Home » Infrastrutture, News, Trasporti » Il sistema europeo “Galileo” è promosso

Il sistema europeo “Galileo” è promosso

Antonio Tajani

Il sistema europeo di navigazione satellitare “Galileo” ha superato con successo il test sperimentale che si è tenuto a Fucino la settimana scorsa, sotto la super visione del vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani. Ora, determinare la posizione geografica di un mobile sulla Terra sarà più puntuale nel tempo e più precisa nelle coordinate. Infatti, il “Satellite System Navigation Galileo”, con un segmento spaziale attuale formato da quattro satelliti, è possibile determinare la posizione geografica in termini di latitudine, longitudine e altitudine (situ) con un programma di navigazione satellitare fornendo dati di posizionamento precisi (dell’ordine del metro) ai sistemi di navigazione degli autoveicoli o altri dispositivi di ricezione, comprese le navi.

Durante il test sperimentale, Tajani ha annunciato che il prossimo lancio di nuovi satelliti renderà disponibili i primi servizi di “Galileo” entro il 2014. Rispetto alla situazione attuale, che si basa sul sistema GPS statunitense, la Commissione Europea afferma che Galileo offrirà non solo il miglioramento del segnale, ma anche la possibilità d’integrare nuovi servizi commerciali. La posizione geografica è stata determinata utilizzando i quattro satelliti lanciati nell’ottobre 2011 e nel 2012, connessi al segmento terrestre, costituito da Ground Station di controllo in Italia ed in Germania e di tutta una rete globale di stazioni terrestri.

Con quattro satelliti, la costellazione Galileo è visibile contemporaneamente solo per un massimo di due o tre ore al giorno. Tale frequenza è destinata ad aumentare quando saranno lanciati nuovi satelliti e si collegheranno alla rete nuove stazioni terrestri.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Bruxelles: Kallas al Parlamento europeo
  2. “Nautica Formazione e Ricerca”: convegno promosso da 1001Vela Cup
  3. MESEURO-Assoporti: sistema portuale italiano vitale per l’Europa
  4. Porto di Brindisi: promosso il collegamento tra Sant’Apollinare e Costa Morena
  5. Minervini contro Matteoli: “Sistema di trasporto divide l’Italia”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=16818

Scritto da Abele Carruezzo su lug 31 2013. Archiviato come Infrastrutture, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab