Home » Cultura, Internazionale, Italia, Nautica, News, Trasporti » XIV edizione “Student Naval Architect Award”: il Gruppo d’Amico e la Royal Institution of Naval Architects premiano Federica Fregosi

XIV edizione “Student Naval Architect Award”: il Gruppo d’Amico e la Royal Institution of Naval Architects premiano Federica Fregosi

Presso l’Università di Genova è stato conferito il prestigioso riconoscimento internazionale
alla neolaureata in Ingegneria Navale per una tesi sulla corretta valutazione delle prestazioni del timone nell’ambito della manovrabilità della nave

Maurizio d’Amico eletto Presidente della Royal Institution of Naval Architects (RINA)
per il biennio 2020-2022

Il RINA-d’Amico “Student Naval Architect Award” è stato conferito in data odierna dalla Royal Institution of Naval Architects – associazione professionale britannica degli ingegneri navali fondata a Londra nel 1860 – in collaborazione con il Gruppo d’Amico all’Ing. Federica Fregosi, neolaureata in Ingegneria navale presso l’Università di Genova.
La cerimonia di premiazione quest’anno si è svolta da remoto a causa dell’emergenza Covid-19 e ha visto la partecipazione online di Trevor Blakeley quale Chief Executive RINA, dell’Ing. Maurizio d’Amico, presidente RINA, del Dott. Francesco Rotundo, Group HR Director del Gruppo d’Amico, del professor Enrico Rizzuto coordinatore dei corsi di studio triennale e magistrale di Ingegneria Navale di UNIGE, e del professor Carlo Podenzana, insieme a tutti gli studenti.

Federica Fregosi, laureatasi in Ingegneria Navale presso l’Università di Genova, ha ottenuto il Premio con una tesi dal titolo “Rudder-Propeller Interaction Analysis by CFD Methods”.  L’elaborato ha analizzato, attraverso l’utilizzo del software CFD OpenFOAM, la corretta valutazione delle prestazioni del timone nell’ambito della manovrabilità della nave, un argomento che negli ultimi anni ha suscitato sempre un maggior interesse nel settore.

Lo “Student Naval Architect Award” viene conferito dalla Royal Institution of Naval Architects in più di 30 università nel mondo, tra cui la storica Università degli Studi di Genova, selezionata per la sua grande tradizione e collaborazione con il mondo navale.

La storica vicinanza del Gruppo d’Amico alle realtà accademiche marittime è volta a costruire, assieme a giovani con una formazione d’eccellenza e alle istituzioni di livello internazionale, il futuro dello shipping.
Al fine di promuovere e favorire lo scambio di informazioni tecniche e scientifiche nell’ambito della progettazione e della costruzione navale, nel corso del tempo è stata consolidata la collaborazione con la Royal Institution of Naval Architects, l’associazione professionale britannica degli ingegneri navali fondata a Londra nel 1860, e con il Dipartimento di Ingegneria Navale dell’Università di Genova (DITEN).

“Siamo lieti di assegnare il Premio a una giovane laureata in ingegneria navale dell’Università di Genova che con la sua tesi ha dato un ulteriore e interessante stimolo alla ricerca nell’ambito della analisi delle prestazioni delle navi” – ha dichiarato il dott. Francesco Rotundo, Group HR Director di d’Amico Società di Navigazione. “Il Gruppo d’Amico è da sempre impegnato nel sostenere progetti formativi rivolti a studenti che vogliono intraprendere una carriera nello shipping. E con questo Premio vogliamo ancora una volta valorizzare le competenze di giovani talenti e contribuire a sostenerli durante il loro percorso di studi, sostenendo la ricerca su ambiti di innovazione decisivi per il settore industriale sia sul piano della efficienza delle navi sia su quello della dimensione di sostenibilità del business”.

Con l’entrata in vigore della normativa IMO 2020, che prevede una limitazione del contenuto di zolfo nei carburanti per le navi, d’Amico Group si conferma ancora una volta un punto di riferimento nel settore, grazie a una flotta tecnologicamente all’avanguardia, in grado di garantire affidabilità ed elevati standard di sicurezza e tutela dell’ambiente.

Si annuncia inoltre che Maurizio d’Amico è stato eletto Presidente della Royal Institution of Naval Architects (RINA) per il biennio 2020-2022.

“E’ per me un onore poter rappresentare in qualità di presidente la Royal Institution of Naval Architects, l’associazione professionale  degli ingegneri navali fondata a Londra nel 1860 e oramai riconosciuta a livello internazionale – ha dichiarato Maurizio d’Amico, Presidente della Royal Institution of Naval Architects (RINA) – In uno scenario caratterizzato da importanti trasformazioni che stanno profondamente condizionando l’evoluzione del settore marittimo, il ruolo della La Royal Institution of Naval Architects diventa fondamentale nel promuovere lo scambio di informazioni tecniche e scientifiche nella progettazione e nella costruzione in ambito navale, contribuendo alla creazione di valore per tutto il comparto. Il prestigioso riconoscimento internazionale “Student Naval Architect Award”, che viene promosso in oltre 30 Università in tutto il mondo, è un esempio concreto che premia da 14 anni i talenti delle nuove generazioni nel campo dell’ingegneria navale per costruire il futuro dello shipping”.

Leggi anche:

  1. Naviris, la JV tra Fincantieri e Naval Group, è pienamente operativa
  2. XII edizione dello “Student Naval Architect Award”
  3. Il Gruppo d’Amico e la Royal Institution of Naval Architects premiano Marco Zunino
  4. Il Gruppo d’Amico e la Royal Institution of Naval Architects premiano Giorgia Riola
  5. GIORNATA EUROPEA DEL MARE: “Fermare la pirateria marittima: la volontà è la strada?”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=76890

Scritto da Redazione su lug 8 2020. Archiviato come Cultura, Internazionale, Italia, Nautica, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab