Home » Authority, News, Sud » Porto di Gioia Tauro: attività bloccata contro i tagli al personale

Porto di Gioia Tauro: attività bloccata contro i tagli al personale

GIOIA TAURO – E’ rimasta bloccata tutta la notte l’attività del porto di Gioia Tauro a seguito della protesta di ieri sera dopo la conferma, da parte di Medcenter, di 442 esuberi.
La paralisi dello scalo ha riguardato il primo turno dalle ore una alle 7 e il secondo dalle 7 in poi. In pratica si sono astenuti i lavoratori impegnati nelle attività del terminal transhipment come gruisti, carrellisti e operatori di piazzale.
Qualche presenza si è registrata solo negli uffici e nel settore manutenzione.

I sindacati, per ottenere l’obiettivo di abbattere la cifra degli esuberi, intendono porre in discussione temi come la costituzione dell’Agenzia per la fornitura di lavoro portuale, la riqualificazione professionale e l’avvio di attività alternative al transhipment come la cantieristica navale, il gateway ferroviario e le altre iniziative previste dall’Accordo di programma quadro.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=42224

Scritto da su Ott 13 2016. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab