venerdì, Settembre 24, 2021
HomeAuthorityPorti del Nord Sardegna: rinnovo del Comitato Portuale e della Commissione Consultiva

Porti del Nord Sardegna: rinnovo del Comitato Portuale e della Commissione Consultiva

Via libera alla composizione delle liste per la nomina dei rappresentanti degli operatori dei porti di Olbia, Golfo Aranci, Porto Torres e dei dipendenti della Port Authority in seno al Comitato portuale e alla Commissione Consultiva che animeranno la prossima presidenza dell’Ente.

Con decreto n. 4 del 17 luglio 2013, il presidente Paolo Piro ha aperto ufficialmente i lavori per la scelta dei candidati ideali a rappresentare le due categorie nel piccolo parlamento e nell’organo consultivo con specifiche competenze in materia di lavoro portuale.

Saranno circa 300 i dipendenti delle imprese che operano nei tre porti chiamati ad esprimere la preferenza per i 5 rappresentanti della categoria dei lavoratori portuali in Comitato e altrettanti in seno alla Consultiva. Trentacinque, invece, gli elettori  della Port Authority per un solo rappresentante in ciascun organo.

Taglio del nastro, quindi, per la raccolta delle firme a sostegno dei candidati, che andrà avanti fino alle ore 13 del 23 agosto, data ultima per la consegna dei plichi agli uffici dell’Ente.

I concorrenti alla carica non potranno superare le 15 unità per lista. Non più di tre, invece, quelli consentiti in rappresentanza dei dipendenti dell’Ente.

Per il Comitato Portuale, ogni lista dei lavoratori del porto dovrà essere sottoscritta da almeno 14 aventi diritto; due, invece, quelli richiesti per i dipendenti dell’Autorità Portuale. Più complesso il sistema delle due consultive, rispettivamente una per i porti di Olbia/Golfo Aranci e una per Porto Torres, per le quali sono richiesti 9 sottoscrittori (Olbia e Golfo Aranci), 5 (Porto Torres). Per i dipendenti dell’Autorità portuale, invece, verrà adottato lo stesso parametro del Comitato (2 dipendenti a lista).  Una volta compilate, saranno esposte negli uffici dell’Autorità portuale e nell’albo pretorio del sito istituzionale (www.olbiagolfoaranci.it) a partire dal 6 settembre prossimo.

Da tale data, i candidati avranno a disposizione circa 20 giorni di tempo per la campagna elettorale, che si concluderà con le votazioni del 23 e 24 settembre.

Le operazioni di voto si svolgeranno ininterrottamente dalle 8 alle 22 e a ciascun avente diritto verranno consegnate due schede: una verde (Comitato Portuale) e una gialla (Commissione Consultiva) per i lavoratori portuali, una azzurra (Comitato Portuale) e una bianca (Commissione Consultiva) per i dipendenti della Port Authority.

Per l’occasione, verranno individuati due seggi: il primo nella sala comitato portuale della Stazione Marittima dell’Isola Bianca, il secondo a Porto Torres, nei locali della Palazzina ex Sanità Marittima.

Lo spoglio dei seggi avverrà alla fine della giornata, mentre le designazioni ufficiali saranno decretate dal nuovo Presidente dell’Autorità Portuale.

Il nuovo Comitato portuale, in base alla legge di riordino della legislazione sulla portualità del 1994, sarà inoltre composto dallo stesso Presidente dell’Autorità Portuale, dal Comandante del porto (in qualità di vicepresidente), da un dirigente dei Servizi Doganali, dal Presidente della Regione, i Presidenti delle due province del Nord Sardegna, i Sindaci dei tre comuni, il rappresentante del Ministero delle Infrastrutture, il Presidente Camera di Commercio, sei rappresentanti delle categoria degli armatori, industriali, imprenditori portuali, spedizionieri, agenti e raccomandatari marittimi, autotrasportatori operanti nell’ambito portuale e da un delegato delle imprese ferroviarie che operano nei porti.

Per quanto attiene alla Commissione Consultiva, saranno presenti: un Rappresentante degli Agenti e Raccomandatari Marittimi, uno per gli imprenditori, uno per gli spedizionieri, uno per gli armatori e uno per gli industriali.

Nomine che, a differenza dei rappresentanti dei lavoratori, saranno proposte entro novembre direttamente (quindi senza elezioni) dalle stesse categorie e dovranno essere ufficializzate (esclusi i rappresentanti delle Pubbliche Amministrazioni) solo dopo l’approvazione definitiva da parte del nuovo Presidente dell’Autorità Portuale.

RELATED ARTICLES

Most Popular