Rescue 2014. Aqvasport campione del mondo

Le Rane Rosse trionfano a Montpellier. Vincono le gare in piscina per il quarto anno consecutivo, dopo i successi a Berlino 2008, Alessandria d’Egitto 2010 e Adelaide 2012. Chiudono la classifica del mondiale per club di salvamento al comando con 564 punti segnando un solco profondo con le avversarie dirette.

La seconda calssificata Northcliffe è molto dietro a 219 e la terza Halle-Saalekreis a 202. “Siamo l’unica squadra europea ad aver vinto quattro volte il trofeo”, commenta con orgoglio Giorgio Quintavalle, il vero talent scout di questa squadra, tecnico e dirigente della società milanese. “Questa vittoria, imsieme ai risultati conseguiti durante la stagione, è merito di tutti”, aggiunge il membro ILS e ISLE applaudendo i suoi ragazzi e l’intero staff. La cerimonia di premizione è prevista domenica 28 settembre.

Intanto si stanno concludendo le prove in mare, dove i ragazzi e le ragazze dell’Aqvasport Rane Rosse – molti dei quali già in Nazionale assoluta e juniores e altri ex azzurri di primissima fasca –  hanno raccolto nuove medaglie. Primi nel superlife Magali Cristine Rousseau e Daniele Sanna e terzo Mattia Lentini. Prima la staffetta 4×50 mista femminile con Apostoli, Fiorani, Meschiari e Weyders. Una medaglia d’oro in mare anche per i ragazzi della Gymnasium Scafati con la 4×50 mista Landi, D’Ambrosio, Paragallo e Cesarano.

A rappresentare i colori azzurri al Rescue Interclub francese, insieme all’Aqvasport, altre società italiane. Nella classifica finale in piscina la Safa 2000 si è classiifata nona con 100 punti, la Uisp Riverboragaro dodicesima con 77, il Gymnasium Scafati ventiquattresimo con 38, il CN Nichelino venticinquesimo con 37, i Nuotatori Modenesi trentesimi con 25, il CN Posillipo e la RN Torino trentasettesimi con 19, la Sportiva Sturla quarantanovesima con 13. Nel medaglie azzurro in piscina 9 ori, 2 argenti e 6 bronzi per Aqvasport, 1 oro per Scafati, 1 argento per Posillipo e 1 bronzo per Nichelino.