martedì, Settembre 21, 2021
HomeNews2ª MetaEnergia Wine Cup - Tadmor Challenge: Dieci e Lode e Nino...

2ª MetaEnergia Wine Cup – Tadmor Challenge: Dieci e Lode e Nino si aggiudicano i due trofei della regata lunga

Marsala non delude mai, il campo di regata della 2ª edizione della Meta Energia Wine Cup – Tadmor Challenge si conferma anche quest’anno location d’eccellenza per i velisti che partecipano alla Marsala Sailing Week, regata aperta alle barche d’altura, ai Platu 25 e Zip 25.

Ieri si regatava tra le boe per il Platu 25 e Zip, mentre per le classi d’altura è stato il giorno della “splendida” regata tra le isole. Il percorso scelto dal Comitato di Regata è quello disegnato dalla linea di partenza di fronte al Porto di Marsala, circumnavigazione dell’Isola di Favignana in senso orario e rientro al Porto per l’arrivo, scelta dettata dalle previsioni meteo di questa giornata.

Alla partenza gli equipaggi in regata, trovano un Eolo già bello arzillo, 10 nodi di maestrale e lo start è servito proprio di bolina. Duplici le scelte, chi va verso terra in direzione “Preveto” per poi risalire lungo la costa dell’Isola, chi cerca più pressione al centro del campo. E’ uno spettacolo incredibile potere regatare in queste acque. Al faro di Punta Sottile le posizioni di testa sono abbastanza delineate con “Dieci e Lode” di Venezia Giacomo già in buon vantaggio su “Nino”, del neo Armatore Massimo Licata, timonata da Peppe Fornich, vero esperto di queste acque. Il passaggio al Faro e la successiva secca inizia con un vento in rotazione, si va al traverso fino al porto di Favignana e il vento inizia ad aumentare, si issa lo spinnaker e si vola fino all’altezza di punta Marsala con raffiche quasi a 20 nodi. Si teme il calo del vento, che inizia a “svogliarsi” si scende a 10 nodi ma la pressione è sufficiente per arrivare al Porto di Marsala. In tempo reale, vincendo così il Trofeo Meta Energia Wine Cup è “Dieci e Lode”, secondo in reale e primo in tempo compensato, vincendo così il Tadmor Challenge dei Fratelli della Costa di Marsale è “Nino”.

“E’ un onore per noi vincere questo trofeo in queste splendide acque dopo una giornata di mare così bella – sono le parole di Giacomo Venezia, armatore di Dieci e Lode – siamo riusciti a tenere a bada Nino in tempo reale, Peppe Fornich ci ha insegnato più di qualche segreto e l’abbiamo messo in pratica, voglio ringraziare tutto il team”

“Per me è stata la prima esperienza come armatore su questa barca e devo dire che non poteva andare meglio di così – sono le parole di Massimo Licata, armatore di Nino – questo territorio e questa città ha dei valori aggiunti che sono la bellezza di queste coste e delle isole che ci circondano, questa manifestazione ha raggiunto un livello internazionale ed è un vero evento di cartello”.

“Volevo esserci a tutti costi in mare e ce l’ho fatta – sono le parole di Peppe Fornich, timoniere di Nino – lo sforzo organizzativo per portare a termine questa manifestazione è stato notevole e queste soddisfazioni in mare poi ti ripagano di tutto, voglio ringraziare come sempre chi lavora dietro le quinte di questo Evento: Pietro di Girolamo di Pgimmagine, Giancarlo Montesano Presidente di Fare Ambiente Marsala, Cantiere Polaris, Il Sindaco di Marsala, Giulia Adamo, ed ovviamente la Meta Energia che ci ha supportato in questa avventura di uomini e di mare.”

RELATED ARTICLES

Most Popular