Home » Ambiente, Italia, News, Trasporti » Il ministro Costa alla Cop 21: verso la firma della carta di Napoli

Il ministro Costa alla Cop 21: verso la firma della carta di Napoli

Napoli– “Andiamo verso la firma della Carta di Napoli, l’Italia chiede di avere coraggio e di tracciare date certe, con contenuti operativi”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa a margine dei lavori di Cop 21 in corso nel capoluogo campano.

“Questo è il taglio che vogliamo dare con la presidenza italiana – ha aggiunto Costa – Il primo obiettivo al quale teniamo molto è la tutela della biodiversità, perché non va dimenticato che il Mediterraneo pur essendo uno dei mari più piccoli al mondo possiede l’8 per cento della biodiversità. È una concentrazione di ricchezza fantastica in un mare su cui si affacciano oltre 500 milioni di cittadini”.

Il Ministro ha poi affermato che occorre lavorare per “un abbassamento con una road map precisa dell’emissione di zolfo in atmosfera delle imbarcazioni di grande tonnellaggio. Tutto ciò vorrà dire uno sforzo da parte degli armatori non solo italiani ma anche stranieri”.

“Tutti stanno cominciando a capire – ha concluso Costa – che valorizzazione del mare e tutela ambientale devono viaggiare di pari passo”.

Leggi anche:

  1. Ambiente, al via la Cop 21, il ministro Costa: “Mediterraneo nostra casa comune, nascerà carta di Napoli per sua tutela”
  2. Ambiente: Costa, con Cop21 da Napoli per ridurre le emissioni a base di zolfo nel Mediterraneo
  3. Ambiente: ministro Costa: “Due decreti ministeriali per la Sicilia”
  4. Porto di Napoli: il ministro Delrio alla presentazione del POT
  5. Il Ministro Clini firma il Piano operativo di difesa del mare e della costa

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=70888

Scritto da Redazione su dic 4 2019. Archiviato come Ambiente, Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab