Home » Europa, News, Trasporti » Incontro al Paris Air Show con Leonardo e GE Avio: lavoriamo a rafforzarne la presenza in Puglia

Incontro al Paris Air Show con Leonardo e GE Avio: lavoriamo a rafforzarne la presenza in Puglia

Nota dell’assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino:

“Incontri ufficiali con Leonardo e GE Avio, le due grandi aziende in primo piano nella fiera internazionale dell’aerospazio di Parigi, durante la nostra visita all’International Air show. “Nel pomeriggio di ieri abbiamo accolto con piacere l’invito a visitare lo stand della “Leonardo”, grande realtà produttiva presente in modo massiccio nella nostra regione e ai primi posti nel mondo per la costruzione di aerei, elicotteri e apparecchiature per la difesa navale e terrestre.

“Dopo importanti risultati nel settore delle attività elettroniche e la creazione di una divisione cybersecurity, Leonardo sta anche rapidamente espandendo la sua presenza commerciale in tutto il mondo, aprendo uffici in Europa, America Latina e Asia.

“Al salone di Parigi Leonardo è anche proiettata verso lo spazio attraverso i satelliti COSMO – SkyMed di seconda generazione, il più ambizioso programma spaziale italiano nel campo dell’osservazione della Terra.

“Nel corso della visita abbiamo avuto modo di scambiare opinioni sul futuro dell’aerospazio in Italia e in Puglia in particolare.

“Abbiamo, alla fine della visita istituzionale, salutato l’Amministratore Delegato Dott. Profumo.

“Futuro molto promettente e ricco di prospettive, anche sul piano occupazionale.

“Nella mattinata di oggi invece abbiamo visitato lo stand della GE Avio, un’azienda leader nella costruzione di motori militari e civili di livello internazionale, presente a Brindisi un grande insediamento produttivo con oltre 800 dipendenti.

“Una realtà che ha più volte realizzato, d’intesa con la Regione, interessanti iniziative di investimento e che potrebbe presentarne a breve un altro di grande respiro per il nuovo motore GE9X per l’aviazione civile.

“Si tratta di un motore che ha un diametro di ben 3,40 metri, realizzato in fibra di carbonio e ceramiche di ultima generazione, capaci di resistere a enormi sollecitazioni e a temperature elevatissime. Inoltre le palette mobili saranno in fibra di carbonio, molto resistenti ma al tempo stesso molto leggere. Il tutto, con consumi contenuti e basso impatto ambientale. “Colpiscono le grandi potenzialità di questa fabbrica. Anche in questa occasione ci siamo confrontati con lo staff manageriale e di valutare le ottime opportunità di sviluppo occupazionale dell’insediamento produttivo pugliese.

“Due grandi realtà dunque che vogliono continuare ad investire in Puglia in piena collaborazione con la Regione. E noi cogliamo favorevolmente queste forme di sviluppo ecocompatibile e con alti contenuti tecnologici in grado di offrire indubbiamente positive ricadute occupazionale per la nostra regione.”

Leggi anche:

  1. Anteprima mondiale presso il Molo Borbonico del porto di Bari: arriva la Balestra gigante di Leonardo
  2. Porto di Venezia: secondo uno studio l’EcoPorto San Leonardo è l’ipotesi migliore
  3. Comitato Leonardo e Perini Navi di nuovo insieme per sostenere i giovani talenti
  4. Autorizzazione pesca del rossetto in Puglia: chiesto un incontro al Ministro Romano
  5. Puglia Corsara: domani incontro con Minervini

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=62992

Scritto da Redazione su giu 19 2019. Archiviato come Europa, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab