Home » Internazionale, Italia, News, Trasporti » Coronavirus: Assoporti interviene sulle potenziali ripercussioni di allarmismi ingiustificati

Coronavirus: Assoporti interviene sulle potenziali ripercussioni di allarmismi ingiustificati

Sul nuovo Coronavirus piena fiducia nel sistema sanitario

Roma- L’associazione dei porti italiani ha deciso di rilasciare una dichiarazione per il tramite del suo Presidente Daniele Rossi, relativamente alle notizie sul nuovo coronavirus, invitando tutti ad evitare ingiustificati allarmismi che potrebbero avere effetti dannosi sul sistema portuale.

“Abbiamo piena fiducia nelle autorità sanitarie italiane che lavorano fianco a fianco sia con l’Organizzazione Mondiale della Salute, che con tutte le autorità sanitarie su scala globale,” ha dichiarato Rossi. “Queste si sono subito adoperate per attivare i protocolli di sicurezza sanitaria in tutta le aree a rischio, in particolare porti e aeroporti. Per quanto riguarda le attività portuali in Italia, mi sento di invitare tutti ad evitare allarmismi esagerati e privi di fondamento, che avrebbero effetti dannosi e potenzialmente devastanti sul sistema.

Le istituzioni che operano in ambito portuale, in primis gli uffici preposti alla Sanità Marittima, Agenzia delle Dogane e Capitaneria di Porto, verificano con cura tutte le navi in arrivo in porto prima di rilasciare l’autorizzazione all’ormeggio, e lo scarico di merci o lo sbarco di persone. Come Autorità di Sistema Portuale lavoriamo a stretto contatto con queste istituzioni al fine di garantire la massima sicurezza per tutti. Troviamo inutile e dannoso creare psicosi generalizzate e ingiustificate.

Quello che stiamo facendo è monitorare con attenzione l’evoluzione della situazione, per assicurare operazioni portuali sicure. Non dobbiamo dimenticarci che i porti collegati alla Cina rappresentano numeri importanti per l’economia del Paese, e quindi ogni allarmismo va evitato.”

Leggi anche:

  1. Assoporti promuove la sostenibilità: Al centro la semplificazione delle procedure e dei linguaggi
  2. Assoporti sostiene proposta di semplificazione per coordinamento Zes e Zls
  3. Il Porto di Venezia interviene in Polonia sulle prospettive della Via della Seta
  4. Assoporti interviene sul Decreto del MIT di rimodulazione delle somme per opere nei porti
  5. Ministero: “No allarmismi, nessuna soppressione. Due Direzioni accorpate”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=72393

Scritto da Redazione su gen 31 2020. Archiviato come Internazionale, Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab