Home » Authority, Infrastrutture, News, Trasporti » Pubblicato l’avviso esplorativo internazionale per il futuro gestore della Stazione Marittima di Olbia

Pubblicato l’avviso esplorativo internazionale per il futuro gestore della Stazione Marittima di Olbia

Uno scalo portuale a dimensione di passeggero, proiettato nei prossimi vent’anni, con servizi allineati ai più moderni standard internazionali. Il futuro del porto di Olbia si programma oggi, con la pubblicazione dell’“Avviso esplorativo di sollecitazione al mercato per la presentazione di proposte di finanza di progetto” illustrato questa mattina, in conferenza stampa, dal presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna, Massimo Deiana.

Un bando ad evidenza pubblica che ha lo scopo di attrarre una o più proposte progettuali di partenariato pubblico – privato sulla gestione della Stazione Marittima dell’Isola Bianca, dei servizi di interesse generale ai passeggeri, dei parcheggi di auto, rimorchi e semirimorchi; ma anche del supporto all’autotrasporto e agli utenti del settore commerciale, nonché l’esecuzione dei lavori necessari alla riqualificazione e alla gestione economico – finanziaria dello stesso terminal passeggeri e delle aree scoperte da destinarsi ai servizi.

Tra tutte le progettualità che perverranno all’AdSP entro il 9 settembre prossimo, una sola verrà selezionata sulla base dei criteri qualitativi indicati nell’avviso e del ribasso sul canone di disponibilità annuale – che sarà a carico dell’Ente verso il nuovo concessionario – posto a base di gara, pari a poco più di 1 milione e 900 mila euro. Decisivi, nella scelta del proponente, l’attenzione prestata alla qualità ed innovazione dei servizi offerti e degli investimenti proposti.

Per il primo aspetto, incentrato sui servizi all’utenza, saranno determinanti l’instradamento dei veicoli (in particolare nei picchi stagionali di traffico); l’organizzazione del servizio interno di navetta (con eventuale impiego di mezzi ecologici); la gestione dei servizi ai passeggeri (qualità del sistema informativo proposto, modalità di implementazione ed integrazione dello stesso con quelli dell’AdSP, gestione e accessibilità delle informazioni) e altre facilities come l’info point, il deposito bagagli ed ufficio oggetti smarriti, biglietterie, telefonia pubblica, bar, ristorazione, edicola, tabacchi ed eventuali altre attività commerciali, Wi-Fi pubblico, bancomat, servizi igienici e celle frigo per la conservazione di alimenti deperibili.

Per quanto riguarda la parte tecnica, la ripartizione dei punteggi interesserà gli aspetti architettonici degli interventi e delle soluzioni adottate; la distribuzione e le modalità di sfruttamento degli spazi interni della stazione marittima, l’utilizzo di impianti e tecnologie ecocompatibili, l’indice di prestazione energetica ottenuto a seguito degli interventi di riqualificazione proposti, la gestione operativa delle aree destinate a parcheggio. Una terza valutazione interesserà la gestione delle manutenzioni ed il monitoraggio delle prestazioni e dei risultati raggiunti.

Ultimo criterio di valutazione, il cronoprogramma dei lavori, che prevedrà l’assegnazione del punteggio più alto per la proposta che assicuri la progettazione e la realizzazione degli interventi nel più breve tempo. La migliore proposta di finanza di progetto, una volta approvata, verrà messa a gara, ai sensi del codice dei contratti pubblici (art. 183, comma 15 e 16), per il definitivo affidamento ed assentimento in concessione.  Alla stessa potrà partecipare anche il promotore selezionato nella procedura avviata oggi; lo stesso, qualora non dovesse risultare aggiudicatario, potrà eventualmente esercitare il diritto di prelazione, dichiarando di impegnarsi ad adempiere alle medesime condizioni offerte dal vincitore.

“Quello pubblicato oggi è un avviso esplorativo di sollecitazione del mercato totalmente innovativo – spiega Massimo Deiana, Presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna – Un’iniziativa volta alla massima trasparenza del procedimento, che punterà a ridisegnare il layout del porto di Olbia – Isola Bianca su due macro obiettivi: mettere il passeggero al centro della gestione di servizi portuali moderni, a dimensione internazionale, e proiettare lo scalo olbiese verso una nuova dinamica, che preveda maggior ordine nell’utilizzo degli spazi, una più efficace gestione della sicurezza e della rapidità dei flussi di traffico, a beneficio anche degli operatori portuali. E allo stesso tempo una migliore integrazione porto città, con una stazione marittima che punti a diventare biglietto da visita e vetrina della città di Olbia e dell’intera Sardegna”.

Una procedura complessa quella che ha portato alla redazione del bando. “Il bando è frutto di un lungo ed attento lavoro al quale ha contribuito tutta la struttura dell’AdSP, in collaborazione con l’Advisor Sinloc S.p.A., mettendo in campo competenze legali, amministrative, economiche, statistiche, ingegneristiche, di analisi dei servizi, delle tecnologie, delle operazioni portuali e della security – continua Deiana – Il lavoro svolto ha consentito, attraverso una complessa istruttoria, di fornire un approfondito quadro della situazione di partenza e un’analisi dettagliata dei fabbisogni del Porto su una proiezione ventennale”. Massima la trasparenza e la diffusione garantite.

“Per un avviso così complesso – conclude il Presidente dell’AdSP – non poteva certo mancare la massima attenzione alla trasparenza e alla diffusione. Contestualmente alla conferenza stampa di presentazione, l’avviso legale apparirà sui principali quotidiani italiani e sulle riviste economiche internazionali. Da oggi attireremo sullo scalo di Olbia l’attenzione dei principali operatori mondiali, da Nord a Sud, dagli Stati Uniti alla Cina. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti saranno disponibili sulla pagina dedicata del sito internet dell’AdSP”.

Marco Mezzano

Il bando integrale ed i relativi allegati sono visionabili qui

Leggi anche:

  1. Porto di Bari: ultimati i lavori della stazione marittima al molo S. Vito
  2. Porto di Bari: domani consegna dell’ex Stazione marittima
  3. Al via i lavori di riqualificazione della stazione marittima di Golfo Aranci
  4. Sospensione Olbia-Livorno: alla stazione marittima allestito il punto informazioni
  5. Porto di Olbia: la Stazione Marittima dell’Isola Bianca si riapre alla città

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=62592

Scritto da Redazione su giu 10 2019. Archiviato come Authority, Infrastrutture, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab