sabato, Luglio 31, 2021
HomeAuthorityProgetto Adri Seaplanes: workshop tra i partner a Brindisi. E Haralambides convoca...

Progetto Adri Seaplanes: workshop tra i partner a Brindisi. E Haralambides convoca il comitato

Si è svolto questo pomeriggio il primo incontro tra i partner dell’Adriatico che hanno collaborato al progetto Adri Seaplanes finanziato dall’Adriatic Ipa dell’Unione europea. Insieme all’Autorità portuale di Brindisi, il progetto sperimentale per l’utilizzo di idrovolanti per un collegamento, è stato condiviso anche da Giulianova, Pula, Bar, Valona e Corfù.

Dal 4 al 13 luglio si stanno svolgendo i voli sperimentali del Cessna in partenza da Brindisi presso il pontile galleggiante istallato dall’Authority alla diga di Punta Riso. Il progetto, come hanno sottolineato i rapprentanti degli enti coinvolti nell’incontro di oggi. Giovanni Giorgioni, Edlira Lici, Zoran Lalovic, Daniel Galic e Athanasios Drachalivas insieme al comandante Mauro Calvano sono intervenuti per spiegarne le finalità.

“Abbiamo dato il nostro supporto – ha spiegato Giorgioni dell’Enac – e il risultato è servito a dimostrare che questo collegamento è possibile”. Autorizzazioni e allestimento della banchina, che l’Authority ha provveduto a ripulire e sistemare, sono serviti proprio a verificare che imprenditori privati potrebbero investire nella realizzazione di tratte già sperimentate.

E si tratterebbe anche di un turismo “alternativo” a quello dei crocieristi su cui Brindisi, come ha sottolineato il presidente Hercules Haralambides, punta molto. “Gli idrovolanti possono rappresentare  un altro modo di sviluppare il traffico di turisti – ha precisato Haralambides – si tratta di un progetto europeo che ha interconnesso porti importanti. Sarebbe un buon sistema per il futuro. Credo che sia necessario sfruttare tutte le opportunità di sviluppo oltre a quelle industriali. Non vogliamo che in porto arrivi solo carbone ma dobbiamo collaborare tutti insieme, nell’intera regione”.

Poi Haralambides ha annunciato che giovedì 18 luglio è prevista la seduta del comitato portuale per l’approvazione del bilancio consuntivo 2012.  “In questo porto arrivano più merci che a Bari – ha detto anche il presidente – e 12mila container all’anno. Io a Brindisi sono un turista ma se tutti i brindisini remeranno nella medesima direzione, è possibile un rilancio”.

Infine Haralambides non ha voluto anticipare nulla sul nome del futuro segretario generale: dopo la rinuncia di  Francesc Benevolo, direttore della Rete Autostrade Mediterranee, le indiscrezioni parlano di una donna che sarebbe in cima alla lista dei candidati.

 

Francesca Cuomo

RELATED ARTICLES

Most Popular