peyrani
Home » Infrastrutture, News, Trasporti » Minervini contro Matteoli: “Sistema di trasporto divide l’Italia”

Minervini contro Matteoli: “Sistema di trasporto divide l’Italia”

“Troviamo grave che il ministro Matteoli affermi che le priorità; sono per le opere del Nord e ci sembra l’inquietante conferma della scelta di far passare anche sui binari la divisione del Paese”.

L’assessore alle Infrastrutture strategiche della Regione Puglia Guglielmo Minervini commenta le affermazioni del ministro delle Infrastrutture alla presentazione della Piano industriale delle Ferrovie dello Stato, avvenuta ieri con l’ad di Fs Moretti.

“Esprimiamo indignazione – continua Minervini – la programmazione industriale di Fs si limita a fotografare l’esistente e conferma che si allargherà ancora di più la sperequazione tra nord e sud del Paese, determinata dall’assenza di infrastrutture.

Su questo constatiamo che oltre le dichiarazioni di principio del Governo non c’è ancora alcuna certezza sulle risorse”. Servirebbero, infatti, 6,5 miliardi di euro per il completamento del collegamento di Alta capacità; Bari-Napoli, che permetterebbe di connettere la Puglia alla rete di alta velocità; su cui Fs sta destinando tutte le sue attenzioni.

“Siamo stanchi – spiega Minervini – di ricevere da parte del Mnistero e Fs solo le briciole di un servizio inadeguato e scadente che nemmeno il contratto con il Ministero si ripropone di potenziare e qualificare. Questa offerta dequalificata non fa che deprimere la domanda. È destituito dal vero che la Puglia non disponga di domanda di collegamenti lunghi.

La dimostrazione è nell’impennata del traffico aereo verso le principali destinazioni nazionali: Roma e Milano. Di depresso nella nostra regione c’è solo l’offerta della lunga percorrenza ferroviaria che i pugliesi non meritano, soprattutto per gli sforzi che da anni ormai la Regione Puglia sta facendo per ammodernare la rete delle infrastrutture e potenziare il servizio regionale. La Puglia, il Sud, meritano di più. Ma il Governo e Fs stanno decidendo di darle di meno».

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Gioia Tauro: Matteoli incontra sindacati e istituzioni
  2. Il Fly Plane della Puglia Corsara
  3. Porti: Matteoli nomina presidenti Autorità Bari, Brindisi, Civitavecchia e Taranto
  4. Nomine Authority: Matteoli chiede intesa a Vendola e Polverini
  5. Isole Tremiti: mobilitazione contro le trivellazioni

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2002

Scritto da Francesca Cuomo su giu 23 2011. Archiviato come Infrastrutture, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab