Home » Infrastrutture, News, Trasporti » Porto Torres: domani la presentazione del metrò del mare

Porto Torres: domani la presentazione del metrò del mare

Lo scalo di Porto Torres come nodo centrale del sistema «metrò del mare», con i porti di Castelsardo e Stintino, in provincia di Sassari, indispensabili a completare la rete dei trasporti marittimi integrati, merci e passeggeri, nel nord Sardegna verso l’Asinara. Un collegamento che, in un prossimo futuro, considerata anche la crescita del traffico marittimo nel quinquennio 2006-2011 e con un tasso medio tendenziale dell’1,2 per cento, potrebbe far crescere nel 2021 il trasporto dei passeggeri nell’area del golfo dell’Asinara tra il 18,5 e il 32 per cento.

Si tratta di ipotesi e previsioni, interessanti e da sviluppare, che saranno al centro dell’incontro che si terrà domani a Stintino, dove, nella sala consiliare del Comune, a partire dalle 18, si parlerà dell’attivazione del metrò del mare nel golfo dell’Asinara.

All’incontro è prevista la partecipazione del primo cittadino di Stintino, Antonio Diana, dell’assessore al Turismo e Portualità Angelo Schiaffino, dell’assessore al Turismo di Porto Torres con delega per l’Asinara Francesco Porcu, del sindaco di Castelsardo Matteo Santoni e del primo cittadino di Sorso Giuseppe Morghen. Il piano è inserito all’interno del progetto più ampio che porta il nome di In.port.o (Integrazione delle porte di accesso del corridoio marittimo occidentale dell’area di cooperazione sardo/corsa) e finanziato dal programma operativo marittimo Italia-Francia.

«L’obiettivo – afferma l’assessore al Turismo di Stintino, Angelo Schiaffino – è quello di attivare un collegamento marittimo di tipo turistico di grande importanza nel periodo estivo. E in estate si vorrebbe partire con un progetto pilota per collegare, con una imbarcazione di linea, Castelsardo-Porto Torres-Stintino con Fornelli e Cala Reale, sull’isola dell’Asinara». Un progetto che potrebbe incontrare l’appeal degli operatori turistici del territorio, albergatori e ristoratori.

Un servizio offerto come valida alternativa al trasporto su strada e che potrebbe esercitare una attrattiva per il turista che, anche in questo modo, sarebbe incentivato a scoprire il territorio. Un incoraggiamento che verrebbe dal comfort garantito dalle imbarcazioni utilizzate e dai costi contenuti per i trasferimenti. Per le prime si parla di motonavi in grado di viaggiare a una velocità di 16/20 nodi e trasportare tra i 150 e 200 passeggeri, alle quali si potrebbero affiancare imbarcazioni di ultima generazione come i catamarani australiani in grado di viaggiare a 25/30 nodi e trasportare circa 250 persone.

Per i biglietti invece si ipotizza un costo che varia dai 24 euro sulla tratta Calstelsardo-porto Torres-Cala Reale ai 16 e 19 per le corse Stintino-Fornelli e porto Torres Fornelli. E se queste per il momento sarebbero le tappe principali, il progetto lascia aperte le porte per altre due stazioni intermedie: una alla Marina di Sorso e l’altra alle Saline di Stintino.

Leggi anche:

  1. Yacht Club Porto Torres: convegno Finale Progetto “Se-Stante”.
  2. Porti del Nord Sargena: monitoraggio dell’aria a Porto Torres e Olbia
  3. Porto Cavour: lunedì la presentazione del progetto per Santa Margherita Ligure
  4. Porti del Nord Sardegna: parte da Porto Torres il progetto Green Port
  5. Convention nazionale del Propeller Club: domani la presentazione dell’evento a cui potrebbe partecipare Haralambides

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=8954

Scritto da Redazione su apr 29 2012. Archiviato come Infrastrutture, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab