Home » Altro, Ambiente, Cultura, Eventi, Italia, Nautica, News, Regate, Sport, Turismo » 2020 Foiling Week Garda

2020 Foiling Week Garda

Sole, vento, sport. Ma anche scienza, tecnologia, nuove esperienze e nuovi modi per stare insieme: questo è Foiling Week. Nell’unica edizione nell’anno della pandemia, sul lago di Garda dal 17 al 20 settembre 2020 il distanziamento fisico non ha frenato la voglia di competere, di divertirsi e di imparare.

Le regate
Il livello agonistico delle regate è come sempre altissimo: perché Foiling Week, in fondo, è il momento di relax e di confronto in cui velisti e tecnici dei maggiori circuiti internazionali si ritrovano per giocare insieme. E l’aspetto competitivo – pur sempre centrale – passa in secondo piano perché l’atmosfera amichevole di questo ormai tradizionale raduno dei geek della vela richiama sempre anche principianti e appassionati, ansiosi non solo di misurarsi ma anche di scambiare informazioni, discutere soluzioni e magari strappare segreti ai grandi campioni.

Nell’edizione 2020 Foiling Week Garda un meteo un po’ più dispettoso del solito per l’Alto Garda ha dispensato venti leggeri e anche qualche ora di bonaccia, ma se da un lato soprattutto nei primi due giorni si è dovuto rinunciare a qualche evoluzione acrobatica, dall’altro si sono aperte nuove opportunità per gli equipaggi meno esperti o meno pesanti: dopo il secondo giorno di regate, la differenza di livello e la irregolarità del vento hanno convinto il comitato di regata della Fraglia Vela Malcesine a esporre in partenza la bandiera Uniform, che riporta ordine nella flotta penalizzando i più esuberanti o inesperti e dissuadendoli dal partire in anticipo.

E così sì è potuta anche avere qualche sorpresa in classifica.
Nei Moth  nelle parti alte si sono avvicendati il tedesco Mage, il britannico Bridle e lo spagnolo Botin, finché il “local” gardesano Carlo de Paoli ne ha conquistato la vetta.
Nella classe Waszp il quindicenne Richard Schultheis, from Malta, appena sbarcato dagli Optimist, ha superato il più anziano (ma solo relativamente) Emanuele Savoini, terzo posto per Francesco Bertone.
Prima posizione femminile per Victoria Schultheis

Nessuna sorpresa in classifica invece per i Wing Foil, ospitati dal Kite Club Malcesine, dominati dal fuoriclasse svizzero Balz Müller che ha anche deliziato il pubblico con le sue evoluzioni freestyle e la sua simpatia.

Una riconferma anche nei Persico 69F, la cui regata costituiva la seconda tappa del circuito, vinta dal Kingdom Team Netherlands che già si era aggiudicato la tappa precedente.

Tra i catamarani volanti, nelle acque di Arco, si sono imposti gli svizzeri Lauber e Aubord su Flying Phantom, per i multiscafi singoli Reiner Bohrer su Classe A e Alessandro Caldari su S9.

Infine, ma non per importanza, il match race organizzato con World Match Racing Tour e disputato su due 10 FT Pocket Foiler dalla squadra agonistica del Lago Santacroce: una bella formula agonistica e didattica che appassiona i più giovani e che in questa edizione ha potuto contare su un giudice di eccezione, l’International umpire Miguel Allen. Per queste piccole barche la gara è stata impegnativa e i ragazzi, entusiasti e agguerritissimi, hanno combattuto contemporaneamente l’uno contro l’altro ma anche contro la fatica e contro la forza di gravità. Su tutti l’ha spuntata la più tenace, Vittoria Caputo che tra un volo e l’altro ha trovato anche le energie per buttarsi in acqua in aiuto di un avversario scuffiato.
Le classifiche Sul sito foilingweek.com: http://www.foilingweek.com/2020/09/29/foiling-week-2020-results/

Foil in movimento
Se i piccoli e imprendibili Moth e Waszp sono ormai una certezza nel movimento foiling, grande interesse suscitano nell’edizione 2020 Foiling Week Garda le barche più grandi su cui si concentra in questo momento la ricerca internazionale, ben rappresentate dai Persico 69F.

Tra le barche in demo, oltre al 10′ Pocket Foiler utilizzato per il match race, anche il monotipo francese One Fly che ha navigato accompagnando tutte le regate ben misurandosi con le altre vele single handed.

Un nuovo protagonista si è aggiunto alla flotta volante della 2020 Foiling Week Garda, che ha ospitato la seconda tappa del Wing Foil Tour, manifestazione che porta in giro per l’Italia i nuovi fortunati giocattoli per surfisti: con i piedi su una tavola da hydrofoil e le mani al boma di un’ala gonfiabile, si vola e si compiono evoluzioni acrobatiche con la maneggevolezza di un windsurf e la velocità di un kite.
Malgrado il numero esiguo di partecipanti dovuto alla novità del mezzo e alla difficoltà di spostamenti di persone e materiali causa Covid, la tappa ha visto partecipanti di più nazioni, giovanissimi e meno giovani ma tutti decisamente motivati, misurarsi sia in regata sia in freestyle. Un buon inizio per una attività che si propone come una nuova sfida contro l’attrito e la lentezza: divertente, accessibile e alla portata di tutti.

Le prove
Alla portata proprio di tutti sono le attivitù su foil: e chi non ci credeva ha potuto toccare con mano. Complice un settembre tiepido e un vento disponibile ad adattarsi a tutte le esigenze, anche curiosi e principianti giovani e vecchi hanno potuto provare a volare durante la 2020 Foiling Week Garda.

C’era un Foiling Optimist per i più piccoli: ma non credeteci, la barca è un Moth travestito da Optimist e i bimbi che ci salgono sono ironmen travestiti da bambini
C’era il Waszp fornito da Europa Sail che si poteva provare con un casco microfonato per essere seguiti e consigliati in ogni manovra.
Per i più timidi o i più conservatori (ma con la schiena a posto, il peso qui non perdona) c’era il Laser con il kit FOILSZ by Waszp
C’era il foil windsurf messo a disposizione dall’Andrew Simpson Water Sports Center, così come l’RS Aero foiling con assistenza di un coach specializzato.

Per chi volesse accompagnare i velisti e inseguire i kiters c’era da provare il rib alimentato elettricamente da Torqueedo

Infine, a regatanti e pro era offerto il test di MAX, lo strumento satellitare dell’olandese Sailmon con l’indicazione della distanza dalla linea di partenza, per affinare la messa a punto della barca, allenarsi su tutte le andature e le manovre, e ovviamente per vincere.

Gurit Forum
Gurit Forum, ormai tradizionale incontro che in occasione della Foiling Week permette a ricercatori, studenti e produttori – oltre ai velisti professionisti e agli appassionati – di fare il punto sul progredire delle tecniche e delle tecnologie di navigazione 3.0, ben lungi dal restringere i propri orizzonti a causa dell’emergenza sanitaria, ha anzi aperto le porte al confronto a distanza: tutti gli incontri sono stati trasmessi online e restano visibili. L’elenco di tutti gli incontri con la possibilità di rivederli è sul sito foilingweek.com (http://www.foilingweek.com/?p=6814), sulla pagina Facebook di Foiling Week e sul canale Youtube, a disposizione di chi vorrà ancora confrontarsi su questi temi affascinanti.
La formula online ha inoltre permesso la partecipazione da remoto di protagonisti del calibro di Blair Tuke, Dan Bernasconi, Ian Percy, Robby Naish, Mani Frers, Guillame Verdier, Juan K. e tanti altri.

Padroni di casa e moderatori degli incontri: Chris Museler con Bruno Giuntoli, Andrew Pindar e Laura Marimon.
https://www.foilingweek.com/pages/twenty20/2020-foiling-week-garda/gurit-forum/

SuMoth
Il Foiling SuMoth Challenge, i design contest organizzato da Foiling Week l’anno scorso, ha avuto un momento importante anche durante la Foiling Week Garda 2020, questa volta in modalità  virtuale.
Mentre la maggior parte della progettazione SuMoth dei team era stata completata per competere al SuMoth Challenge 2020, il processo di produzione è stato interrotto dal blocco COVID delle università.

Insieme a 11HRracing , partner principale del SuMoth Challenge, è stata effettuata una valutazione di sostenibilità intermedia (https://youtu.be/phuRd3KTMZ8). La giuria, composta da esperti di sostenibilità come Jill Savery, Amy Munro e Michel Marie, ha consegnato i risultati con un primo posto al Team Rafale ETS di Montreal, Canada, un secondo posto al PoliMi Sailing Team, del Politecnico di Milano, Italia e un terzo posto al PoliTo Sailing Team, del Politecnico di Torino, Italia.
Le fasi di valutazione tecnica e sportiva del Sumoth Challenge si svolgeranno durante la Foiling Week 2021, dal 1 al 4 Luglio a Malcesine

#sail4chico
Sailing Week Garda 2020 è stata anche l’occasione per mandare un messaggio collettivo a Chico Forti, che di questa zona è originario, e alla sua famiglia. Il windsurfer italiano, noto e attivo negli anni Ottanta, è detenuto da 21 anni in un carcere della Florida con una condanna per omicidio le cui circostanze hanno sollevato diversi dubbi: Chico si è sempre professato innocente e ha più volte chiesto la riapertura del caso. La sua famiglia con l’instancabile zio Gianni e gli amici chiedono da anni che il governo italiano muova le proprie leve diplomatiche per fare chiarezza sulla vicenda o quantomeno per riportare Chico, ormai sessantunenne, in Italia in modo che possa scontare la pena vicino ai propri cari. I velisti e surfisti impegnati nella Foiling Week hanno dimostrato la propria solidarietà e sensibilità unendo le mani in un gesto e in un hashtag, #sail4chico.

Prossimi appuntamenti
All’inizio del prossimo anno si terranno come di consuetudine i Foiling Awards giunti ormai alla quinta edizione. Un’importante novità sarà invece rappresentata dalla prima edizione della Foiling Hall of Fame, riconoscendo ai “pionieri” di aver contribuito indelebilmente alla storia del foiling con la loro carriera professionale e sportiva.

Leggi anche:

  1. Foiling Week #Saili4Chico dal 17 al 20 settembre a Malcesine e ad Arco
  2. 38° Meeting del Garda Optimist: Poco più di dieci giorni al via dell’edizione 2020
  3. La quarta edizione dei Foiling Week Awards 2019
  4. Politecnico di Milano: “FOILING the FUTURE” una giornata di approfondimento e dibattito sulle evoluzioni dei sistemi foilanti
  5. AL LAVORO PER LA FOILING WEEK 2015

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=79257

Scritto da Redazione su set 30 2020. Archiviato come Altro, Ambiente, Cultura, Eventi, Italia, Nautica, News, Regate, Sport, Turismo. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab