martedì, Settembre 21, 2021
HomeNewsAUDI SARDINIA CUP, SPETTACOLO RIMANDATO

AUDI SARDINIA CUP, SPETTACOLO RIMANDATO

Nulla di fatto nel primo giorno dell’Audi Sardinia Cup, caratterizzato da un maestrale che non ha dato tregua, arrivando a toccare punte di 34 nodi. Il Comitato di Regata, dopo aver aspettato fino a tardo pomeriggio il previsto calo dell’intensità del vento, che non si è di fatto verificato, è stato costretto ad annullare la prima regata della manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda. In calendario fino a domenica 17 giugno, l’evento vedrà impegnata una flotta di TP52 e Soto 40, accoppiati in team nazionali, in altri quattro giorni di regate con un percorso costiero previsto per venerdì.

Rimandate a domani, dunque, le performance dei tanti velisti di fama internazionale che partecipano alla manifestazione. Tra questi, Francesco Bruni, veterano di Coppa America e tattico di Azzurra, il TP52 che porta i colori dello YCCS, che commenta così questo inizio regata: “La giornata di oggi è stata un classico per questa zona della Sardegna, è da ieri mattina che c’è un vento di maestrale forte, come previsto. D’altronde in una settimana in Sardegna un paio di giorni di maestrale forte non mancano mai.

Da domani il vento dovrebbe girare e avremo uno scirocco abbastanza leggero per il resto della settimana. La nostra barca nuova va bene in tutte le condizioni quindi non abbiamo scuse, ci sarebbe piaciuto poter regatare oggi ma il vento era veramente tanto forte e credo abbiano preso la decisione giusta.”

“Abbiamo fatto delle belle giornate di prova con 20/25 nodi – ha dichiarato Juan Pablo Cadario, a bordo del Soto 40 Bigamist. Da domani sono previsti venti più leggeri che forse dureranno per tutta la manifestazione, quindi ci stiamo preparando per queste condizioni. Siamo ansiosi di iniziare a regatare perché la barca è nuova, è stata varata solo 20 giorni fa a Valencia e quindi abbiamo bisogno di uscire in mare e iniziare a conoscerla.”

Appuntamento dunque a domani per veder scendere in campo questi splendidi esempi di tecnologia e avanguardia.  I Soto 40 sono tra i più nuovi monotipo, la classe infatti è stata fondata alla fine del 2009 con due barche argentine. La popolarità della classe è cresciuta in Brasile con l’ingresso di altri cinque armatori, tra cui Torben Grael, leggenda della vela olimpica, della Volvo Ocean Race e di Coppa America. Oggi sono trentuno le imbarcazioni Soto 40, che regatano tra Europa, Sudamerica, Giappone e Stati Uniti, e che saranno impegnate nel 2013 con il loro primo campionato mondiale in Cile.

La classe Transpac52, invece, è nata all’inizio del millennio in California ed è diventata subito popolare sia negli Stati Uniti che in Europa, in particolare dopo che Re Juan Carlos di Spagna ha varato il suo Bribon nel 2005. Sessantasette scafi sono stati costruiti secondo la box rule originale, e per una felice coincidenza i TP52 hanno avuto molto successo sia nelle regate IRC che in quelle ORC. Lo scorso hanno il team americano Quantum Racing si è aggiudicato sia il circuito Audi MedCup che il Campionato del Mondo TP52, organizzato a Porto Cervo dallo YCCS.

La regata di domani, giovedì 14 giugno, è fissata alle ore 12.00 con previsioni di vento di scirocco debole. Dopo la regata, i partecipanti saranno attesi per la cena di gala in programma alle 20.00 presso lo Yacht Club.

Foto: Spiga

RELATED ARTICLES

Most Popular