Home » Italia, News » Regione Puglia chiede intervento di Clini su prospezioni petrolifere

Regione Puglia chiede intervento di Clini su prospezioni petrolifere

«Più aumentano le Bandiere Blu, più fameliche diventano le società petrolifere». Mentre si rinnovano quasi ogni giorno nuove richieste di Via per ricerche petrolifere nel Basso Adriatico, il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, chiede un incontro al ministro dell’Ambiente Corrado Clini, per «acquisire dettagli ufficiali sul numero e sul contenuto delle autorizzazioni che interessano le nostre acque».

Il presidente dell’Assemblea pugliese chiede se rispondano al vero le notizie relative al nuovo nulla osta all’ampliamento delle prospezioni geofisiche 3D lungo le coste pugliesi dell’Adriatico, che sarebbe stato chiesto e ottenuto dalla Northern Petroleum al ministero dello sviluppo economico. Interesserebbe altri 600 kmq, portando l’area marittima interessata a un totale di 1.200 km quadrati. Ritenendo «che anche i Ministri tecnici debbano tenere conto delle posizioni delle Regioni e degli enti locali», Introna fa appello alla «sensibilità istituzionale» del responsabile del dicastero dell’Ambiente per ottenere un «momento di confronto».

L’incontro col ministro, osserva Introna, servirà a sottolineare «la stridente contraddizione della politica ambientale del Paese, che da un lato celebra i successi territoriali certificati dalle prestigiose Bandiere Blu concesse dalla FEE, dall’altro autorizza campagne di ricerca che preludono a programmi di sfruttamento degli idrocarburi nella piattaforma marina prospiciente le stesse coste premiate per la qualità delle acque».

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=9317

Scritto da su Mag 16 2012. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab