Home » Authority, News, Nord » PORTI DI TRIESTE: RISOLUZIONE IMPEGNA GOVERNO A SPOSTARE PUNTO FRANCO

PORTI DI TRIESTE: RISOLUZIONE IMPEGNA GOVERNO A SPOSTARE PUNTO FRANCO

“Il Governo provveda alla riperimetrazione del Punto Franco nel porto vecchio di Trieste, in base alle indicazioni degli Enti Locali”. Lo chiedono i deputati Roberto Antonione (Misto-Pli), Roberto Menia (Fli) e Ettore Rosato (Pd) attraverso una risoluzione parlamentare, presentata a seguito di un incontro promosso dal sindaco di Trieste Roberto Cosolini con i parlamentari del capoluogo sui nodi della portualità e delle infrastrutture di trasporto.

Secondo i parlamentari “le nuove esigenze di sviluppo rivendicano agli Enti Locali l’assunzione autonoma delle scelte più idonee” e tra queste “l’esigenza di spostare o accorpare le zone franche in modo da ottenere una ottimizzazione economica e commerciale delle strutture portuali e retro portuali. Le strategia di sviluppo della città e del porto – proseguono – dipendono anche dalla ridefinizione della superficie del Punto Franco e dallo svincolo di alcune importanti infrastrutture del Porto Vecchio dalle rigide norme conseguenti al regime di esenzione doganale dell’area, previste dal Trattato di pace del 1947”.

Relativamente alle diverse opinioni sulla possibilità di modificare i cosiddetti ‘punti franchi’ costituiti nel porto di Trieste, per i parlamentari “l’interpretazione autentica è quella che vede attribuire la piena disponibilità di tali zone alla potestà governativa così come più volte affermato dal ministro degli Affari esteri e – concludono – dai funzionari dell’ufficio contenzioso diplomatico”.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=9624

Scritto da su Mag 31 2012. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab