Ucina: bene Sblocca Italia per Marina Resort

Ucina Confindustria Nautica esprime soddisfazione per l’inserimento nel decreto Sblocca Italia della proposta che equipara i “Marina Resort” alle strutture ricettive all’aria aperta. ”Nelle strutture organizzate per la sosta e il pernottamento dei turisti all’interno delle proprie unità all’ormeggio – spiega Ucina in una nota – potrà essere applicata l’IVA ridotta al 10%, da sempre vigente per tutti gli altri segmenti del turismo. Per la nautica da diporto è un importante passo avanti verso il riconoscimento del turismo nautico”.

La proposta di istituire i “Marina Resort” quali specifiche porzioni dei porti destinate al pernottamento dei turisti all’interno delle propri e unità, ricorda l’associazione, ha già trovato applicazione nei mesi scorsi in alcune regioni, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Ora, il suo inserimento all’interno del decreto Sblocca Italia ”apre finalmente una strada per l’applicazione dell’IVA turistica al 10%, per rendere più appetibile la sosta presso gli ormeggi in transito italiani.

E’ una decisione utile anche a far rientrare nelle nostre acque una parte delle 40.000 imbarcazioni fuggite all’estero per le politiche repressive del Governo Monti”. Per il presidente il presidente di UCINA Confindustria Nautica Massimo Perotti è un ”per la prima volta pone un principio fondamentale: la fine della sperequazione a danno delle strutture turistico nautiche”.