Lupi: “Non più 24 Autorità portuali, ma distretti logistici”

”Ventiquattro Autorità portuali non hanno più senso. Occorre individuare grandi aree per i Distretti logistici, altrimenti sarà la realtà a farci morire”. Così il ministro delle infrastrutture e trasporti Maurizio Lupi ha indicato la propria soluzione per il settore portuale intervenendo all’Assemblea di Assoporti. ”Non si può più ragionare di Autorità portuali – ha detto – ma dobbiamo capire che bisogna vincere la sfida dei distretti logistici”.

”Noi abbiamo davanti due strade: gestire l’ordinario e l’esistente, oppure accettare le sfide che la realtà ci sta ponendo e per questo ci vuole coraggio e responsabilità”, ha detto Lupi. Secondo il ministro è quindi necessario ”razionalizzare e capire che le concorrenze non sono sul territorio, ma nello scenario mondiale”.

”Il Governo farà la propria parte – ha aggiunto – C’è una legge in discussione in Parlamento che affronta il presente e il passato ma non il futuro e su questo ci sarà un confronto vero con le Autorità portuali”. Lupi ha sottolineato che il problema dei porti ”non è un problema regionale ma del sistema Paese” e ha indicato la necessità di individuare 5-8 distretti logistici: ”O accettiamo questa sfida – ha detto – o saremo travolti”.