Home » Infrastrutture, News, Trasporti » Firmata convenzione tra Enac e società Aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi

Firmata convenzione tra Enac e società Aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi

Quando le energie tra Istituzioni ed Enti territoriali messe in campo confluiscono verso obiettivi comuni, la strategia è sempre vincente. Da tempo che una provincia come quella salernitana aspettava questo risultato che a dir poco è “storico” per il definitivo rilancio dell’aeroporto di Salerno Pontecagnano: oggi a Roma, presso la sede dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, è stata sottoscritta la convenzione per la gestione totale dell’aeroporto del Cilento; presenti il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta, ed il presidente della società Aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi s.p.a., Carmine Malese, oltre ad amministratori provinciali e regionali.

Per una totale integrazione delle modalità di trasporto ferroviaria, aerea e marittima e per consentire una efficace mobilità delle merci e/o persone, l’aeroporto di Salerno entra nella strategia governativa italiana dei trasporti. Infatti, la convenzione ha una durata di 20 anni (con verifica quadriennale) dalla firma del relativo decreto interministeriale che ne perfeziona l’iter e ne avvia la decorrenza; e soprattutto riguarda la progettazione, lo sviluppo, la realizzazione, l’adeguamento, la gestione, la manutenzione e l’uso degli impianti e delle infrastrutture aeroportuali dello scalo, compresi i beni demaniali.

Finalmente, si è riusciti a sdemanializzare una particella attigua allo scalo di proprietà del Ministero della Difesa fondamentale per avere il finanziamento Cipe per l’allungamento della pista e condizione imprescindibile per la concessione della gestione totale dello scalo. Non crediamo che si sia trattato di qualche miracolo dovuto alla “anomala” campagna elettorale. Sicuramente è una  testimonianza di una capacità amministrativa e di una decisiva qualità politica di un territorio, quello di Salerno, come tutto il Meridione d’Italia, che non chiede più “assistenza”.

Il direttore generale Enac Quaranta ha evidenziato: “Con la convenzione firmata oggi, la società Aeroporto di Salerno si impegna a definire e attuare le strategie e le politiche commerciali per lo sviluppo dello scalo di Salerno Pontecagnano anche in relazione alle esigenze del bacino di traffico servito e nell’ottica di uno sviluppo del sistema aeroportuale della Campania. Nel rispetto della Carta dei Servizi, la società dovrà, tra i vari adempimenti, garantire anche i livelli di qualità delle prestazioni offerte all’utenza”.

Esempio di gestione della cosa pubblica da tener presente in altre realtà; rimane tuttavia un decisivo passo in avanti per il potenziamento di un’infrastruttura strategica al piano nazionale degli aeroporti, a dimostrazione che il “meridione” d’Italia è piattaforma naturale di logistica integrata sulle rotte mediterranee per aria e per mare.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Grimaldi: nuova tratta Augusta-Salerno-Augusta
  2. Costa Concordia: la società assicura il suo impegno
  3. Convenzione di Basilea da rivedere
  4. Festa del Mare di Salerno: Nerli critica la manovra
  5. La Convenzione delle UN: anche la Svezia e la Spagna

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=14001

Scritto da Abele Carruezzo su feb 22 2013. Archiviato come Infrastrutture, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab