RC44 Championship Tour – Cascais Cup: verso un finale incerto

Nel terzo giorno di regate di flotta cambiano le gerarchie dell’RC44 Cascais Cup. Dopo due giornate che avevano visto Peninsula Petroleum (Bassadone-Vascotto, oggi 1-9-4) indicare la via al resto della flotta, a godere delle luci della ribalta sono al momento i russi di Team Nika (6-2-1), guidati tra le imponenti onde lusitane da Vladimir Prosikhin e dal tattico Terry Hutchinson, tornato da par suo sull’RC44 dopo alcune stagioni di assenza.

A una sola giornata dalla conclusione, Team Nika vanta un margine di due sole lunghezze rispetto ai già campioni iridati di Vasco Vascotto e di nove punti nei confronti del debuttante Charisma (7-1-3), a bordo del quale Nico Poons si affida alle chiamate di Tom Slingsby, oro olimpico nel Laser ai Giochi di Londra 2012 e stratega di Oracle Team USA nella vittoriosa finale della 34ma America’s Cup.

A partire dal terzo posto, la classifica si conferma piuttosto corta e vede sette barche radunate in una manciata di punti: Team Aqua (Bake-Appleton, 5-6-2), vincitore della tappa di Virgin Gorda che segue il citato Charisma, è incalzato da Artemis Racing (Tornqvist-Percy, 4-8-7), Bronenosec (Liubomirov-Ivaldi, 2-4-9) e Synergy (Zavadnikov-Baird, 13-5-5).

Incappato in una giornata no, Bombarda Racing (Pozzi-Kostecki, 10-7-11) è scivolato dalla quinta alla nona posizione. A causa di partenze meno brillanti del solito, l’equipaggio di Andrea Pozzi si è trovato a dover recuperare, impresa non facile in una flotta così competitiva.

“Non possiamo dirci soddisfatti delle prove odierne, ma nello sport non sempre le cose vanno come si vorrebbe – ha commentato Andrea Pozzi una volta in banchina – L’RC44 è una classe che non permette errori e una volta dietro la rimonta è complicata. Non dobbiamo dimenticare che siamo solo al secondo evento su questa barca e che la curva di apprendimento è particolarmente ripida. Siamo comunque determinati a sfruttare l’ultima giornata per risalire la classifica e fare ritorno in Italia con un parziale in linea con quello di Virgin Gorda”.

Valida come seconda tappa dell’RC44 Championship Tour, l’RC44 Cascais Cup si concluderà domani con la disputa di altre tre prove al fronte di condizioni meteo caratterizzate da una brezza tra gli 8 e i 14 nodi proveniente dal quarto quadrante.

Nelle acque di Cascais, a bordo di Bombarda Racing regatano Andrea Pozzi (owner-driver), John Kostecki (tattico), Giovanni Cassinari (randista), Gaetano Figlia di Granara (trimmer), Francesco Pozzi (deck hand-team manager), Edoardo Natucci (grinder), Roberta De Paoli Ambrosi (floater), Michele Cannoni (pitman-comandante) e Paolo Bassani (prodiere). L’attività del team presieduto da Stefano Pozzi è coordinata dal coach Marchino Capitani, incaricato del design delle vele per conto di North Sails. Sono organici di Bombarda Racing anche i componenti lo shore team Daniele Dessi e Davide Loleo e la chef Antonella Buccino.

Conclusa la RC44 Cascais Cup, l’RC44 Championship Tour proseguirà con le frazioni di Sotogrande (25-29 giugno), Marstrand (13-17 agosto), valido come Campionato del Mondo, e Muscat (19-23 novembre).

Nel corso della stagione 2014 l’equipaggio di Bombarda Racing veste abbigliamento tecnico prodotto da Helly Hansen e regata sotto il guidone dello Yacht Club Costa Smeralda.

RC44 Cascais Cup
1. Nika, pt. 36
2. Peninsula Petroleum, pt. 38
3. Charisma, pt. 45
4. Team Aqua, pt. 46
5. Artemis Racing, pt. 52

9. Bombarda Racing, pt. 62