peyrani
Home » Legislazione, Trasporti » Io, Armatore, noleggio il mio yacht a me stesso…

Io, Armatore, noleggio il mio yacht a me stesso…

È una norma che è stata introdotta nel decreto “Sviluppo”; norma che semplifica solo amministrativamente il concetto di attività di noleggio per navi da diporto (quelle over 24 metri che in Italia  sono 200). Già si parla di “Norma Briatore”. Se ricordate, Briatore aveva creato una società di leasing che aveva noleggiato a sé stesso l’imbarcazione per tutto l’anno. Ed allora, oggi si può noleggiare lo yacht a se stessi, beneficiando di maxi-sconti (fiscali) per carburante, champagne o vasca idromassaggio; purché il prezzo dell’affitto (noleggio) sia a prezzo di mercato. E’ doveroso sottolineare, che, nel mese scorso, vi era stata la sentenza della Commissione Tributaria Regionale, favorevole al proprietario “occulto” di una barca identificato dalla Finanza e dall’Agenzia delle Entrate. E’ il caso del “My Limoncello”, un 34 metri cui furono messi i sigilli nel dicembre di due anni fa a Malta, su ordine del sostituto procuratore genovese Walter Cotugno. Questo yacht era usato, in esclusiva, da un ex diplomatico americano, che finì iscritto sul registro degli indagati, e preso a noleggio da una società di chartering. Il meccanismo: si intesta la propria imbarcazione a un’azienda di comodo e poi la si noleggia a se stessi. Quali i vantaggi? Le imbarcazioni a nolo o “in affitto” godono della possibilità di essere alimentati da gasolio acquistato senza accise e Iva (a circa la metà del prezzo); il prezzo per l’eventuale acquisto dello scafo si può ammortizzare nel corso del tempo come bene strumentale, insieme ai costi per il mantenimento dell’imbarcazione, molto alti in altri casi; l’Iva totale è agevolata e detraibile nel gioco dei crediti-debiti con le casse dello Stato. E’ chiaro, che in queste situazioni, magistrati e finanzieri sono convinti che vengono sottratti alle casse pubbliche milioni di euro. Infatti, durante la campagna di controllo finanziario/amministrativa del 2009 , sono stati controllati oltre 5oo yacht di cui 100 sanzionati. Però, oggi, dice la Commissione si può costituire una società “unipersonale” avente per oggetto sociale il noleggio di imbarcazioni.

Abele carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Yacht in transito nelle acque dei pirati
  2. Cnr: nel 2012 pronto mega yacht da 90 milioni d euro
  3. Yacht a propulsione solare: we can
  4. Trieste Yacht Show: la prima edizione al via il 24 marzo
  5. Abbiamo visitato per voi Greenwich Yacht Club

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=833

Scritto da Abele Carruezzo su mag 10 2011. Archiviato come Legislazione, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab