Home » Eventi, Italia, Motonautica, News, Sport » Waterfestival Viverone 2020: il 26 e 27 settembre torna il Gran Premio

Waterfestival Viverone 2020: il 26 e 27 settembre torna il Gran Premio

Dopo il successo dell’anno scorso, il Rainbow Team riporta la Manifestazione Sportiva di Motonautica Nazionale e Internazionale sul lago biellese

Il Watefestival di Viverone è sempre più vicino. È tutto pronto per la sesta edizione della manifestazione sportiva che per la seconda volta di fila viene organizzata dal Rainbow Team Association asd, la scuderia di motonautica dell’ex campione mondiale di Motonautica F1 H20 nel 1992 Fabrizio Bocca, presidente dell’associazione e allenatore delle leve giovanili.

Dopo il successo dell’anno scorso del Gran Premio che tornava a sei anni di distanza dall’ultima edizione biellese, reso possibile dalla collaborazione con il Comune di Viverone, la Regione Piemonte, U.I.M. (Union International Motonautique) e FIM (Federazione Italiana Motonautica), il Waterfestival 2020 sarà un’occasione non solo per confermare la presenza del Rainbow Team a livello nazionale e internazionale, ma per riportare turismo e attenzione al territorio biellese utili per la rinascita post-Covid.
Sebbene tutto verrà organizzato secondo le norme anti virus, questo non vieterà di poter non solo assistere alle gare di uno sport che oggi, dopo i successi degli anni ’80, torna in auge, ma permetterà anche di partecipare alle varie iniziative collaterali create apposta per turisti e ospiti.

Vero protagonista del weekend sarà, però, lo sport con il Gran Premio di Motonautica. Memori dei grandi successi che vanno dal 2009 al 2019, le acque del Lago di Viverone si prestano a essere nuovamente terreno di sfida per i drivers impegnati nel Gran Premio di Motonautica per l’assegnazione del titolo Mondiale di Formula 4, del titolo Mondiale di Formula 350 che si disputeranno in prova unica con quattro brevi manches, e della tappa del Campionato Italiano Formula Junior Elite.

«Sarà un evento unico e importante per tutto il Nord d’Italia – dice Fabrizio Bocca –, perché finora è la prima gara confermata». Al Waterfestival di Viverone seguirà una a Baveno, sempre in Piemonte, il weekend successivo, mentre le precedenti a Brindisi e in Calabria per cui anche i ragazzi del Rainbow Team si stavano allenando sono state annullate. È un bel segno di rinascita che arriva proprio dalla regione piemontese, tra le più colpite a livello sanitario durante l’emergenza sanitaria.

«Per noi – continua il presidente Bocca – anche lo sport deve e può ripartire. In più il nostro lo fa con tutte le precauzioni per il Covid: il distanziamento in acqua tra gli atleti è garantito e ognuno di loro è isolato a bordo della propria imbarcazione. Anche sul paddock saranno garantite tutte le misure necessarie. Avremo con noi igienizzanti e mascherine. Gli ospiti, i parenti dei driver che verranno dall’estero e tutti i turisti saranno al sicuro, tutto come indicato nel nuovo protocollo sicurezza della Federazione Italiana Motonautica a seguito delle disposizioni nazionali del CONI. E in più ci divertiremo e porteremo turismo a un luogo che in questo periodo ha tanto patito la crisi portata dalla pandemia. Siamo orgogliosi e lieti che proprio la motonautica possa servire per risollevare il biellese».

Straordinario scenario, unico per bellezza e atmosfera, ideale per ospitare nel suo anfiteatro morenico piloti provenienti da tutto il mondo che si sfideranno in una competizione ricca di adrenalina e all’insegna del divertimento e dello spettacolo a massimi livelli. Anche per questa edizione, il Rainbow Team è onorato di essere stato designato direttamente dalla Federazione Italiana Motonautica F.I.M. come organizzatore ufficiale dell’evento.

Il Rainbow Team è un’associazione sportiva di Casale Monferrato nata nel 1976, con all’attivo due titoli di Campione del Mondo piloti F1 H2O, un titolo di Campione del Mondo F3 H2o, un titolo di Campione Italiano F3 H2o e un titolo di Campione Italiano F2 H2o
Le nostre attività comprendono F1, F2, F4, Formula Junior, Moto d’Acqua e il settore giovanile gestito dalla scuola Federale FIM Fabrizio Bocca Race Academy.

Dal 2010 si apre il settore di organizzazione eventi per le gare di Campionato Mondiale, Europeo e Italiano. Dal 2011 inizia lo sviluppo del settore moto d’acqua, con partecipazione ai Campionati Italiano, Europeo e Mondiale.

Sempre sulle acque di Viverone già a settembre 2010 la scuderia è stata l’organizzatore esclusivo di una data del Campionato Mondiale F2, in cui driver e team provenienti da tutto il mondo si sono sfidati regalando emozioni uniche agli spettatori presenti.

Il Watefestival di Viverone è lieto di annunciare gli eventi collaterali che nel nome di Discovery Viverone & Serra Morenica permetteranno di riscoprire e rivalutare il territorio circostante per tutti gli amanti e non solo dello sport della motonautica. Nel weekend in cui per la sesta edizione della manifestazione si correrà il VI Gran Premio di Motonautica sulle acque del Lago di Viverone, il territorio Biellese si arricchirà di eventi giornalieri e serali per i turisti che vorranno provare i prodotti tipici locali, visitare le cantine e scoprire la cultura del posto.

Oltre alle gare per l’assegnazione del titolo Mondiale di Formula 4, del titolo Mondiale di Formula 350 che si disputeranno in prova unica con quattro brevi manches, e della tappa del Campionato Italiano Formula Junior Elite, dal 25 al 27 settembre quindi il calendario sarà ricco di iniziative.

Come nel 2019, anche quest’anno ci saranno manifestazioni culturali e folkloristiche che permetteranno a turisti amanti della motonautica, e non solo, di godersi due giorni di relax immersi tra la tipica enogastronomia piemontese e le tradizioni del luogo. La promozione turistica del territorio sarà racchiusa nel nome di Discovery Viverone & Serra Morenica, l’insieme di eventi promozionali realizzato in collaborazione con il Comune di Viverone, La Regione Piemonte, i Comuni del Territorio e l’Agenzia di Sviluppo della Serra. Verranno organizzati eventi di intrattenimento turistico e sportivo con itinerari enogastronomici alla scoperta del territorio.

Si comincerà venerdì 25 settembre con la serata inaugurale e l’aperitivo in vigna presso i giardini dell’azienda Cella Grande che si affacciano sul Lago di Viverone. Sabato 26, invece, un ricco programma di appuntamenti partirà dalle ore 10 del mattino con la visita Museo dell’Oro della Bessa, passeggiata nel Parco e dimostrazione di ricerca dell’oro guidata e con traduzione al costo di 10 € (minimo 10 persone).
Al pomeriggio si prosegue alle ore 15 con la visita guidata con traduzione al Castello di Moncrivello (durata circa 60 minuti) a cui si aggiungerà una degustazione di prodotti tipici (costo 10 €). Alle ore 17.30 c’è la visita al Museo a cielo aperto di Maglione e alle ore 19 una visita con degustazione presso la Cantina della Serra (costo 10 €).

Infine, dalle ore 15 sarà possibile trascorrere la serata con i produttori locali che permetteranno di gustare le loro specialità da asporto presso il Lido di Anzasco Piverone. Si continuerà fino a sera con uno spettacolo pirotecnico proprio sulle rive del Lido del Comune.

Anche il secondo e ultimo giorno di gare non sarà privo di iniziative collaterali. Domenica 27 settembre alle ore 9.30 è prevista una visita al sito Unesco Città d’Ivrea (durata circa 60 minuti guidata con traduzione al costo di 10 €, minimo 30 persone).
Alle ore 11 si continua con una visita ai Balmetti di Borgofranco con degustazione dei prodotti tipici (costo 10 €). È previsto il trasferimento con autopullman, compreso nel pacchetto. Le escursioni si possono svolgere anche singolarmente previa prenotazione.

Sarà anche possibile effettuare visite al circuito delle Chiese Romaniche, al circuito delle cantine con degustazione dei prodotti e possibilità di acquisto, al museo civico Pier Alessandro Garda di Ivrea e al Festival dell’Architettura di Ivrea dedicato ad Adriano Olivetti, nativo del Comune biellese.
Sempre domenica 27 settembre, inoltre, sarà anche la giornata nazionale del veicolo. Per celebrarla dalle ore 10 alle 18 presso il Parco Dora Baltea di Ivrea ci sarà un’esposizione statica di autovetture storiche di prestigio.

Di seguito l’elenco completo dei piloti in gara

Sono 15 i driver che correranno per l’assegnazione del titolo Mondiale di Formula 4, nonostante il ritiro all’ultimo del finlandese Tuukka Lehtonen, che l’anno scorso proprio a Viverone si è conquistato il titolo di campione del mondo. In gara c’è però il suo connazionale Alec Weckstrom, figlio del famoso atleta Michael Weckstrom: un nuovo talento che ha iniziato a correre l’anno scorso e doveva partecipare al Waterfestival 2019, ma era stato squalificato.

C’è il Alexander Lindholm, al terzo posto al Waterfestival Viverone 2019, e Totti Kemppainen. E poi una new entry, sempre dalla Finlandia, il driver Roope Virtanen. Torna il lettone Nikita Lijcs, che l’hanno scorso ha vinto il V Gran Premio sempre in gara in Formula 4. New entry dall’Inghilterra, invece, sono Jonathan Brewer e Harvey Smith.

Ci sono poi il tedesco Philipp Franz, che ha esordito proprio l’anno scorso in una gara di Mondiale Formula 4 partecipando al Waterfestival Viverone 2019 e il lituano Paulius Stainys, anche loro già presenti l’anno scorso.
Sempre dalla Germania arrivano anche i piloti Leon Faßbender e Dietmar Kaiser. Non mancano anche le donne, con le due iscritte, la tedesca Laura Morgenstern e la svedese Mathilda Wiberg, una novità rispetto alle gare di Formula 4 dell’anno scorso tutte al maschile.

Infine, l’italiano Luca Finotti e il più giovane di tutti, Oleg Bocca, figlio dell’allenatore ed ex campione del mondo Fabrizio Bocca, che è anche team principal del Rainbow Team e organizzatore del Waterfestival Viverone 2020: per lui è il primo debutto in Formula 4, in casa.

Oltre al Mondiale di F4, nel weekend si disputeranno anche le gare per l’assegnazione del titolo Mondiale di Formula 350 in prova unica con quattro brevi manches e la tappa del Campionato Italiano Formula Junior Elite. Cinque sono gli iscritti di Formula 350: il tedesco Steffen Tempelhahn, ben tre italiani, Claudio Fanzini, Alessandro Cremona e Massimiliano Cremona e la new entry David Loukotka, che arriva dalla Repubblica Ceca e torna in gara proprio al Waterfestival dopo il suo infortunio alla schiena: un problema di salute non indifferente per un driver che deve correre stando sdraiato sulla barca. Per lui questo weekend sarà un’occasione per rinascere.

Dei 22 driver di Formula Junior Elite sono ben sei le leve del Rainbow Team: il terzo posto del Campionato Italiano 2019, Oleg Bocca, figlio dell’allenatore e campione del mondo Fabrizio, Ettore Bo, Giulio Rimondotto, Giovanni Merlo, Federico Temporin e Clement Kalondero.

A completare le iscrizioni della categoria giovani ci sono:

Christian Spatola – A.S.D. POLISPORTIVA ARGO
Biagio Capuano – A.S.D. AMMUINA
Federico Oldanini – C&B RACING TEAM A.S.D.
Anja Regonelli – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Mauro Cavalloni – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Leonardo Pascali – YACHT CLUB COMO MILA CVC
Andrea Cavalloni – SSD CLUB NAUT.GABBIANE
Guglielmo Martinelli SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Stefano Garofalo – MARECAMP
Alberto Pistorio – MARECAMP
Antonio Carannante – ASD OLIMPIA MONTE DI PROCIDA
Antonio Friscuolo – A.S.D. ONDA
Stefano Genova – A.S.D. MISENUM
Giuseppe Carannante – ASD OLIMPIA MONTE DI PROCIDA
Mattia Andreani – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Michele Ferrara – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE

Antonio D’Angelo – CAST SUB ROMA 2000 ASD

In allegato gli orari delle gare nel dettaglio. Rainbow Team si impegna a rispettare tutte le norme anti-Covid previste dai protocolli sanitari che alleghiamo con comunicazione ufficiale della Federazione Italiana Motonautica.

PROTOCOLLO GARE FIM IN STRETTO RIFERIMENTO ALL’AREA RISERVATA ALLA MANIFESTAZIONE MOTONAUTICA

Ingresso all’area della manifestazione
L’Area della manifestazione deve essere recintata a carico del COL con transenne o con nastri bicolore che evidenzino le aree riservate ai soli autorizzati in possesso di PASS. L’area della manifestazione deve prevedere un punto di entrata e un punto di uscita adeguatamente distanziati, presidiati da almeno due persone messe a disposizione dal COL, con il compito di registrare il nominativo di ogni persona in ingresso, preceduto da controllo della temperatura (che non deve superare i 37,5°). L’ingresso all’area della manifestazione sarà consentito, con registrazione, alle persone appartenenti ad ogni team, o autorizzate dalla FIM, dal COL e/o dal Promoter. Oltre al personale addetto alla verifica dei varchi di entrata e uscita, a carico del COL sarà anche l’individuazione di un numero sufficiente di persone, coordinate da un Responsabile, che garantiscano l’osservanza della normativa ordinaria anti-contagio (divieto di assembramento, uso della mascherina e/o altri dispositivi in vigore al momento della manifestazione).

Arrivo dei team su campo gara e iscrizioni
L’arrivo dei team sul campo gara prima dell’apertura delle verifiche amministrative/tecniche, consiste nel mero posizionamento del mezzo nell’area dry pit. L’arrivo dei teams sul campo gara a partire dal momento di apertura delle verifiche amministrative/tecniche consiste nel posizionamento del mezzo nell’area dry pit e nell’immediata iscrizione alla gara con compilazione della modulistica di routine e della modulistica specifica anti-contagio. Prima della manifestazione, l’elenco dei componenti del team (nome, cognome data di nascita, fino ad un numero massimo di 5 persone), deve essere inviato alla FIM. Il team in arrivo non potrà avere contatti ravvicinati con membri di altri team senza indossare i previsti dispositivi sanitari (mascherina) o quanto previsto da Decreti Nazionali e Regionali al momento della manifestazione.

A conclusione delle verifiche amministrative/tecniche, a tutti i componenti dei teams, sarà consegnato un PASS (braccialetto). Fino alla consegna del Pass ogni movimento all’interno dell’area della manifestazione dovrà essere effettuato solo se strettamente necessario. I movimenti in entrata e uscita dall’area riservata saranno in ogni caso da limitare al massimo per tutta la durata della manifestazione.

Briefing
Il Briefing, riservato ai soli piloti, si dovrà svolgere nel rispetto della normativa ordinaria anti-contagio in vigore, non essendo presenti, nella fattispecie, peculiarità di natura sanitaria derivanti dallo svolgimento di manifestazione sportiva motonautica.

Alaggio e varo
Le operazioni di alaggio e varo, riservate ai piloti ed ai componenti del Team per un numero massimo di due, si
dovranno svolgere nel rispetto della normativa ordinaria anti-contagio in vigore, non essendo presenti, nella
fattispecie, peculiarità di natura sanitaria derivanti dallo svolgimento di manifestazione sportiva motonautica.

Durante le prove e gare
Su tutto il campo gara dovrà essere predisposta, a carico del COL, apposita cartellonistica che evidenzi le principali indicazioni per le norme di Legge anti-contagio. All’interno dell’area riservata, nei pressi della zona sanitaria, ovvero quella dove sono posizionate le ambulanze, dovrà essere predisposto a carico del COL, un punto di isolamento (es: tenda o gazebo) per eventuali persone che presentino sintomi Covid19 dopo l’ingresso.
Premiazione

Lo svolgimento della Premiazione, senza pubblico , sarà consentito per posizione di arrivo evitando il podio completo e fermo restando il rispetto della normativa ordinaria sul distanziamento sanitario. Cene o eventi ai quali possono partecipare soggetti appartenenti a team diversi, non sono consentiti nell’area riservata alla manifestazione.

Leggi anche:

  1. Nuove iscrizioni al Waterfestival Viverone 2020
  2. Nuove iscrizioni al Waterfestival Viverone 2020
  3. Waterfestival Viverone 2020: arrivano le prime iscrizioni
  4. Waterfestival Viverone 2020: il 26 e 27 settembre torna il Gran Premio
  5. Water Festival Viverone 2019: il 7-8 settembre torna il Gran Premio

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=79096

Scritto da Redazione su set 25 2020. Archiviato come Eventi, Italia, Motonautica, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab