peyrani
Home » Italia, News, Trasporti » Class action per il caro traghetti: la proposta di Altroconsumo

Class action per il caro traghetti: la proposta di Altroconsumo

Risarcire ai viaggiatori il 50% del prezzo pagato per biglietti da e verso la Sardegna nel 2011. È l’obiettivo della nuova class action promossa da Altroconsumo e Casa del Consumatore, che stanno raccogliendo le preadesioni in attesa del giudizio di ammissibilità del Tribunale.

Nel corso del primo semestre, secondo le associazioni, le tariffe di Grandi navi veloci, Moby, Sardinia Ferries e Snav sono aumentate dal 90% al 110% rispetto al 2010 «allineandosi su cifre molto simile tra loro» sulle tratte da Genova a Porto Torres e Olbia, da Livorno a Olbia e Golfo Aranci e da Civitavecchia a Olbia e Golfo Aranci.

Per esempio una famiglia di quattro persone che viaggia in cabina interna e imbarca un’auto sulla tratta Genova-Olbia paga con Gnv 408 euro in più(981 euro) mentre con Moby Lines l’aggravio è di 392,22 euro rispetto allo scorso anno (919,72 euro).

L’avvio della class action segue la denuncia all’Antitrust che lo scorso 11 maggio ha aperto un procedimento per valutare l’esistenza di un possibile cartello.

Francesca cuomo

Foto: Simone Rella

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Brindisi: emessa l’ordinanza di spostamento dei traghetti
  2. Aumenta la crisi nei porti del Nord Sardegna
  3. Porto di Olbia: manifestazione per il caro traghetti
  4. IOR CLASS MEETING OIL.B TROPHY: LA FLOTTA E’ GIA’ A SANREMO
  5. Porti di Sardegna: il 15 giugno partono i collegamenti della flotta sarda

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2711

Scritto da Francesca Cuomo su lug 21 2011. Archiviato come Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab