peyrani
Home » Infrastrutture, News, Trasporti » Piano del Sud: 35 milioni di euro per il Distripark di Taranto

Piano del Sud: 35 milioni di euro per il Distripark di Taranto

I presidenti delle Province di Brindisi, Lecce e Taranto, rispettivamente Massimo Ferrarese, Antonio Gabellone e Gianni Florido, non hanno dubbi: i 500 milioni di euro che arriveranno per il Salento dal Piano del Sud sono un risultato di squadra.

Serviranno a potenziare le infrastrutture ma anche a garantire i necessari collegamenti e quelle opere di bonifica tanto attese a Brindisi. Ci sono i 65 milioni di euro per la Zona industriale brindisina ma anche i 35 milioni per il Distripark di Taranto e quelli necessari al capovolgimento della ferrovia di Lecce.

Tutte le opere sono considerate strategiche e necessarie per lo sviluppo. “Il Distripark ci farà fare un salto di qualità – ammette il presidente Florido – perché il nostro scalo portuale, oltre ad essere punto fondamentale nel transhipment, diventerà anche snodo fondamentale per la trasformazione delle merci”.

Un’opera attesa a lungo che consentirà l’utilizzo di 72 ettari di spazi retro portuali a Taranto. Ma saranno finalmente realizzati anche tutti i collegamenti diretti, da ferrovia, con l’Aeroporto del Salento e le città di Taranto e Lecce: snodo sarà la nuova fermata all’ospedale Perrino che sarà collegata con lo scapo aeroportuale.

“Ci sono circa 165 milioni di euro solo per la provincia di Brindisi – specifica Ferrarese –; si tratta di un risultato importante e che servirà a migliorare i collegamenti già esistenti. Una grande conquista è aver sbloccato i 65 milioni di euro per le bonifiche. Da questi progetti, a cui speriamo ne seguano altri, ripartiamo puntando sullo sviluppo delle nostre comuni strategie”.

Il Grande Salento insomma, completerà il percorso di ottimizzazione dei suoi collegamenti. “E’ importante sottolineare che questo è un risultato ottenuto solo grazie alla collaborazione delle tre province” ha ricordato il presidente Gabellone.

Francesca Cuomo
Foto: Simone Rella

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Approvata la delibera Cipe per la Puglia: fondi al Distripark di Taranto
  2. Spiagge di Ostia: sprecati 26 milioni di euro per ripascimento
  3. Porto di Ravenna: 2,8 milioni di euro per il progetto Adrimob
  4. Prete all’Authority di Taranto. “Punto su transhipment e Distripark”
  5. Porto di Taranto: continuano i lavori finanziati dal ministero con 10 milioni di euro

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3081

Scritto da Francesca Cuomo su ago 4 2011. Archiviato come Infrastrutture, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab