Trofeo Challenge A. Pini allo YC Italiano

Si è concluso con grande soddisfazione da parte di tutti, organizzatori e squadre partecipanti, il Trofeo Challenge A. Pini Optimist Team Race organizzato dalla Lega Navale Italiana Mandello del Lario. Il team race, che ha visto la partecipazione di ben 12 squadre provenienti da diversi circoli del Nord Italia, è stato fortemente sostenuto dalla Famiglia Pini che ha messo a disposizione diversi premi ed il bellissimo Trofeo Challenge conferito alla squadra prima classificata.

Il programma, complici le condizioni atmosferiche e il vento decisamente favorevoli, é stato ultimato con lo svolgimento del tipico girone all’italiana in cui ogni squadra ha sfidato tutte le altre con un totale di ben 66 match, ciascuna della durata di circa 8 minuti, in cui i team sfidanti si sono scontrati lungo il percorso a “S” rovesciata previsto dalla IODA, l’Associazione Internazionale della Classe Optimist. I match hanno via via fatto emergere i team più preparati e tecnicamente migliori, primo fra tutti e indiscusso vincitore della manifestazione, il portabandiera dello YC Italiano di Genova composto da Tommaso Panigoni, Nicolò Mazzocchi, Gabriele Ibba e Lorenzo Meloni, guidati dal tecnico Pietro Micillo, che potranno detenere il titolo fino a quando non si disputerà il prossimo Trofeo A.Pini nel 2015.

Al termine della prima giornata di regate, caratterizzata della presenza di una bella breva stesa a circa 15 nodi, in testa alla classifica per vittorie conquistate, oltre a quella dello YC Italiano, le squadre della LNI Venezia, del team locale allenato dal DT Riccardo Di Paco e della FV Malcesine. Queste le compagini che anche nel secondo giorno, con 10 nodi di aria da Sud, hanno navigato testa a testa fino all’ultima bolina e dimostrato di potersi aggiudicare, a prescindere da quello che é poi stato il risultato definitivo, la coppa del migliore dando prova di grinta e grande spirito di gruppo.

Proprio quest’ultimo è l’ingrediente che rende avvincente ed entusiasmante questo tipo di competizioni, come ha sottolineato il Presidente della LNI Mandello, Simonetta Martini, che in fase di premiazioni ha così commentato: “Avendo vissuto l’evento in prima persona a bordo della barca Comitato ho potuto assistere da vicino ad ogni procedura di partenza ed apprezzare, in aggiunta ad una significativa conoscenza di manovre tattiche efficaci, soprattutto il grande senso di collaborazione manifestato dai ragazzi”.

L’evento, oltre che dallo staff arbitrale e dai collaboratori del Presidente di Comitato Franca Vené, é stato apprezzato anche da tutti gli spettatori presenti, chi da alcuni natanti in acqua, chi da terra con i binocoli. Ospiti speciali e patrocinatori della regata i componenti della Famiglia Pini e l’Assessore allo Sport del Comune di Mandello del Lario Luciano Benigni, che si sono infine prestati alla consegna dei premi conferendo, i primi, le medaglie e le coppe a ciascun componente delle squadre sul podio, il secondo, il Trofeo “Città di Mandello” al team proveniente da più lontano, il Diporto Velico Veneziano. Grande soddisfazione per la LNI Mandello grazie al terzo posto conquistato dalle sue giovani promesse Beatrice Martini, Alessandro Venini, Riccardo Colombo e Giorgio Cavalieri; medaglia d’argento per la squadra della FV Malcesine e oro per il team dello YC Italiano.

A un soffio dalla triade la LNI Venezia che, a parità di vittorie conquistate con il terzo ed il secondo classificato, si vede sfumare l’ambito podio al calcolo dei punteggi ottenuti negli scontri diretti.
“Il successo di questo appuntamento”, ha poi affermato Simonetta Martini, “lascia ben sperare per la prossima edizione quando il Trofeo Challenge, ora in viaggio verso Genova, verrà nuovamente messo in palio ai futuri piccoli sfidanti. Ringrazio particolarmente la Famiglia Pini che ha reso possibile la realizzazione di questo evento; il Direttore Tecnico Riccardo Di Paco per averlo ideato ed organizzato; i componenti della giuria per il lavoro svolto in acqua; tutti i genitori, i volontari e la segreteria per il contributo dato alla buona riuscita dell’evento”.