Home » Infrastrutture, Italia, News, Trasporti » Friuli Venezia Giulia: Pizzimenti, per Barcolana collegamenti fitti e coordinati

Friuli Venezia Giulia: Pizzimenti, per Barcolana collegamenti fitti e coordinati

“Mobilità sicura con bus, treni e Ts Airport base intermodale”

Trieste – “La Barcolana 2019 sarà un’esperienza più piacevole e sicura grazie al potenziamento e al coordinamento dei trasporti pubblici per i quali la Regione ha messo a disposizione un importo di 40mila euro addizionali, avviando un tavolo di lavoro già dallo scorso aprile”.

Lo ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio Graziano Pizzimenti illustrando nel Palazzo della Regione la strategia di trasporti integrati che permetterà ai viaggiatori di raggiungere Trieste, sede dell’evento ottobrino, via treno e autobus da diverse destinazioni contando anche sull’hub intermodale di Trieste Airport.

Sotto la regia della Regione, Barcolana, Comune di Trieste, Trenitalia, Trieste Trasporti, Apt, Trieste Airport, Ferrovie Udine Cividale e Autovie Venete hanno messo a punto un’offerta di servizi che si avvale di 46 treni straordinari – di cui 22 domenica 13 ottobre (13 treni in più rispetto all’edizione 2018) -, di un sistema di navette nel pomeriggio-sera di domenica dalla Stazione di Monfalcone a Trieste Airport e dell’intensificazione degli autobus di linea da Trieste Airport/Monfalcone a Trieste e del servizio pubblico all’interno del territorio cittadino anche mediante un servizio di navette con bus elettrici da Trieste park Bovedo a piazza Tommaseo.

“La Barcolana rappresenta così – ha rilevato Pizzimenti – un test e un’anteprima di integrazione di intermodalità, soprattutto per quanto riguarda il ruolo di Trieste Airport”. Lo scalo di Ronchi, oltre a essere snodo dei collegamenti bus e ferrovia verso la Barcolana, offrirà 1600 posti auto a una tariffa speciale di 3 euro per l’intera giornata da sabato 12 a domenica 13 e venerdì 11 dalle 13.00, più 50 posti camper/caravan al costo di 10 euro al giorno.

Sono previste tariffe dedicate per il servizio di interscambio park&bus a Trieste (con biglietto di 1 euro valido per l’intera rete) e la possibilità di utilizzo del titolo di viaggio Trenitalia o Apt sulla relazione Trieste Airport-Trieste Centrale/Autostazione per salire indifferentemente su bus o treno. Saranno inoltre rafforzati i servizi di assistenza e informazione ai viaggiatori. I collegamenti consentiranno di raggiungere agevolmente Barcolana 51 anche da fuori regione, potendo contare, oltre che sui maggiori collegamenti da/per Venezia via Portogruaro o via Udine/Gorizia, anche sui collegamenti da verso Lubiana attivati dal settembre 2018 e dal collegamento da/verso l’Austria assicurato dai treni Mi.Co.Tra.

Come ha spiegato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano e presidente del Comitato organizzatore della Barcolana Mitja Gialuz, il fatto di offrire un’esperienza piacevole senza disagi e disservizi e sostenibile sotto il profilo ambientale “rientra nell’obiettivo di quest’edizione di una Barcolana che privilegia la qualità alla quantità”.

L’offerta dei trasporti collegati alla regata triestina e alle sue molte manifestazioni collaterali sarà completata domenica 13 dal treno storico da Udine a Trieste “Barcolana Express” realizzato all’interno della convenzione tra Regione e Fondazione FS, mosso da una locomotiva diesel e con carrozze d’epoca “Centoporte” anni 30′.

“Al termine di Barcolana 51 – ha concluso Pizzimenti – sarà importante che il tavolo di coordinamento verifichi i risultati e i feedback di questo forte impegno su tutta la rete del trasporto pubblico integrato messa in campo per agevolare chi a vario titolo partecipa alla manifestazione” che nell’edizione 2018 aveva mosso, per la sola Trenitalia, oltre 44mila viaggiatori, di cui 25mila nella sola domenica, giorno della regata principale. ARC/PPH/ep

Leggi anche:

  1. Friuli Venezia Giulia: Bini, progetto Fvg/Veneto “Alto Adriatico” diventa realtà
  2. Friuli Venezia Giulia-Cantieristica: Callari, importante collaborazione Regione-Fincantieri
  3. Friuli Venezia Giulia: Pizzimenti, tavolo tecnico per sviluppo attività in laguna
  4. Friuli Venezia Giulia-Porti: Fedriga, incontro costruttivo con sigle confederali
  5. Sport: Barcolana rappresenta il Friuli Venezia-Giulia in Italia e nel mondo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67689

Scritto da Redazione su set 28 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab