venerdì, Ottobre 22, 2021
HomeNewsItaliaLand Navigation: esercitazione dell’Onu a Brindisi

Land Navigation: esercitazione dell’Onu a Brindisi

Si concluderanno domani i cinque giorni di esercitazione Land Navigation organizzati dal Centro Servizi Globale delle Nazioni Unite\UNLB di Brindisi per quindici addetti dell’Onu: un percorso teorico e pratico mirato a migliorare la sicurezza e l’approccio diretto del personale Onu alle situazioni di difficoltà. Orientamento, disciplina e adattamento sono solo alcune della caratteristica da migliorare.

L’esercitazione si sta svolgendo a Brindisi dal 31 marzo ed ha previsto una serie di short lessons per l’insegnamento di alcuni concetti teorici legati all’orientamento, al primo soccorso, allo spostamento di convogli in zone di guerra, alla comunicazione via radio, alla negoziazione, alla sopravvivenza. Stamattina, infatti, il professor Abele Carruezzo in qualità di direttore scientifico de Il Nautilus, ha tenuto una lezione in materia di Land Navigation per il gruppo dei partecipanti.  Attraverso l’utilizzo di strumenti, come la bussola o le mappe cartografiche, sono stati addestrati a muoversi anche su terreni sconosciuti.

Poi l’esercitazione comprende anche una serie di lezioni pratiche con la simulazione di situazioni particolari: dall’attraversamento di un campo minato alla preparazione di un campo temporaneo, dall’orientamento in una zona boschiva sconosciuta alla preparazione di equipaggiamento da campo.

Oggi, nella riserva naturale Bosco di Cerano il gruppo di partecipanti all’esercitazione, proveniente da sette diverse Nazioni, si è ritrovato a svolgere un esercizio di orientamento mirato all’attraversamento di  un percorso superando cinque way point prefissati.

Suddivisi in quattro gruppi, con la supervisione di Michele Schina, Ungsc Security Officer, e Pompeo Leopardi, Chief Security, e con il supporto esterno di Croce di Malta, Protezione civile Brunda, Corpo forestale, Istituto Carnaro, Il Nautilus, e le istituzioni locali, hanno attraversato il Bosco di Cerano fino a raggiungere contrada Maime, nei pressi di Tor Maresca.

L’esercitazione si concluderà a Martina Franca dove sarà allestito un vero e proprio accampamento con il supporto di 16esimo Wing Italian Air Force.

 

Francesca Cuomo

Foto-servizio: SC-Lab

 


RELATED ARTICLES

Most Popular