Home » Italia, News, Trasporti » IMO chiede il cambio dell’equipaggio per evitare il “rischio reale per la sicurezza”

IMO chiede il cambio dell’equipaggio per evitare il “rischio reale per la sicurezza”

Londra. Kitack Lim, segretario generale dell’Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), ha riproposto la sua richiesta ai Governi di tutto il mondo di consentire con urgenza il cambio sicuro degli equipaggi delle navi, inoperose e non. Nel suo discorso di apertura del decimo forum annuale di Capital Link Operational Excellence in Shipping, Lim ha sottolineato che gli organismi del settore hanno lavorato insieme per elaborare una serie di 12 protocolli per garantire cambi di equipaggio sicuri. Questi erano stati approvati dalla stessa IMO e la scorsa settimana erano stati appoggiati dallo stesso segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres, ha ricordato.

Lim ha definito “imperativo” che i Governi implementino questi protocolli e “imploro” loro a fare di più per consentire il cambio dell’equipaggio. “Questo non può aspettare – ha rimarcato Lim – questo è ora un vero problema di sicurezza, mettendo in pericolo il funzionamento sicuro delle navi.” La crisi del cambio di equipaggio delle navi non deve mettere in discussione il diritto dei marittimi di lasciare le navi. Anche se si dovrebbe parlare per i marittimi di arruolamento e iscritti a ruolo, equipaggio della nave, Lim ha affermato: “Non possiamo aspettarci che i marittimi restino in mare per sempre”.

“I governi devono consentire alle navi di continuare a spostarsi portando i marittimi a casa e alle loro navi a lavorare”. Traendo spunti positivi dalla pandemia, Lim ha posto l’accento che i progressi nell’uso della tecnologia, la rivoluzione digitale, le nuove regole IMO 2020 sui carburanti marini e il forte spirito di cooperazione dovranno essere necessari per aiutare il trasporto marittimo ad affrontare le prossime sfide oltre a riprendersi dalla pandemia.

 

Abele Carruezzo

Leggi anche:

  1. ICS: Lettera congiunta inviata al segretario delle Nazioni Unite dai leader dello shipping e dei sindacati dei marittimi mondiali per sollecitare i governi ad adottare i protocolli per i cambi degli equipaggi per evitare il rischio di un “disastro umanitario”
  2. COVID 19: ECSA e l’ETF chiedono un’azione coordinata dell’UE in merito al cambio dell’equipaggio
  3. FEDESPEDI CHIEDE AL GOVERNO DI CHIARIRE CHE L’ATTIVITÀ DI MAGAZZINAGGIO È CONSENTITA PER EVITARE IL BLOCCO DEL SISTEMA LOGISTICO E ONERI AGGIUNTIVI A CARICO DELLA MERCE E DELLA LOGISTICA
  4. Imo chiede norme di sicurezza su crociere
  5. Confitarma: D’Amico chiede più sicurezza in mare contro i pirati

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=76198

Scritto da Redazione su giu 17 2020. Archiviato come Italia, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab