Home » Eventi, Infrastrutture, Italia, News, Trasporti » Adriatic Sea Forum 2019: il Programma ad Ancona il 30-31 Maggio

Adriatic Sea Forum 2019: il Programma ad Ancona il 30-31 Maggio

Programma Edizione 2019

Prima giornata:  Giovedì, 30 Maggio

h. 13.15 – 14.00
APERTURA E REGISTRAZIONE

h. 14.00 – Welcome speeches

h. 14.20 – Presentazione
Ancona host city dell’edizione 2019

Ancona, capoluogo delle Marche nel pieno centro dello spazio adriatico, si presenta ai delegati del forum con la sua ricchezza in arte, cultura, paesaggio, enogastronomia e molto altro.

Ida Simonella – Port councilor, Municipality of Ancona

h. 14.30 – Presentazione
Adriatic Sea Tourism Report 2019

Così come nelle precedenti edizioni del forum, Risposte Turismo fornirà ai delegati informazioni aggiornate e valutazioni sul turismo via mare in Adriatico, facendo emergere dati sulle dinamiche del comparto crocieristico, del ferry e nautico, assieme a previsioni di traffico per i prossimi mesi. Aggiornamenti su investimenti, avvio di nuove iniziative e realtà imprenditoriali, progetti europei ed altro ancora completano i contenuti del report.

Francesco di Cesare – President, Risposte Turismo

h. 14.45 – Tavola rotonda
Growing together

Il turismo via mare in Adriatico coinvolge numerosi business che hanno molti elementi in comune. Ognuno di essi presenta grandi opportunità di crescita, capaci di trainare l’economia e l’occupazione nei Paesi adriatici. Nel corso della tavola rotonda manager appartenenti all’industria crocieristica, ferry e nautica assieme ai rappresentanti di territori e destinazioni discuteranno su quali scelte e direzioni possano essere prese per raggiungere migliori risultati negli anni a venire.

Introduce e modera Francesco di Cesare – President, Risposte Turismo
Kristijan Pavić – CEO, ACI Club
Tom Boardley    – Secretary General, CLIA Europe
Joze Tomaš – President, Croatian Chamber of Economy Split County Chamber
Rodolfo Giampieri – President, Central Adriatic Ports Authority and Rappresentative, Italian Ports Association
Alessandra Priante – Head of International Affairs and Protocol, MIPAAFT (Ministry of Agricoltura, food and forestry policies and tourism)

h. 16.00
COFFEE BREAK

h. 16.30 – Tavola rotonda
Scegliere le priorità

Alti rappresentanti di Autorità Portuali adriatiche discuteranno per far emergere quale tipologia di traffico passeggeri (crociere, ferry, nautica) necessiti di maggiori investimenti e sforzi e perché. Dopo aver presentato le scelte recenti compiute dalle realtà rappresentate, la discussione beneficerà degli ultimi dati di traffico disponibili per condividere opinioni, interpretazioni e punti di vista sul turismo via mare in Adriatico.

Introduce e modera Anthony La Salandra – Managing director, Risposte Turismo
Andreas Ntais – President, Port of Igoumenitsa
Sonila Toska – Vice General Director, Durres Port Authority
Antonio Revedin – Strategic Planning and Development Director, North Adriatic Sea Ports Authority

h. 17.30 – Guardare oltre confine
Il caso Barcellona

All’interno del Mediterraneo, Barcellona rappresenta un caso di eccellenza per più di una componente del maritime tourism. Grazie al contributo del Presidente del Cluster Nautico di Barcelona, i delegati partecipanti al forum avranno la possibilità̀ di comprendere come un’area si sia riuscita ad affermare quale leader del turismo nautico e cosa possa essere appreso da questo caso.

Antoni Tió – President, Barcelona Clúster Nàutic
intervistato da Roberto Perocchio – President of Assomarinas and Ucina Board Member

h. 17.45 – Tavola rotonda
Quando l’ambiente va di pari passo con la crescita

Affrontare questioni e tematiche ambientali significa non solo impegnarsi in una questione che non può essere ulteriormente rimandata ma anche trovare nuove modalità per ridurre i costi e aumentare l’efficienza operativa. La tavola rotonda approfondirà questa intrigante combinazione di obiettivi attraverso esempi che arriveranno da diverse tipologie di aziende coinvolte nella filiera del maritime tourism.

Introduce e modera Gabriella Chiellino – President, Gruppo eAmbiente
Vasco De Cet Marina manager, Marina di Portisco
Attilio Dapelo Senior Vice President Engineering & Design, Merchant Ship Division, Fincantieri
Arianna Norcini Pala – Head of european and national programmes unit, Rete Autostrade Mediterranee

h. 18.30 – Sessioni tecniche
Cruise – Ferry – Sail&Yacht

Tre gruppi di lavoro contemporanei (con 5 o 6 partecipanti con la possibilità, per chi vorrà, di assistere) a discutere di uno o più temi ritenuti di cruciale importanza per il futuro dei tre settori in Adriatico.

Day Two: Friday, May 31st

h. 09.00 – Risultati
Cruise – Ferry – Sail&Yacht: le priorità

Sintesi delle raccomandazioni e delle priorità identificate nel corso delle sessioni tecniche del primo giorno per ognuno dei settori.

h. 09.30 (Sessioni parallele) – Tavola rotonda
L’Adriatico come spazio per i giga yacht

I grandi yacht sono sempre di più sotto I riflettori, per via dei loro incredibili standard, dell’eccellenza che rappresentano per la cantieristica, così come per i profili e gli stili di vita dei loro proprietari o utilizzatori. Molte aziende ed operatori stanno fissando nuovi obiettivi per questo specifico segmento del turismo di lusso che assicura rilevanti vantaggi per le destinazioni interessate dal loro passaggio, e la tavola rotonda sarà l’occasione per capire se l’Adriatico sia già uno spazio acqueo attrezzato ad ospitare questi particolari unità o se nuovi investimenti debbano essere assicurati per colmare un possibile gap.

Introduce e modera Roberto Perocchio – President of Assomarinas and Ucina Board Member
Stefano Pagani – Chairman, ICOMIA Superyacht Division
Matjaž Francé – Manager, Marina Izola
Dorijan Dujmic – Managing Partner, BWA Yachting Croatia
Nizar Tagi – President, Adriatic Yachting Association and Strategic advisor, Porto Montenegro
Galliano Di Marco – CEO, Venice Yacht Pier

h. 09.30 (Sessioni parallele) – Tavola rotonda
I traghetti sono ancora un prodotto competitivo in Adriatico?

In un contesto radicalmente cambiato, con moltissime nuove opzioni a disposizione dei turisti per muoversi e raggiungere le destinazioni di interesse, è utile approfondire quale potrà essere il ruolo dei traghetti all’interno del turismo via mare e non solo. Dall’essere una semplice soluzione di trasporto a cercare di presentarsi e promuoversi come un tassello di una esperienza di vacanza, è fondamentale comprendere come questo prodotto possa mantenere una centralità all’interno dei traffici passeggeri in Adriatico.

Ugo Patroni Griffi – President, Southern Adriatic Ports Authority
Matteo Della Valle – Business Development, Trade and Chartering Manager and Trade Managers Coordinator, Grandi Navi Veloci
Massimo Di Giacomo – CEO, Anek Lines Italia
Gianluca Pellegrini – Technical Director, Central Adriatic Ports Authority
Ivana Jelinic – President, FIAVET (Italian Federation of Associations of Travel and Tourism Enterprises)

h. 10.30 (Sessioni parallele) – Tavola rotonda
Crociere in Adriatico: pensare fuori dagli schemi

L’Adriatico é un’area strategica per le scelte sugli itinerari crocieristici, con così tante destinazioni di interesse e infrastrutture e servizi che in alcuni casi rappresentano degli esempi di eccellenza. Ma per mantenere alto il livello di interesse da parte della domanda è necessario pensare e proporre nuovi prodotti, nuove soluzioni di vacanza in crociera. Assieme a manager di aziende crocieristiche, porti, escursioni a terra e agenti marittimi, il dibattito proverà a far emergere quali saranno le novità in Adriatico per il prossimo futuro.

Mihailo Vukić – CEO, Allegra Port Agency
Janez Maček – General Manager and Owner, Atlas Express
Leonardo Massa – Country Manager Italy, MSC Cruises
Sotir Ben Cipa – Owner, Sipa Tours and CEO , STI – Saranda Tourism Industry Association
Antonio Di Monte – General Manager, GPH’s Italian Ports
Sedat Kara – General Manager, Bar Cruise Port

h. 10.30 (Sessioni parallele) – Tavola rotonda
Valorizzare i porti come siti di interesse turistico-culturale

Al fine di rendere il patrimonio culturale naturale e marittimo una leva per lo sviluppo territoriale, i porti adriatici con un valore di interesse storico possono sfruttare nuove opportunità di crescita. La tavola rotonda sarà anche l’occasione per discutere del progetto europeo “REMEMBER” lanciato di recente all’interno del programma CBC Interreg Italia-Croazia.

Introduce e modera Guido Vettorel – Head of Development and promotion unit, Central Adriatic Ports Authority
Alberto Cozzi – Project Manager, Port Network Authority of the Eastern Adriatic Sea
Robert Škifić – General Manager, Zadar Port Authority
Carlo Birrozzi – Director, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Italian Ministry of Cultural Heritage and Activities

h. 11.30
COFFEE BREAK

h. 12.00 – Keynote speech
Il sostegno dell’Unione Europea al futuro dell’adriatico

A 5 anni del lancio della strategia EUSAIR, si farà il punto con aggiornamenti su cosa è stato fatto e cosa dovrà essere realizzato nei prossimi anni. Dai pillar tematici ai programmi di cooperazione, i partecipanti al forum avranno la possibilità di aggiornarsi su quali siano le nuove opportunità (fondi, agevolazioni, idee) che l’Unione Europea mette a disposizione.

Evisi Kopliku – Co-Coordinator for Albania with Croatia of Sustainable Tourism EUSAIR Pillar and Director of Integration, Coordination, Assistance and Agreements at Albanian Ministry of Tourism and Environment

h. 12.15 – Keynote speech
Chi desidera l’Adriatico?

Perché i turisti dovrebbero preferire l’Adriatico all’interno di una affollata arena competitiva? L’area è conosciuta e desiderata nella sua interezza o singole città o specifici territori prevalgono in termini di notorietà e attrazione? Quanto pesa il turismo del mare all’interno di una ben più ampia offerta turistica? Deve quest’area – e dunque gli operatori pubblici e privati – scegliere di proporsi a specifici target e, se sì, quali? Un top manager di un tour operator leader a livello internazionale condividerà dati e approfondimenti relativamente a queste ed altre domande.

h. 12.30Focus
Fare tappa in Adriatico

Porti, itinerari, navi: quale sarà la futura mappa della crocieristica in Adriatico? Dove andranno le navi? Quali saranno le criticità e le opportunità che le imprese appartenenti al settore si troveranno davanti? Rappresentanti di importanti realtà appartenenti al settore si confronteranno su questi temi.

Intervista ad Airam Díaz Pastor – President, MedCruise – Association of Mediterranean Cruise Ports
Dibatitto con Kai Algar – Operational Planning Manager, Fred. Olsen Cruise Lines
e Enrico Prunotto – Executive Director Operations & Development Ocean, Viking Cruises

h. 13.15ADRIATIC NETWORKING LUNCH

Leggi anche:

  1. Il 30 e 31 maggio ad Ancona, la quarta edizione di Adriatic Sea Forum – cruise, ferry, sail & yacht 2019
  2. ADRIATIC SEA FORUM: potenzialità di sviluppo del traffico ferry e del turismo nautico
  3. RISPOSTE TURISMO: si alza il sipario sulla terza edizione di Adriatic Sea Forum
  4. RISPOSTE TURISMO: Adriatic Sea Forum in programma 23 e 24 aprile a Dubrovnik
  5. ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Trieste la prima edizione di Adriatic Sea Forum

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=61787

Scritto da Redazione su mag 23 2019. Archiviato come Eventi, Infrastrutture, Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab