Home » Italia, News, Regate, Sport » GAETA: ITALIANI ASSOLUTI VELA D’ALTURA ORC – DAY 1

GAETA: ITALIANI ASSOLUTI VELA D’ALTURA ORC – DAY 1

Apertura strepitosa: sole, vento e tre regate per tutti
Le prime classifiche (molto corte) lanciano la corsa ai titoli
Oggi Day 2, regate dalle 13. La conclusione sabato 29

Primo giorno di regate per il Campionato Italiano Assoluto della vela d’Altura ORC 2020 a Gaeta: un battesimo da sogno, con tanto sole, vento da Ovest tra 12 e 15 nodi, campo di regata posizionato al centro del golfo. Condizioni perfette che hanno consentito al Comitato di Regata di dare ben nove partenze: tre regate per ciascuno dei due Gruppi nei quali è divisa la flotta di 57 barche.

Il vento sostenuto ha favorito le barche di maggiori dimensioni, ma le prime classifiche di questo atteso campionato sono molto aperte, a dimostrazione che per emergere in questo tipo di regate conta tutto: la velocità di base, l’affiatamento dell’equipaggio, le intuizioni nelle scelte strategiche. Il Golfo di Gaeta, come previsto, è una palestra ideale per far emergere i valori in mare.

I PRIMI RISULTATI E I PROTAGONISTI

Gruppo A (30 barche tra 11 e 15 metri)
Grande avvio dell’ex campione del mondo ORC, lo Swan 42 Be Wild dell’armatore marchigiano Renzo Grottesi (CV Portocivitanova) con i fedelissimi Luigi Masturzo e Alessio Marinelli: due primi e un quinto posto per mantenere la testa della classifica con 1 solo punto sul secondo, il gemello Swan 42 Selene di Massimo De Campo (YC Lignano), molto regolare (2-2-4) con a bordo, tra gli altri, nomi di spicco come Andrea Trani, Alberto Leghissa e Giovanni Cassinari.

Terzo posto a distacco minimo per un altro Swan 42, Mela di Andrea Rossi (CN Marina di Carrara), un equipaggio tirrenico dopo la doppietta di scafi adriatici: 4-3-2, a 1 punto dal secondo e a 2 punti dalla testa.
Quarto in generale l’Italia 11.98 Sugar 3, dell’armatore estone Ott Kikkas (YC Tallinn) rinforzato con forti velisti italiani come Matteo Ivaldi, Matteo Polli, Paolo Montefusco: 6-9-1 i loro piazzamenti.

Gruppo B (27 barche dalla Classe 3 alla Classe 5, tra 7 e 10 metri)
In testa dopo tre regate dominate (tre primi!) l’Italia 11.98 Scugnizza di Vincenzo De Blasio (CC Napoli), con a bordo Daniele De Tullio e Andrea Ballico. Al secondo posto con tre sontuosi piazzamenti (3-2-3) la più piccola dello stesso cantiere, l’Italia 9.98 Sarchiapone fuoriserie di Gianluigi Dubbini/Pietro Biasi (CV Toscolano Maderno) con a bordo tra gli altri Lorenzo Bodini. Al terzo posto provvisorio alla fine del Day 1 troviamo il Grand Soleil 37B Zigozago di Marco Emili (CN Riva di Traiano), con score in crescita: 11-3-2. A pari punti al quarto posto un altro GS 37B, il Valhalla di Francesco Bruna (CN Marina di Carrara).

L’Italiano di Vela d’Altura 2020 è organizzato dallo Yacht Club Gaeta con la LNI di Gaeta e il Club Nautico Gaeta, e la collaborazione della Base Nautica Flavio Gioia, vero cuore pulsante della nautica gaetana. Gli sponsor dell’evento sono: Base Nautica Flavio Gioia, Musto, Smith, Santi Quaranta, Nautix, Astra, Gli Archi, Nagua, MyMatchRace.

I Tricolori della vela d’Altura proseguono con altri tre giorni di regate: giovedi 27, vemerdi 28 e il gran finale di sabato 29, con la proclamazione dei campioni italiani delle varie categorie.

IL LINK AL TRACKING PER SEGUIRE IL CAMPIONATO:https://www.metasail.it/incoming/153

Leggi anche:

  1. DAL 26 AL 29 AGOSTO A GAETA ITALIANI ASSOLUTI VELA D’ALTURA
  2. Tutto pronto a Gaeta per il Campionato Italiano Assoluto. -7
  3. Farr 40 Gaeta Open Trophy: Enfant Terrible-Minoan Lines a Gaeta ritrova Plenty
  4. LA “COPPA DEI CAMPIONI” APPRODA NEL GOLFO DI GAETA
  5. VELA D’ALTURA : XVI TROFEO PUNTA STENDARDO A GAETA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=78024

Scritto da Redazione su ago 27 2020. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab