Home » Cantieri, Internazionale, Nautica, News, Trasporti, Turismo » Fincantieri – Chantiers de l’Atlantique, accordo finito

Fincantieri – Chantiers de l’Atlantique, accordo finito

Roma. L’accordo Fincantieri – Chantiers, concluso a febbraio 2018, avrebbe dovuto ampliare l’alleanza tra le industrie navali delle due nazioni. L’offerta statale di Fincantieri per rilevare la sua pari francese, anch’essa di proprietà dello Stato, è crollata tre anni dopo l’annuncio. L’Italia e la Francia hanno affermato che i legami bilaterali sono rimasti forti e sono stati pienamente impegnati ad approfondire la loro cooperazione nel settore marittimo e cantieristico.

“ Il contesto economico non permette il conseguimento dell’intesa tra i Chantiers de l’Atlantique e Fincantieri” è riportato in una nota congiunta (franco-italiana), al termine del colloquio tra il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, il Ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire, e la Commissaria Ue alla concorrenza Margrethe Vestager.

Dopo cinque proroghe l’accordo firmato dallo Stato francese, da Fincantieri e da Naval Group il 2 febbraio 2018 che prevedeva la cessione del 50% dei cantieri navali di Saint Nazaire (ex Stx France), alla società italiana si concluderà il 31 gennaio 2021. Italia e Francia, infatti, hanno riconosciuto che la situazione attuale legata all’emergenza covid-19 e al suo impatto sul settore turistico “non consente di completare l’operazione prevista”- si afferma ancora nella nota. Oltre all’emergenza coronavirus, l’operazione è stata ostacolata e ritardata dalle lungaggini di Bruxelles e soprattutto dalle preoccupazioni della Commissione europea che la fusione di due leader mondiali in un mercato già concentrato potrebbe aumentare i prezzi delle navi da crociera.

L’Antitrust dell’Ue ha sospeso le sue indagini a marzo scorso chiedendo alle parti maggiori informazioni per valutare l’impatto della crisi del coronavirus. La Commissione Europea non ha chiuso la procedura per mancanza di visibilità sulla ripresa del mercato cantieristico, si legge nel comunicato. Lo Stato francese è scritto nella nota, rimarrà il principale azionista di Chantiers de l’Atlantique e sosterrà la società per tutto il tempo che durerà la crisi. . Italia e Francia non interrompono la cooperazione nel campo navale e della cantieristica, in linea con gli obiettivi del 34° vertice franco-italiano del 2017.

Abele Carruezzo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=81578

Scritto da su Gen 28 2021. Archiviato come Cantieri, Internazionale, Nautica, News, Trasporti, Turismo. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab