venerdì, Ottobre 22, 2021
HomeAuthorityAutorità portuale del Nord Sardegna: un anno di ripresa e di nuove...

Autorità portuale del Nord Sardegna: un anno di ripresa e di nuove sfide

OLBIA – L’Autorità portuale stila il bilancio delle attività 2014 e guarda al futuro con nuove iniziative. Passeggeri e merci in crescita. Mercato delle crociere stabile, nuove relazioni internazionali. E, soprattutto, numerosi progetti ed appalti in essere e nuove concessioni demaniali rilasciate.

È il bilancio 2014 dell’Autorità portuale sotto la guida del Commissario Straordinario Nunzio Martello. Nove mesi di lavoro, tre rinnovi di carica da marzo 2014 ad oggi, e fino a marzo 2015, durante i quali sono stati raggiunti importanti traguardi per l’Ente.

Traffico Passeggeri
A partire dall’inversione di tendenza dell’andamento dei traffici marittimi che, dopo quattro anni di costante calo, riprendono, sul dato globale dei tre scali, con un + 3 per cento per i passeggeri e un  + 14 per cento sul volume delle merci trasportate su gommato. Segnali positivi che, però, se parametrati al 2010, poco servono a recuperare il crollo del 35 per cento.

Crociere
Stabile ed in linea con gli anni passati, nonostante il calo su Porto Torres, il mercato delle crociere che si chiuderà il prossimo 29 dicembre, con l’arrivo ad Olbia della Pearl, nave del gruppo Saga Shipping. Novantasette, in tutto, le navi in calendario dal 2 aprile: 84 ad Olbia, 10 a Golfo Aranci e 3 a Porto Torres. Numeri che confermano l’Autorità Portuale del Nord Sardegna nella classifica dei “big port” di MedCruise e all’undicesimo posto nello scenario italiano.

Vario e nutrito il ventaglio dei brand che hanno scelto i tre scali di competenza come tappa di un più articolato tour.

Per quanto riguarda Olbia, si è rivelata consistente la presenza del gruppo Costa – che ricomprende anche Aida Kreuzfahrten e IberoCruceros (costole europee della Carnival Corporation) – e della Msc. Compagnie, queste, che hanno garantito un elevato numero di approdi, rinnovando una presenza oramai consolidata nello scalo dell’Isola Bianca. Da evidenziare, sempre per quanto riguarda Olbia, il numero di scali dell’Oceania Cruise, della Pullmantur (alla prima volta all’Isola Bianca), della collegata Croisiere de France, per concludere con le lussuose Azamara, Silversea e i gruppi di fascia più bassa Thomson, Mano Maritime, FTI e Portuscale Cruises (ex Classic International Cruise). Lo scalo di Golfo Aranci, invece, si conferma meta per il crocierismo d’élite, con la presenza in rada dei gruppi Star Clippers, Paul Gauguin e Le Ponant.

Un’inversione verso una fascia di mercato più alta è stata registrata a Porto Torres che ha ospitato lo scalo di una nave della compagnia Holland America Line (brand Carnival) e due esplorativi della nave Equinox della Celebrity Cruise Line (gruppo Royal Caribbean).

Attività promozionale e relazioni con l’estero e le associazioni
In un’ottica di ulteriore crescita dei traffici passeggeri, merci e crocieristici, nel 2014 l’Autorità portuale ha potenziato la propria azione promozionale verso l’estero.  A partire dalla produzione di nuovo materiale promozionale, passando per la partecipazione alle fiere internazionali del settore (Seatrade Cruise Shipping Convention a Miami, Seatrade Med di Barcellona) e agli incontri di business to business o 1 – 2 – 1 con i rappresentanti delle compagnie.

Nel mese di agosto, l’Ente ha aderito, in qualità di National Executive Partner, alla Cruise Line International Association, la più grande associazione mondiale del crocierismo con rappresentanze in Nord e Sud America, Europa, Asia e Australasia. Obiettivo dell’adesione è quello di incrementare le relazioni dirette dell’Ente con le compagnie e, nel contempo, mantenere alto il livello di professionalità nella gestione del fenomeno crocieristico, con accesso diretto a statistiche e studi di mercato ed incremento delle occasioni di confronto con gli executives dei gruppi armatoriali.

Partecipazione che si unisce a quella, più consolidata, alla MedCruise che, con un allargamento costante delle adesioni da parte dei porti del Mediterraneo, costituisce ulteriore occasione di scambio di know how tra differenti realtà, di promozione presso le compagnie crocieristiche e di azione di lobby nei confronti dell’Unione Europea per la stesura di nuovi regolamenti del settore, e degli stessi gruppi armatoriali per una maggiore uniformazione delle practices nella gestione del mercato.
Inedito e dal risultato sorprendente, il progetto “Hello Olbia”, frutto della convenzione di tirocinio di formazione ed orientamento siglata con l’Istituto Tecnico Commerciale e per il Turismo Dionigi Panedda. Una partnership che, oltre al semplice sistema di alternanza scuola – lavoro, con una presenza assidua degli studenti in banchina ad accogliere i passeggeri delle navi da crociera (sono state coperte tutte le 84 navi in porto ad Olbia) ha decisamente contribuito al miglioramento delle strategie del marketing territoriale, di accoglienza turistica, nonché alla creazione di una maggiore consapevolezza per gli studenti del potenziale turistico ed economico offerto dal crocierismo.

Un’azione simile negli obiettivi, ma con qualche piccola variante, è stata proposta, sempre in stretta collaborazione con l’Autorità Portuale, anche dall’Assessorato comunale al Turismo di Porto Torres, in occasione dell’arrivo delle due navi da crociera Celebrity Equinox nel mese di luglio 2014.

Sempre in ambito promozionale, nel corso del 2014, al porto di Olbia, con estensione al waterfront di viale Principe Umberto e ai Moli Brin e Bosazza, è stato avviato, in via sperimentale, il progetto di Free Wi Fi TV, sistema innovativo che, passando attraverso le frequenze diffuse in tutta l’area portuale da apposite antenne, è capace di trasmettere contenuti multimediali ed informazioni direttamente sui dispositivi mobili dell’utenza portuale. Il progetto, unico nel suo genere e sottoposto a brevetto, sarà implementato e installato anche negli scali di Golfo Aranci e Porto Torres, andando a sostituirsi alla distribuzione di costoso materiale cartaceo, con garanzia di trasmissione di contenuti sempre aggiornati e l’introduzione, a costi contenuti, di servizi informativi all’utenza.
Progetti europei
Sempre nell’ambito delle relazioni internazionali, l’Ente ha lavorato per i progetti europei Futuremed e Optimed. Il primo, riferito ad Olbia, è un progetto strategico del Programma europeo MED coordinato dalla Regione Lazio e composto da 16 partner provenienti da Cipro, Francia, Grecia, Slovenia ed Italia, finalizzato alla creazione di una maggiore competitività dei porti nell’area mediterranea, alla creazione di un trasporto più sostenibile, ma anche una migliore accessibilità agli stessi con l’introduzione della tecnologia e dell’innovazione nella gestione delle operazioni portuali.

Il secondo, di carattere più internazionale, si riferisce a Porto Torres, e ha l’obiettivo di contribuire, attraverso una rete di trasporto efficiente ed efficace, al rafforzamento dei collegamenti tra i porti, attraverso il potenziamento della cooperazione tra i diversi Paesi dell’arco latino del Tirreno e della costa Sud del Mar Mediterraneo. Appalti e lavoriNumerose le gare d’appalto, i lavori avviati, conclusi e in fase di progettazione per il 2014.

Olbia
-manutenzione straordinaria del molo Vecchio e aree limitrofe
-realizzazione dell’impianto antincendio e messa a norma dell’impianto idrico
-installazione di due nuove torri faro presso il molo 1Bis del porto Isola Bianca
-nuova delimitazione del molo 1Bis del porto Isola Bianca,
-manutenzione fondali degli accosti del porto Isola Bianca e del Bacino di evoluzione, a quote non superiori a -9,50 m s.l.m. e della canaletta di accesso al porto di Olbia, a quote non superiori a – 10,50 m s.l.m.,
-riqualificazione dell’area antistante al Museo civico ad Olbia con realizzazione di un parco giochi e area ricreativa attrezzata,
-redazione progetto esecutivo per riqualificazione della viabilità di accesso ai varchi di sicurezza dei nuovi moli 1 e 2,

Golfo Aranci
-Completamento intervento di prolungamento del pontile Est, -manutenzione ed adeguamento locali della stazione marittima,
-messa a norma, completamento e potenziamento dell’impianto di illuminazione,  -completamento e manutenzione straordinaria del porto pescherecci e relative aree demaniali di accesso limitrofe.

Porto Torres

-Costruzione darsena Enti di Stato – 2° Lotto, -prolungamento dell’Antemurale di Ponente e resecazione della banchina Alto Fondale. I° stralcio,
-prolungamento dell’Antemurale di Ponente e resecazione della banchina Alto Fondale. II° stralcio,
-manutenzione straordinaria e recupero degli impianti di illuminazione del porto di Porto Torres,
-miglioramento dell’accessibilità dell’area fronte mare fra la città ed il suo porto civico ed adeguamento delle connessioni intermodali,
-realizzazione dello scalo di alaggio e varo delle imbarcazioni con gru all’interno del polo nautico del nord-ovest della Sardegna.

Demanio marittimo

Nell’ambito dei compiti affidati dalla legge all’Autorità Portuale, il 2014 ha visto una crescente attività di rilascio di concessioni demaniali, specialmente quelle dedicate alla nautica sociale. Proprio in un’ottica di riordino dell’esistente e con l’obiettivo di soddisfare la crescente richiesta di posti per piccole imbarcazioni, ad Olbia è stata rilasciata apposita concessione alla società cooperativa Marina di Tilibbas per l’installazione di pontili per il diporto nautico nel tratto di golfo di via Dei Lidi. Un provvedimento che ha rilanciato una zona di pregio della città e migliorato la fruizione da parte dei diportisti.

Un primo passo, questo, di una più ampia attività di valorizzazione delle aree demaniali di competenza che ha interessato, recentemente, anche lo scalo di Porto Torres, per il quale è stata attuata una risistemazione degli ormeggi adibiti alla diportistica che dà risposte agli attori nautica sociale portotorrese. A quelli già regolarizzati, se ne aggiungeranno ulteriori 60 per soddisfare definitivamente la richiesta della comunità.

Security e Safety
Una sostanziale novità del 2014 è quella relativa alla revisione dell’accesso al porto di Olbia che, con disposizione del Commissario Straordinario, ha visto l’arretramento dei varchi di security del terminal portuale, consentendo alla cittadinanza di riappropriarsi degli spazi e degli esercizi commerciali della Stazione Marittima.

Per quanto riguarda, invece, il controllo delle attività portuale e la sicurezza sul lavoro, nel corso dell’anno sono state incrementate le ispezioni a bordo ed in banchina – parte effettuate congiuntamente con lo S.Pre.Sal. Attività di prevenzione che ha garantito una forte contrazione degli incidenti sul lavoro, quasi tutti di lieve entità, e una consistente riduzione, di almeno un terzo, del numero di giornate di assenza per infortunio.

RELATED ARTICLES

Most Popular