Home » Europa, Infrastrutture, Internazionale, News, Trasporti » Airbus rafforza le proprie capacità marittime in partnership con HAROPA – Port du Havre

Airbus rafforza le proprie capacità marittime in partnership con HAROPA – Port du Havre

Le Havre, Francia – Airbus e HAROPA – Port du Havre hanno siglato un accordo industriale e un accordo di distribuzione in merito a una soluzione software comune basata sulla gamma di prodotti STYRIS® di Airbus VTS (Vessel Traffic Services) e sulla soluzione S-WiNG (un servizio digitale per la gestione dei porti) del Porto di Le Havre. L’obiettivo è fornire una soluzione performante e innovativa in grado di garantire una migliore sorveglianza della navigazione e un’ottimizzazione delle operazioni portuali e di scalo.

La sicurezza e la fluidità del passaggio delle merci sono strategiche per lo sviluppo dei porti. Questa sfida necessita di continui miglioramenti al fine di trovare le soluzioni digitali in grado di consentire una semplificazione delle procedure elettroniche, facilitare lo sviluppo del commercio internazionale e rendere sicure le applicazioni.

Airbus, la Union maritime et portuaire du Havre, il Porto di Le Havre, e SOGET si sono associati nell’ambito del progetto Smart Port City*, allo scopo di contribuire allo sviluppo di una piattaforma e di una strategia di cybersicurezza industriale. I partner specificheranno le condizioni tecniche, giuridiche, amministrative e finanziarie di un’offerta di servizi proposta da un SOC (Security Operations Center). Questi servizi, messi a disposizione di cittadini, grandi gruppi, e PMI della zona economica portuale di Le Havre, daranno vita a una soluzione operativa che consentirà loro di innovarsi, connettersi, ed evolversi, facendo della cyubersicurezza un punto di forza per il loro sviluppo. Questa piattaforma di servizi rientra nell’ambito di una strategia più ampia che ha l’obiettivo di alimentare una piattaforma marittima a partire da un SOC nazionale.

Entrambi gli accordi rispondono alle nuove sfide nei confronti delle quali i porti sono chiamati a confrontarsi, oltre che alle loro necessità nell’ambito dei servizi digitali. Consentono inoltre a Airbus di rafforzare le proprie capacità marittime contribuendo all’arricchimento della sua gamma di prodotti grazie alla creazione e alla distribuzione di nuovi servizi ad alto valore aggiunto.

“Queste partnership consentiranno alle nostre soluzioni già esistenti di integrare più facilmente i grandi assi di innovazione, quali la tecnologia blockchain”, ha dichiarato Baptiste Maurand, Direttore del Porto di Le Havre. “Incrementeranno inoltre la fiducia sulla qualità dei dati numerici e sulla tracciabilità delle evoluzioni. Il nostro obiettivo consiste nel rafforzare il nostro posizionamento in qualità di principale porto digitalizzato e sicuro sull’asse della Senna a livello nazionale”.

“Le partnership fanno parte della nostra natura. Alimentano la nostra crescita e consolidano la posizione di Airbus in qualità di protagonista del settore marittimo. Ci consentono non solo di ampliare il nostro portafoglio marittimo e creare nuovi servizi che potrebbero essere esportati e implementati in qualsiasi porto del pianeta, ma anche di garantire la cybersicurezza dei porti, rafforzare la sicurezza degli oceani e, ancora più importante, sostenere le autorità portuarie nella gestione delle loro sfide quotidiane”, ha dichiarato Evert Dudok, Head of Communications, Intelligence and Security di Airbus Defence and Space.

*Smart Port City: il progetto Smart Port City, guidato da Le Havre Seine Métropole, HAROPA – Port du Havre, l’Università Le Havre Normandie, Synerzip LH e i loro partner economici e scientifici, è il vincitore del National Future Investment Programme. Uno degli obiettivi del progetto è la promozione del’importanza della cybersicurezza nella digitalizzazione dei porti, oltre all’intensificazione dell’utilizzo di Internet of Things (IoT), Big Data e Intelligenza Artificiale a vantaggio del complesso del Porto di Le Havre, accompagnando nel contempo il suo sviluppo in un clima di fiducia, nell’interesse dei cittadini e degli attori del territorio.

Leggi anche:

  1. 60 boats on the start line and a major new partner for the Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre
  2. SI RAFFORZA LA PARTNERSHIP TRA FINCANTIERI E VIKING OCEAN CRUISES
  3. ORACLE TEAM USA e Airbus: riscaldamento prima della gara finale
  4. MSC SVEVA: PRENDE IL LARGO DA LE HAVRE LA PORTACONTAINER PIÙ GRANDE DEL MONDO
  5. MSC: sempre più impegno nel Porto di Le Havre

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=69315

Scritto da Redazione su ott 25 2019. Archiviato come Europa, Infrastrutture, Internazionale, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab