Home » commerciale, Europa, Internazionale, Italia, Logistica, News, Trasporti » A dieci anni dalla fondazione, SBB Cargo International completa un altro passo nella modernizzazione della propria flotta

A dieci anni dalla fondazione, SBB Cargo International completa un altro passo nella modernizzazione della propria flotta

Gallarate (Va)-Dal 2018 SBB Cargo International, attraverso l’acquisizione di due serie di locomotive, ha aumentato il proprio parco mezzi per un totale di 38 nuove locomotive Vectron (BR 193) di Siemens Mobility. Le ultime due locomotive della seconda serie sono state consegnate il 25 giugno scorso. Con il completamento di questi progetti, a breve saranno restituite anche le ultime vecchie locomotive della serie Re620 e Re420 noleggiate da FFS Cargo AG. Ciò rappresenta la continuazione del programma di modernizzazione della flotta di SBB Cargo International.

Il completamento di questi due progetti ha pressoché dimezzato l’età media della flotta di locomotive dalla fondazione di SBB Cargo International, aumentando enormemente l’interoperabilità della flotta grazie alla percentuale ora notevolmente più elevata di locomotive multi-sistema moderne e più efficienti dal punto di vista energetico.

Le Alpi Svizzere come Design standard
Nella progettazione delle locomotive Siemens Vectron, SBB Cargo International ha unito un design moderno e fresco con elementi familiari del gruppo FFS. Mentre le 18 locomotive della prima serie (193 461 a 478) sono state progettate per il servizio in Germania, Austria, Svizzera e Italia con il classico fronte rosso, le 20 locomotive della seconda serie (193 516 a 535) per il servizio in Germania, Austria, Svizzera, Italia e Paesi Bassi hanno il fronte blu. Nel disegno laterale standard, entrambe le serie mostrano una sezione trasversale delle Alpi svizzere come simbolo dell’ostacolo da superare per il trasporto merci tra nord e sud.

Le locomotive della prima serie sono state battezzate da un lato con i nomi delle città di grande importanza come sedi d’esercizio di SBB Cargo International, dall’altro con “Sempione” e “Gottardo” come principali punti di trasbordo per il traffico merci su rotaia attraverso la Svizzera.
Ad eccezione della città di Rotterdam, che è stata battezzata 193 525, 19 locomotive della seconda serie portano i nomi dei fiumi che vengono attraversati sulle linee di SBB Cargo International.

Tre design speciali
Il design standard dei 20 Vectrons della seconda serie è stato ampliato con tre design speciali su una locomotiva ciascuno.

1. 193 518 «Ticino»
Questa locomotiva è stata dedicata ai grandi progetti di costruzione di gallerie sulla NFTA, che raggiungerà la prossima pietra miliare con il completamento della Galleria di base del Ceneri (CBT). Sul lato della locomotiva si può vedere una vista in una delle due canne del CBT.

2. 193 525 «Rotterdam»
L’affiliata SBB Cargo Nederland B.V., con sede a Rotterdam, è stata fondata alla fine del 2019. Il design di questa locomotiva presenta molte caratteristiche tipiche dei Paesi Bassi, come i campi di tulipani, i mulini a vento e la sagoma di Rotterdam con il ponte Erasmus e il porto di Rotterdam.

3. 193 532 «Rhein» (Nightpiercer 2)
Il paesaggio sul lato appare di notte, le stelle illuminate, la luna e una stella cadente adornano il disegno laterale.

I progetti sono stati realizzati in stretta collaborazione tra SBB Cargo International e Railcolor Design.

Modellini di locomotive
Le nuove Vectron godono anche di popolarità nel mondo dei modellini ferroviari. Le locomotive Siemens Vectron sono prodotte da diversi noti costruttori di modellini ferroviari come Märklin, Roco/Fleischmann, Piko e Lemke.

Leggi anche:

  1. ADMIRAL: Life Saga finalista nella categoria “Best Motor Yacht Interior Design – above 500GT” ai prestigiosi Boat International Design & Innovation Awards 2020
  2. LA RESPONSABILITA’ PER I DANNI CAUSATI DALLA POTENZIALE PERDITA, SVERSAMENTO, FUORIUSCITA DI COMBUSTIBILE DALLE NAVI: LA CONVENZIONE DI LONDRA DEL 2001 E IL CASO DELLA NAVE CARGO “EFE MURAT” NEL PORTO DI BARI
  3. ALTRO PASSO AVANTI PER LA COMPLETA OPERATIVITÀ DELL’ADSP DEL MARE DI SARDEGNA
  4. PROJECT CARGO: IL PORTO DI VENEZIA METTE A SEGNO UN ALTRO OVERSIZE
  5. Unione Europea: Taranto nella Top20 dei porti cargo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=77103

Scritto da Redazione su lug 16 2020. Archiviato come commerciale, Europa, Internazionale, Italia, Logistica, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab