Home » Italia, Nautica, News, Trasporti » Paolo Uggè: “Enrico Letta con noi nella battaglia Per un commissario italiano ai trasporti in UE”

Paolo Uggè: “Enrico Letta con noi nella battaglia Per un commissario italiano ai trasporti in UE”

Conftrasporto l’aveva già chiesto alla fine di giugno: un commissario italiano ai Trasporti in Unione europea. Lo aveva rilanciato i 1° luglio scorso in una lettera aperta pubblicata a tutta pagina in uno dei maggiori quotidiani italiani.

Oggi anche Enrico Letta, ex presidente del Consiglio e attuale direttore  della scuola di affari internazionali dell’Istituto di Studi Politici di Parigi, ne ha ribadito la necessità, intervenendo all’Annual meeting di Assarmatori-Conftrasporto in corso a Roma.

“Sul commissario  italiano – dichiara Letta – penso che l’Italia stia sbagliando nel fare di tutto  per ottenere il portafoglio della concorrenza. Non è certo  questa la partita che interessa a noi: sarebbe meglio che il  governo scegliesse una persona competente e avesse il  portafoglio dei Trasporti”.

Una convinzione condivisa dal vicepresidente di Confcommercio e di Conftrasporto, Paolo Uggè, che lo ritiene un obiettivo di vitale importanza.

“Una richiesta – spiega Uggè – motivata dalla convinzione che un commissario italiano sia oggi indispensabile non solo per il nostro Paese, ma per tutto il vecchio continente. Una politica che veda coinvolta l’Italia come artefice e promotrice dello sviluppo della logistica e dei trasporti su scala internazionale”.

“Lo impongono questioni cruciali come i blocchi sempre più ripetuti ai valichi alpini, la funzione portuale indispensabile per un’economia che si sviluppa sul mare, la realizzazione di cantieri per nuove infrastrutture necessarie per contrastare la decrescita infelicissima che è sotto gli occhi di tutti – prosegue Uggè – Per farlo occorre un regista in grado di attuare progetti che siano sostenibili  e necessari al nostro Paese e all’Europa”.

“Temi come la via della Seta, il sistema portuale, la permeabilità dell’arco alpino devono trovare soluzione all’interno della politica dei trasporti europea. l’Italia può essere determinante nei collegamenti tra l’Est e l’Ovest del continente ponendosi come destinataria di ben 4 corridoi europei”, conclude il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio.

Leggi anche:

  1. Assocostieri-Sostenibilità dei trasporti: Situazione attuale e prospettive
  2. Paolo Uggè, Conftrasporto: “bene il presidente di Unioncamere Carlo Sangalli sul principio della libera circolazione di merci e persone nell’Unione Europea”
  3. Conftrasporto e l’ambiente: “per combattere le emissioni di CO2 incentiviamo il rinnovo del parco mezzi e introduciamo un nuovo mare bonus”
  4. IL COMMISSARIO EUROPEO AI TRASPORTI VIOLETA BULC HA INCONTRATO IERI A CAPODISTRIA I PORTI NAPA
  5. Porto di Civitavecchia: Monti ha incontrato il neo Commissario UE ai Trasporti Violeta Bulc

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=64522

Scritto da Redazione su lug 17 2019. Archiviato come Italia, Nautica, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab