Home » Italia, News, Regate, Sport » Venice Hospitality Challenge: Pendragon e il Lightbay Sailing Team debuttano con un successo

Venice Hospitality Challenge: Pendragon e il Lightbay Sailing Team debuttano con un successo

Venezia- Prima uscita a bordo di Pendragon-Palazzo Bauer e il Lightbay Sailing Team si cava subito una bella soddisfazione conquistando la vittoria di classe nella settima edizione della Venice Hospitality Challenge. Organizzata dallo Yacht Club Venezia, la regata ha visto quindici Maxi competere su un percorso che, dalla Stazione Marittima di Venezia, ha portato la flotta verso la Scuola Navale Militare Francesco Morosini. Leggerissima la brezza che, a parte qualche refolo più consistente, ha raramente superato i 4 nodi, mentre a favore degli equipaggi ha lavorato una corrente in uscita piuttosto forte.

Pendragon-Palazzo Bauer, guidato in modo impeccabile dal tattico Lorenzo Bodini, ha impressionato sin dalla partenza, scappando a centro linea grazia a un ottimo time on distance. Preso il comando della regata, il Lightbay Sailing Team ha subito l’attacco di Portopiccolo Prosecco DOC-Hilton Molino Stucky, scafo incluso nella classe riservata alle barche più grandi, che ha trovato la raffica giusta lungo la riva sinistra del Canale della Giudecca mettendo la prua davanti.

I due equipaggi sono stati i primi a raggiungere la boa di Punta della Dogana da dove, sfruttando un piccolo rinforzo della brezza, sono transitati davanti a Piazza San Marco con un consistente vantaggio rispetto al resto della flotta, margine poi mantenuto fin sulla linea di arrivo dove tanto Pendragon-Palazzo Bauer, quanto Portopiccolo Prosecco DOC-Hilton Molino Stucky si sono imposti nei rispettivi gruppi.

“Modo migliore per iniziare il nostro percorso a bordo di Pendragon non poteva esserci: per quanto lenta, la regata è stata molto tattica e Lorenzo Bodini ci ha dato quel quid in più: il primo quarto d’ora di regata è stato molto complicato, vuoi per gli spazi stretti, vuoi per il connubio vento legger-corrente forte e trovare il modo di scappare da quella situazione non era cosa facile – ha commentato Carlo Alberini, visibilmente soddisfatto – Ci tengo a ringraziare tutto l’equipaggio, che ha lavorato con grande dedizione non solo oggi, ma sin dalle prime uscite di allenamento, e quanti, a vario titolo, fanno parte di questo progetto. Non va poi dimenticato che nel corso della regata abbiamo rappresentato Palazzo Bauer: aver condiviso con il management di questo bellissimo hotel la gioia della vittoria è stato senza dubbio un valore aggiunto”.

“Sono davvero molto felice di come abbiamo regatato: le condizioni non erano certo adatte alle caratteristiche della nostra barca, ma siamo stati molto bravi a non perdere quel po’ di abbrivio che eravamo riusciti a costruire in partenza – ha aggiunto Lorenzo Bodini, tattico del Lightbay Sailing Team – Conoscere bene le caratteristiche di Pendragon si è rivelato determinante per uscire almeno da un paio di situazioni davvero complicate”.

Pendragon e il Lightbay Sailing Team, Il Vento della Sostenibilità si prendono ora una notte di riposo prima di tornare tra le boe: occasione sarà la Veleziana, in programma domani a partire dalle 10.30. Al via sono attese centonovanta imbarcazioni.

Oltre a Carlo Alberini e Lorenzo Bodini, a bordo di Pendragon-Lightbay Sailing Team regatano il già campione del mondo 470 Andrea Trani, il comandante Francesco Agostini e velisti come Santino Brizzi, Marco Furlan, Ettore Mazza, Alesssandro Santangelo, Marco Burello e Lorenzo Sabatini.

Supportano la stagione del Lightbay Sailing Team i partner BPSEC Srl, Calvi Network, Titanium International Group, Iconsulting, Petrol Lavori, Officine Belletti, Palazzo Bauer, 23° Eyewear, Barbato Design Studio e Armare.

Leggi anche:

  1. Pendragon e il Lightbay Sailing Team al via della Trieste-Venezia
  2. Pendragon e il Lightbay Sailing Team tra i protagonisti della 52ma Barcolana
  3. Pendragon e il Lightbay Sailing Team ad Ancona per la Regata del Conero
  4. Pendragon e il Lightbay Sailing Team sono in navigazione verso Ancona
  5. Il Lightbay Sailing Team sceglie Pendragon e trasforma vent’anni di esperienza sui campi di regata in progetti aziendali

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=80031

Scritto da Redazione su ott 18 2020. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab