Home » Internazionale, Nautica, News, Trasporti » La Marina all’International Maritime Defence Exhibition and Conference di Accra (Ghana)

La Marina all’International Maritime Defence Exhibition and Conference di Accra (Ghana)

L’evento, organizzato dalla Marina ghanese nel 60^ anniversario della sua nascita

Accra, Ghana-Dal 24 al 25 luglio 2019 si è svolta la prima edizione dell’International Maritime Defence Exhibition and Conference (IMDEC).

L’evento, organizzato dalla Marina ghanese nel 60^ anniversario della sua nascita, ha visto la presenza – oltre che di tutti gli attori dell’area del Golfo di Guinea (GoG) – dei rappresentanti delle Marine di Brasile, Italia, Francia, Portogallo e Stati Uniti.

Incentrato sul tema della sicurezza marittima in un’area particolarmente delicata quale quella del GoG, ha riunito tutti gli attori del c.d. processo di Yaoundé a trattare temi di interesse regionale – ma con ricadute a livello globale, tra cui nell’area del mediterraneo – quali la pirateria marittima, lo sfruttamento incontrollato delle risorse ittiche ed i flussi migratori incontrollati.

In tale contesto, il Contrammiraglio Silvio Vratogna – Vice Capo del 3ˆ Reparto Pianificazione e Politica Marittima – ha tenuto un keynote speech sul tema della cooperazione internazionale, portando esperienze e best practices dell’impegno nazionale in tale delicato scenario.

Nel merito, la Marina pone grande attenzione alla cooperazione ed all’attività di capacity building con le omologhe del Golfo di Guinea. A partire dal 2008, con l’accesso del Senegal e successivamente della Nigeria, l’area ha beneficiato dell’accesso all’iniziativa Trans Regional Mariitme Network (T-RMN). Nell’estate del 2018, nell’ambito delle Campagne d’Istruzione, Nave Luigi Durand de La Penne ha fatto sosta nei porti di Senegal, Ghana e Nigeria. Nel 2019 un Mobile Training Team della Brigata Marina San Marco ha preso parte all’esercitazione a guida statunitense OBANGAME 18 e ad oggi un Ufficiale della Marina è imbarcato sull’Unità della US Navy Carson City, in qualità di responsabile dell’addestramento dei team VBSS (Vessel Board Search and Secure), nel più generale sforzo di capacity building a favore delle marine rivierasche.

Cooperazione Internazionale , fiducia reciproca e crescita congiunta le parole d’ordine dell’impegno della Marina in un’area strategica per l’interconnessione con i complessi fenomeni che interessano le acque domestiche del mediterraneo.

Leggi anche:

  1. Baltic and International Maritime Council: nuova guida per i contratti di noleggio
  2. International Maritime Bureau: pirateria in diminuzione
  3. Energy Conference and Exhibition Offshore 2012
  4. Maritime and Coastguard Agency and maritime safety
  5. A Ravenna la Offshore Mediterranean Conference&Exhibition

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=65177

Scritto da Redazione su lug 29 2019. Archiviato come Internazionale, Nautica, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab