Veleggiata a Bari per Race for the cure

Grande successo per la veleggiata organizzata domenica dal Circolo della Vela Bari, in collaborazione con il Circolo Nautico Bari, in occasione della Race for the cure della Susan G. Komen, che da anni opera nella lotta ai tumori del seno in tutta Italia. Ben 37 le imbarcazioni iscritte alla veleggiata (9 in più dello scorso anno) divise in quattro categorie, oltre 300 i partecipanti alla manifestazione, aperta a tutte le imbarcazioni da diporto e organizzata dal Circolo della Vela e dal Circolo Nautico di Bari per sostenere le donne e la lotta contro un male devastante che cambia la vita di tutte le persone che ne vengono colpite e delle loro famiglie.

La partenza è stata puntuale alle ore 12 con un vento leggero variabile da grecale e sole. La veleggiata si è svolta come di consueto nel tratto di mare antistante il lungomare Sud di Bari su un percorso a bastone costiero da compiere due volte. In chiusura della manifestazione, alle 18, sui pontili del Circolo si è svolta la premiazione con l’estrazione dei doni offerti dagli sponsor e destinati a tutte le donne iscritte che hanno versato un’offerta alla Komen Italia.

Nel gruppo Alpha (fino a 9,50 mt) prima Nell’Aria di Vito Laforgia (CN Bari), seguita da Zagor di Gianluca Pacucci (CN Bari) e da Fun Bianco (CV Bari) timonata da Valeria Di Cagno. Nel gruppo Bravo Andre Bison con la sua Elettra (CV Bari), timonata da Vito Lozupone, guida la classifica delle imbarcazioni fra i 9,51 e 15,50 mt. Seconda Polyann di Attilio Guarini (Cus Bari) e timonata da Peppo Russo (CV Bari), seguita da Gioia Mia di Pippo Orsini (CV Bari). Orione di Nunzio Bellincontro (LNI Bari) con al timone Sara Amendola guida il gruppo Charlie (da 12.51 a 15 mt), seconda Idriv di Nicola Ruccia (Cus Bari) con al timone Paolo Semeraro (CV Bari). Terza Passe a deux di Luigi Bergamasco (CV Bari). Selavì III di Pasquale Sallami (CC Barion) prima nel gruppo Delta (oltre i 15,51 mt).