Home » News, Regate, Sport » Anywave Safilens secondo alla Venice Hospitality Challenge e quinto overall alla Veleziana

Anywave Safilens secondo alla Venice Hospitality Challenge e quinto overall alla Veleziana

Ottimi risultati nelle regate lagunari per il team guidato da Alberto Leghissa

Il week end veneziano ha regalato due risultati prestigiosi al Frers 63 Anywave Safilens.
Sabato 17 ottobre il team capitanato da Alberto Leghissa con Mauro Pelaschier co-skipper e tattico ha segnato il passo alla Venice Hospitality Challenge, dominata da venti leggeri. Quindici Maxi Yachts, abbinati ad altrettanti luxury hotel veneziani, si sono sfidati lungo il percorso dalla stazione marittima fino a Sant’Elena, passando per Piazza San Marco.
Anywave Safilens abbinato al Belmond Hotel Cipriani ha scelto la partenza al pin, riuscendo fin dalle prime battute a lasciare dietro di sé scafi più grandi, mettendo in campo esperienza e determinazione.
Il team ha concluso la prova terzo assoluto al traguardo di Sant’Elena, che gli è valso il secondo gradino del podio in classe A.

Domenica 18 ottobre la sfida si è ripetuta, questa volta con ben 190 imbarcazioni al via della Veleziana. Fin dallo start con 6-7 nodi di vento da nord-est, Anywave Safilens si è posizionato tra i leader della flotta, sempre a poche lunghezze da scafi molto più grandi lungo tutto il percorso dal Lido a San Marco, con stop tra San Giorgio e la Chiesa di Santa Maria della Pietà.
Anywave Safilens, la più piccola imbarcazione tra i 10 Super Maxi in regata, è riuscita a tagliare il traguardo quinta overall davanti ad avversari più grandi e una flotta agguerrita e numerosa, grazie anche a due buone scelte tattiche di Mauro Pelaschier che ha chiamato la virata in momenti strategici, permettendo al team di mantenere la posizione fino allo stop.

Il bilancio di questa stagione -in cui le possibilità di misurarsi in acqua sono state poche- è positiva per Anywave Safilens, che ha dimostrato di essere un’imbarcazione competitiva, veloce, agile nelle manovre. Le regate disputate fin qui hanno consentito al team di consolidare la preparazione e l’affiatamento a bordo, in vista della prossima stagione.

“Le regate di Venezia chiudono da sempre la nostra stagione, quest’anno a causa delle difficoltà legate all’emergenza Covid-19 siamo particolarmente felici di esserci stati e dei risultati che non sono mancati. Sono molto contento della barca che si è dimostrata veloce e dell’equipaggio, che ha dato il massimo. Il nostro è un gruppo che naviga insieme da molti anni e siamo cresciuti nelle ultime stagioni, grazie anche all’inserimento nel team di Mauro Pelaschier, un grande amico e un grande skipper che ha portato competenza ed esperienza, ci auguriamo che sarà a bordo con noi anche il prossimo anno.” dichiara Alberto Leghissa “La stagione per noi ha avuto una valenza particolare anche per il progetto R.Eco, che è diventato concreto grazie a Barcolana, Federazione Italiana Vela ed Uvai che hanno creduto in noi e ci hanno aiutato a diffonderne i principi. Siamo già al lavoro per la stagione 2021 sia nella messa a punto del calendario di regate a cui non mancheremo -emergenza permettendo- sia nello sviluppo del R.Eco, che vogliamo esportare fuori dal nostro Golfo di Trieste, facendo in modo che diventi una best practice comune a tutte le realtà del territorio.” Conclude Leghissa.

Il team a bordo di Anywave Safilens per le regate veneziane era composto da Alberto Leghissa timoniere, Mauro Pelaschier tattico e co-skipper, Alessandro Alberti navigatore, Luca Lorenzoni e Luca Farosich tailer, Massimiliano Zanolla albero, Giovanni Battista “Tita” Ballico e Sergio Michieli alle drizze, Marco Romano trimmer, Daniele Bazzocchi e Marino Farosich grinder, Sergio D’Amato randa, Matteo Bonin randa e strategia, Ugo Guarnieri alle volanti insieme a Gino Becevello, che è anche R.Eco di bordo.

I prossimi appuntamenti agonistici di stagione vedranno il Todd 33 Anywave Junior al via domenica 25 ottobre al recupero della regata costiera Due Castelli a Sistiana e il 7-8 novembre con la Regata dei Due Golfi a Lignano, sotto la guida di Giulia Leghissa, timoniere e R.Eco di bordo.

La stagione sportiva di Anywave Safilens è sostenuta dal Main Sponsor Safilens, dagli Sponsor Gesteco, Scania Leiballi&Cozzuol, Gianesini Erminio, Audio Pro, Acqua San Benedetto, Belmond Hotel Cipriani – Venezia e dai Technical Partner Vennvind, Cantieri Navali San Rocco, Marlin Yacht Paints e Baita Salez.
Anywave Safilens sostiene le charity DinAmici “Insieme per il volontariato” e InterSos, la più grande organizzazione umanitaria italiana in prima linea per portare aiuto nelle emergenze alle persone vittime di guerre, violenze e disastri naturali.
La stagione sportiva di Anywave Junior è sostenuta dagli Sponsor ZKB Credito Cooperativo del Carso, Percorso Sicurezza, CMG Costruzioni Manutenzioni Generali, Tabacchi Mondo e Autotrasporti Farosich.

Anywave promuove “Occhio al mare”, l’APP lanciata dalla Divisione Vela di Marevivo. Uno strumento di semplice utilizzo che consentirà a tutti i cittadini di osservare e foto-identificare specie marine, ma anche i rifiuti, soprattutto plastica, che inquinano e deturpano i nostri mari.  I dati raccolti correttamente saranno elaborati da Marevivo e consegnati ad organismi nazionali e internazionali andando così ad integrare le conoscenze su questi argomenti e a sostenere specifiche misure di conservazione delle specie.

Leggi anche:

  1. Anywave Safilens: prua verso la Barcolana
  2. SAFILENS E ANYWAVE SI PREPARANO ALLA 50^ EDIZIONE DELLA BARCOLANA
  3. SAFILENS E ANYWAVE: INAUGURATA LA STAGIONE AGONISTICA 2018
  4. TEAM SAFILENS – ANYWAVE: SI CHIUDE CON UN TERZO POSTO ALLA VELEZIANA LA STAGIONE 2017
  5. TEAM SAFILENS – ANYWAVE: OTTIMO RISULTATO ALLA 49^ EDIZIONE DELLA BARCOLANA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=80044

Scritto da Redazione su ott 18 2020. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab