Home » Infrastrutture, Italia, News, Trasporti » Porto di Brindisi: Nuovo raccordo ferroviario di Costa Morena Est

Porto di Brindisi: Nuovo raccordo ferroviario di Costa Morena Est

Si affaccia un nuovo operatore intermodale per collegare il porto di Brindisi al resto d’Italia e d’Europa. Tra pochi giorni l’avvio del servizio

Brindisi-Oggi, negli uffici di Brindisi dell’AdSP MAM, il presidente Ugo Patroni Griffi, ha tenuto una conferenza stampa per illustrare l’iniziativa imprenditoriale del Gruppo GTS, per collegare il porto di Brindisi, attraverso la nuova piattaforma intermodale logistica di Costa Morena Est al resto d’Italia e d’Europa.

L’AdSP MAM punta a rendere il porto di Brindisi un hub internazionale per la logistica integrata, sfruttando il nuovo raccordo ferroviario recentemente completato, ciò a beneficio non solo dei traffici portuali, ma anche delle numerose imprese presenti nella zona industriale brindisina.

Attraverso la nuova linea di trasporto ferroviaria che si collegherà direttamente alla rete ferroviaria nazionale di RFI, le merci sbarcate nel porto di Brindisi e quelle prodotte dalle aziende che operano nella zona industriale avranno, infatti, l’opportunità raggiungere il resto d’Italia e d’Europa, con una modalità trasportistica sicura, rapida ed economica.

Il porto di Brindisi, quindi, è sempre più in linea con le direttive europee orientate a favorire lo sviluppo armonioso e coerente delle diverse modalità di trasporto, in particolare attraverso la co-modalità, ossia l’utilizzo di ciascuna modalità di trasporto (terrestre, marittima, aerea) e l’intermodalità per via dei benefici ambientali diretti derivanti dalla riduzione del traffico stradale sulle lunghe distanze, del minor inquinamento atmosferico e acustico, della ridotta incidentalità, dei consumi energetici più contenuti, delle minori emissioni di CO2 e dei minori costi manutentivi stradali.

Alla conferenza hanno partecipato: il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, il presidente del Consorzio ASI, Domenico Bianco, e il presidente di Confindustria, Patrick Marcucci.

All’incontro è inyervenuto amche Nicola Muciaccia, presidente di GTS – General Transport Service SpA, azienda pugliese leader nel trasporto intermodale delle merci che, grazie ad una flotta di 15 locomotive elettriche di ultima generazione TRAXX E483, copre sostanzialmente tutte le principali direttrici sia sul versante adriatico che su quello ionico e tirrenico, assicurando le connessioni giornaliere con il reticolo ferroviario europeo.

L’azienda è già pronta per avviare il servizio tra fine maggio e gli inizi di giugno.

Interviste:

Ugo Patroni Grifi

Nicola Muciaccia

Domenico Bianco

Bozzetti (M5S): “Grazie al ferrobonus abbiamo contribuito alla realizzazione del nuovo scalo intermodale”

“Siamo soddisfatti che anche grazie al nostro emendamento per l’istituzione del “Ferrobonus regionale” si sia arrivati oggi alla presentazione del nuovo raccordo ferroviario di Costa Morena Est. Si tratta del primo concreto passo per riconnettere il porto di Brindisi al resto d’Italia e all’Europa”. Lo dichiara il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti, primo firmatario dell’emendamento approvato nel Bilancio di Previsione 2019, grazie al quale sono stati stanziati 200mila euro per promuovere il trasporto ferroviario (sia intermodale che tradizionale) delle merci aventi origine o destinazione nel territorio regionale.

“Grazie a queste risorse – spiega Bozzetti – riusciremo a  favorire lo scambio di merci su rotaia per tratte superiori ai 150 km. Con questa misura e attraverso il nuovo raccordo inaugurato oggi, auspichiamo che s’inverta la tendenza del primo quadrimestre del 2019, che ha visto un calo del traffico merci nel porto di Brindisi del 17,5% rispetto allo stesso periodo del 2018. Da sempre crediamo che lo sviluppo del territorio e dell’economia brindisina sia indissolubilmente legato a quello del porto. Per questo – conclude – mi auguro si colga finalmente l’importanza di realizzare interventi infrastrutturali che darebbero una nuova spinta all’attività portuale. La crescita della nostra città deve andare al di là del colore politico” .

Leggi anche:

  1. Accordo RFI, ASI e ADsPMAM per collegare la banchina di Costa Morena Est, nel porto di Brindisi, alla Rete Ferroviaria Italiana
  2. RFI, BRINDISI: RACCORDO FERROVIARIO NEL PORTO E NELLA ZONA INDUSTRIALE
  3. Porto di Brindisi: collegamento da Costa Morena Est alla rete ferroviaria
  4. Porto di Brindisi: tutti assolti per il Terminal di Costa Morena Est
  5. Porto di Brindisi: pronto il bando per il collegamento ferroviario a Costa Morena Est

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=61312

Scritto da Redazione su mag 14 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab