peyrani
Home » Italia, News, Trasporti » Porto di Ancona: cresce il Gruppo Frittelli

Porto di Ancona: cresce il Gruppo Frittelli

Ottime performance nel 2011 per il Gruppo Frittelli Maritime, società anconetana che opera nel settore marittimo (passeggeri, merci, container, magazzini doganali) con previsioni di crescita del 20% per il fatturato.

A riferirlo è stato oggi il presidente Alberto Rossi a margine di una conferenza stampa indetta per presentare un’iniziativa in occasione del 25esimo Congresso eucaristico nazionale ad Ancona.

La società, che per il settore passeggeri è agente generale di Adria Ferries e di Minoan Lines, di cui è azionista, ha messo a disposizione, attraverso l’Adria Ferries, la nave Riviera del Conero che ospiterà al porto di Ancona la notte tra il 10 e l’11 settembre prossimi 300 persone (tra vescovi e famiglie numerose), prima dell’incontro conclusivo del Congresso Eucaristico nazionale con Papa Benedetto XVI.

Il Gruppo Frittelli Maritime, operativo anche sui porti di Vasto, Bari, Venezia, Savona e Ravenna, ha 350 dipendenti diretti (escluso personale Minoan) e 50 ‘indirettì solo ad Ancona. Ad Ancona rappresenta aziende che movimentano l’80% dei container nello scalo. Uno dei settori più importanti del gruppo è quello passeggeri con 1.900 arrivi e partenze annue di traghetti (Albania, Grecia), movimentazione di 770 mila passeggeri e 120 mila tir.

«Abbiamo superato un momento difficile nel 2009 per la crisi mondiale – ha detto Rossi, appassionato di vela che con l’equipaggio della sua Enfant Terrible si è laureato campione del mondo di vela d’altura Orc 2011 a Cres (Croazia) – ma anche in quel periodo non abbiamo licenziato nessuno.

Dal 2010 la società ha avuto buone performance e il fatturato per il 2011 è in crescita del +20%. Anche Minoan Lines (di cui è azionista di maggioranza il gruppo Grimaldi; ndr) – ha proseguito Rossi – è cresciuta per traffico internazionale in modo più che proporzionale al Gruppo Frittelli».

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Ancona: chiesta sospensione per imposta demaniale
  2. Porto di Ancona: accordo tra Authority e regione su dragaggi
  3. Porto di Ancona: la Regione studia programma per incentivare la pesca
  4. Porto di Ancona: nei primi 5 mesi crestita supera 9%
  5. Porto di Ancona: in arrivo commessa da Fincantieri

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3501

Scritto da Salvatore Carruezzo su ago 25 2011. Archiviato come Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab