Home » Diporto, Internazionale, Nautica, News, Trasporti » L’industria marittima accoglie con favore la creazione da parte della Nigeria di “Deep Blue” per debellare la pirateria nel Golfo di Guinea

L’industria marittima accoglie con favore la creazione da parte della Nigeria di “Deep Blue” per debellare la pirateria nel Golfo di Guinea

Le associazioni armatoriali e l’ Oil Companies International Marine Forum (OCIMF) hanno espresso il loro pieno sostegno al lancio del progetto Deep Blue in Nigeria.

La Nigeria ha annunciato il 10 giugno un investimento significativo in infrastrutture militari e di contrasto per proteggere il suo dominio marittimo come parte di un rafforzamento delle azioni per affrontare il problema della pirateria in corso nel Golfo di Guinea. Gestito dall’Agenzia per la sicurezza marittima nigeriana (NIMASA), il progetto multi-agenzia aumenterà in modo significativo la sicurezza marittima nella regione, un’area devastata dalla pirateria, dalle rapine a mano armata e da altri crimini marittimi.

Un centro di comando e controllo centrale con sede a Lagos supervisionerà una rete di risorse integrate tra cui due navi per missioni speciali, due velivoli a lungo raggio per missioni speciali, 17 navi a risposta rapida in grado di raggiungere una velocità di 50 nodi, tre elicotteri e quattro droni in volo, fornendo copertura 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per la regione. Questi completano la struttura dell’ICC di Yaounde offrendo capacità reali sia alla Nigeria che alla regione.

Le organizzazioni del settore auspicano che il progetto Deep Blue, coordinato con altre marine e programmi attraverso il meccanismo del GOG – Maritime Collaboration Forum/SHADE, avrà un serio impatto sulla capacità dei gruppi di pirati di minacciare la navigazione mercantile.

FOTO: Nigerian Navy NNS Thunder (F90) Cutter. Credit: Shutterstock

Guy Platten, segretario generale dell’ICS, ha dichiarato: “Il progetto Deep Blue può essere un punto di svolta nella lotta alla pirateria nel Golfo di Guinea e ci congratuliamo con la Nigeria per aver lanciato il progetto nonostante le significative difficoltà presentate dal COVID”.

“Non vediamo l’ora di continuare la nostra stretta collaborazione con NIMASA e la Marina nigeriana per realizzare la nostra visione condivisa di una regione libera dalla minaccia della pirateria e delle rapine a mano armata”.

David Loosley, Segretario Generale di BIMCO, ha dichiarato: “L’operatività di Deep Blue rappresenta un’opportunità significativa per espandere la legge e l’ordine in mare in cooperazione con le forze internazionali nell’area. Non vediamo l’ora di vedere la Nigeria sfruttare al meglio queste risorse a beneficio della Nigeria, dei suoi cittadini e dell’economia e, naturalmente, dei marittimi di tutto il mondo che svolgono le loro attività quotidiane nel Golfo di Guinea”.

Katharina Stanzel, amministratore delegato di INTERTANKO, ha dichiarato: “INTERTANKO ritiene che il lancio del progetto Deep Blue sia una dimostrazione tangibile che la marea è cambiata contro il flagello della pirateria. Questo progetto ha il potenziale per contribuire notevolmente alla possibilità per i marittimi di svolgere nuovamente i propri compiti senza temere per la propria sicurezza.

“Ringraziamo le autorità nigeriane per aver riconosciuto il problema e aver messo in atto queste misure, il tutto entro i limiti dell’attuale situazione di Covid-19”.

Kostas Gkonis, Segretario Generale di INTERCARGO, ha dichiarato: “Oltre alle nostre sincere congratulazioni alle autorità nigeriane per il lancio di questa importante iniziativa, a nome del settore del trasporto di rinfuse secche, prevediamo che il Deep Blue Project avrà un impatto molto significativo nel ridurre la pirateria e le rapine a mano armata, proteggere i marittimi, le navi e il commercio essenziale che serve i popoli dei paesi della regione”.

Robert Drysdale, amministratore delegato di OCIMF, ha affermato che “il lancio del progetto Deep Blue segna una pietra miliare nella fornitura di capacità marittime multiformi e all’avanguardia. Rappresenta una grande opportunità per proteggere i marittimi e il demanio marittimo. L’approccio collaborativo di tutte le parti interessate per fornire Deep Blue è encomiabile e dimostra cosa si può ottenere quando tutti lavorano insieme. L’OCIMF si congratula con le autorità nigeriane e accoglie favorevolmente questo momento storico, Deep Blue porterà benefici alla Nigeria, alla regione e a tutti coloro che commerciano nelle acque del Golfo di Guinea.

EN

Shipping industry welcomes Nigeria’s creation of ‘Deep Blue’ to stamp out piracy in the Gulf of Guinea

Thursday 10 June 2021: The Round Table of Shipowner Associations and OCIMF have expressed their full support for the launch of Nigeria’s Deep Blue Project.

Nigeria has today announced a significant investment in military and law enforcement infrastructure to secure its maritime domain as part of a stepping up of actions to address the ongoing piracy issue in the Gulf of Guinea. Managed by the Nigerian Maritime Safety Agency (NIMASA), the multi-agency project will significantly increase maritime security in the region, an area blighted by piracy, armed robbery, and other maritime crimes.

A central command and control centre based in Lagos will oversee a network of integrated assets including two special mission vessels, two special mission long- range aircraft, 17 fast-response vessels capable of speeds of 50 knots, three helicopters, and four airborne drones, providing 24/7 cover for the region. These complement the Yaounde ICC structure offering real capability to both Nigeria and the region.

It is the hope of the industry organisations that Deep Blue, coordinated with other navies and programmes through the mechanism of the GOG – Maritime Collaboration Forum/SHADE, will seriously impact on the ability of pirate groups to prey on merchant shipping.

Guy Platten, ICS Secretary General said, “The Deep Blue Project can be a game-changer in the fight against piracy in the Gulf of Guinea, and we congratulate Nigeria in launching the project despite the significant difficulties presented by COVID.”

“We look forward to continuing our close cooperation with NIMASA and the Nigerian Navy to realise our shared vision of a region free from the threat of piracy and armed robbery.”

David Loosley, BIMCO Secretary General, said “Deep Blue becoming operational represents a significant opportunity to expand law and order at sea in cooperation with international forces in the area. We look forward to seeing Nigeria make the best of these assets to the benefit of Nigeria, it’s citizens and economy, and of course the seafarers from all over the world going about their daily business in the Gulf of Guinea.”

Katharina Stanzel, Managing Director of INTERTANKO, said: “INTERTANKO believes that the launch of the Deep Blue Project is a tangible demonstration that the tide has turned against the scourge of piracy. This project has the potential to greatly contribute to seafarers being once again able to carry out their duties without fear for their safety.

“We thank the Nigerian authorities for recognising the issue and putting these measures in place – all within the constraints of the ongoing Covid-19 situation.”

Kostas Gkonis, Secretary General of INTERCARGO, said “Along with our sincere congratulations to the Nigerian authorities on the launch of this important initiative, on behalf of the dry bulk shipping sector, we very much anticipate that the Deep Blue Project will make a significant impact in reducing piracy and armed robbery, protecting seafarers, ships, and the essential trade that serves the peoples of countries in the region.”

Robert Drysdale, Managing Director of OCIMF, said “the launch of the Deep Blue Project marks a milestone of delivering state of the art, multi-faceted, maritime capability. It presents a great opportunity to protect seafarers and the maritime domain. The collaborative approach by all stakeholders to deliver Deep Blue is commendable and proves what can be achieved when all work together. OCIMF congratulates Nigerian authorities and welcomes this historical moment, Deep Blue will benefit, Nigeria, the region and all those who trade in the Gulf of Guinea waters.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=84328

Scritto da su Giu 10 2021. Archiviato come Diporto, Internazionale, Nautica, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab