Home » Infrastrutture, Italia, News, Trasporti » RFI, STRETTO DI MESSINA: AFFIDATA LA COMMESSA PER LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA NAVE TRAGHETTO

RFI, STRETTO DI MESSINA: AFFIDATA LA COMMESSA PER LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA NAVE TRAGHETTO

• all’ATI composta da T. Mariotti e Officine Meccaniche Navali e Fonderie San Giorgio del Porto
• la consegna entro giugno 2020
• investimento oltre 48 milioni di euro

Messina-Una nuova nave traghetto per i collegamenti nello Stretto di Messina.

La commessa per la costruzione e fornitura di una nave tipo Ro-Ro monodirezionale – per il trasporto di carrozze e carri ferroviari, passeggeri, mezzi gommati – è stata affidata da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) all’Associazione Temporanea d’Imprese composta dalla mandataria T. Mariotti S.p.A. e dalla mandante Officine Meccaniche Navali e Fonderie San Giorgio del Porto S.p.A., che si è aggiudicata la gara europea.   La nave – lunga 147 metri, larga 19 metri, portata 2.500 tonnellate, velocità 18 nodi – sarà realizzata in quattordici mesi, nelle infrastrutture dei cantieri aggiudicatari. L’investimento complessivo è di oltre 48 milioni di euro.

Altamente tecnologiche, funzionali e prestazionali le caratteristiche tecniche della nuova imbarcazione. Il sistema di governo sarà garantito da tre propulsori azimutali a passo variabile. Per garantire la massima manovrabilità (continue operazioni di ormeggio/disormeggio e carico/scarico), saranno installate due eliche trasversali di manovra.

Dalla celata di prora, attraverso il ponte mobile, saranno effettuate tutte le operazioni di carico/scarico di carrozze e carri ferroviari. Gli eventuali mezzi gommati, invece, potranno accedere al ponte di carico dal portellone di poppa e da quello laterale, oltre che dalla celata di prora.  La nuova nave traghetto sarà certificata dal Registro Italiano Navale, oltre che da “GREEN PLUS”, a conferma dell’impegno del Gruppo FS per l’ambiente.

L’inaugurazione della Trinacria a novembre 2018, la nuova nave di Bluferries (controllata di Rete Ferroviaria Italiana), l’entrata in servizio nel 2020 di questa nuova nave di RFI e della gemella di Trinacria, più la progettazione, già avviata, di un’ulteriore nuova nave di RFI, confermano l’impegno e la grande attenzione del Gruppo FS Italiane per la navigazione nello Stretto di Messina e, più in generale, per il Sud.

Leggi anche:

  1. Nuova associazione di armatori alternativa a Confitarma: presidente Stefano Messina
  2. A C.mare via alla costruzione della prua della nuova nave Carnival
  3. Il viaggio di Nave Palinuro da Ravenna a Trieste, Brindisi e Messina
  4. COSTA CONCORDIA: ASSEGNATA A FINCANTIERI COMMESSA PER LA COSTRUZIONE DEI “CASSONI”
  5. Fincantieri: nuova commessa da Costa Crociere

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=59354

Scritto da Redazione su mar 22 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab