Home » News, Trasporti » Porto di Olbia: manifestazione per il caro traghetti

Porto di Olbia: manifestazione per il caro traghetti

Nel porto dell’Isola Bianca di Olbia sono centinaia gli autotrasportatori che hanno manifestato fin dalle prime ore di questa mattina, rallentando gli sbarchi e gli imbarchi delle navi, per chiedere collegamenti efficienti e con costi che non penalizzino il trasporto merci per la Sardegna.

Alcuni dei passeggeri che avrebbero dovuto imbarcarsi, a causa dei ritardi, non sono riusciti a partire. “Mi spiace per il contrattempo che abbiamo creato a qualche turista ma noi in vacanza non possiamo andarci e stiamo manifestando per sopravvivere”, ha spiegato Angelo Carta, presidente di dell’associazione Sardegna in movimento, che ha messo insieme oltre 100 imprese, 500 autotrasportatori, 1.500 mezzi, e che oggi all’alba ha occupato il porto.

“Le imprese sono vicine al fallimento, se continua così entro settembre oltre 200 aziende chiuderanno i battenti – ha aggiunto Carta – impossibile trasportare le merci fuori dall’isola a prezzi competitivi, quando i costi di trasporto via mare superano qualsiasi possibilità di rimanere nel mercato.

Oggi non stiamo più prendendo commesse, e se continua così c’è il rischio concreto che il rincaro ricada direttamente sul prezzo della merce venduto al consumatore finale”. La manifestazione ha rallentato le operazioni di imbarco e sbarco delle navi dirette a Civitavecchia e Piombino.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Civitavecchia: Monti e Grimaldi firmano accordo per nuovi collegamenti
  2. Porti di Sardegna: centomila passeggeri in meno in quattro mesi
  3. Porti di Sardegna: il 15 giugno partono i collegamenti della flotta sarda
  4. Porto di Ancona: febbraio fa registrare un calo di merci
  5. Nuova linea traghetti Portsmouth-Bilbao

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=1865

Scritto da Salvatore Carruezzo su giu 18 2011. Archiviato come News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab