di Grado-Porer

La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita: partiti!

 

Caorle-Alle ore 13.00 di venerdì 10 luglio sospinta da un vento di brezza intorno ai sette nodi è partita da Caorle la ventiseiesima edizione de La Duecento, regata offshore organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con il Comune di Caorle e la Darsena dell’Orologio.

Edizione estiva, che verrà ricordata come particolare per tanti aspetti, a cominciare dal briefing, tenuto on line dal Presidente del CdR Tito Morosetti, agli eventi sociali come il Welcome drink Paulaner, inevitabilmente ridotti per le prescrizioni in essere.
Quello che invece è rimasto inalterato è il consueto entusiasmo dei partecipanti, la vicinanza delle istituzioni, la collaborazione di sponsor e partner, la coesione dello staff CNSM, nella comune voglia di vivere il mare e le regate offshore.

Il percorso, accorciato a causa delle previsioni meteo che annunciano per la giornata di domani il passaggio di aria instabile sull’area di regata, con sistemi nuvolosi importanti, intensificazione di pioggia e forti raffiche di vento di bora, vedrà la flotta regatare lungo la rotta Caorle-Grado-Porer e ritorno diretto su Caorle.

La partenza soleggiata con regime di brezza, ha permesso un veloce passaggio al disimpegno della Chiesa della Madonna dell’Angelo.
Nella categoria XTutti, Overwind, Farr30 di Francesco Rigon già vincitore della passata edizione, è stata la prima imbarcazione al cancello, raggiunta dopo poche lunghezze dallo Scuderia 65 Hagar V, imbarcazione nuovissima dell’armatore alto-atesino Gregor Stimpfl coadiuvato da un nutrito team di campioni gardesani, tra i quali Sergio Blosi, Lorenzo Tonini e Silvio Santoni con gli esperti locali Samuele Nicolettis e Nevio Sabadin.
Terzo passaggio assoluto per Seven J Seven di Dario Perin con Andrea Micalli alla tattica, quindi Marinariello di Carlo De Bona, Escandalo M37 di Pennello-Di Blasi con Lorenzo Bodini al timone, Boxx degli sloveni Jadek, in regata familiare.

Il primo passaggio della categoria X2 è stato quello di Demon-X di Nicola Borgatello/Daniele Lombardo, seguito da Gecko di Massimo Juris/Enrico Maccaferri e da Antigua, Pogo650 di un felicissimo Franco Deganutti in coppia con Roberta Fazzanadavanti ai favoriti croati Ivica Kostelic/Petra Kliba sul Diamant650 Libera, in allenamento in vista della campagna olimpica 2024 con il doppio misto offshore.

Al rilevamento tracker delle 18.00 guida la flotta nella categoria XTutti Hagar V e nella X2 Demon-X.
La regata si concluderà domenica 12 luglio, le prime imbarcazioni sono attese al traguardo nella tarda serata di sabato 11 luglio.

La Duecento 2020 del CNSM gode del supporto e della partnership di Comune di Caorle, Darsena dell’Orologio, Viteria 2000, Birra Paulaner, Cantina Colli del Soligo, Wind Design, Sailing Point, Up Wind by Aurora, Dial Bevande, Antal, Astra Yacht, Trim. Sponsor tecnico di entrambe le regate è Vennvind, marchio di abbigliamento tecnico nautico.

Le premiazioni e il Crew Party saranno posticipati a settembre, dopo La Cinquecento Trofeo Pellegrini.

Gli aggiornamenti e i comunicati ufficiali saranno comunicati nel sito cnsm.org e nella Pagina Facebook del Circolo Nautico Porto Santa Margherita.

Leggi anche:

  1. Circolo Nautico Porto Santa Margherita: La vela offshore torna a Caorle con le regate del Circolo Nautico Santa Margherita
  2. Da aprile a ottobre la vela d’altura a Caorle
  3. La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita: Partita da Caorle la 25^ edizione X2 e XTutti
  4. La quinta edizione al via il 6 aprile, prima tappa del Trofeo Caorle X2 XTutti
  5. Circolo Nautico Porto Santa Margherita: regate offshore, derive, Sup a Caorle

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=76976

Scritto da Redazione su lug 10 2020. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab