venerdì, Ottobre 22, 2021
HomeNewsISAF SAILING WORLD CUP DI MIAMI: LA TERZA GIORNATA DI REGATE NELLA...

ISAF SAILING WORLD CUP DI MIAMI: LA TERZA GIORNATA DI REGATE NELLA BAIA DI BISCAYNE

MIAMI – Vento molto instabile ieri nella Baia di Biscayne per la terza giornata dell’ISAF Sailing World Cup di Miami, la kermesse delle classi olimpiche e paralimpiche giunta a metà del percorso (domani la conclusione per le tre classi paralimpiche 2.4, Sonar e Skud, sabato per le dieci olimpiche con le Medal Races riservate ai top ten delle rispettive classifiche).

Una giornata intensa e carica di emozioni, che ha avuto in Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri i protagonisti: i due azzurri si sono portati al comando della classifica dei Nacra 17, la classe del catamarano per equipaggi misti uomo-donna, dopo tre prove ricche di colpi di scena a causa delle difficoltà nell’interpretare il campo di regata. Bene anche il giovane Daniele Benedetti, che continua a mantenersi tra i migliori della tavola a vela RS:X, e Marco Gualandris e Marta Zanetti (Skud 18), sempre secondi in classifica.

Nacra 17 (49 barche, 9 prove disputate)
Giornata ricca di emozioni per il catamarano olimpico, con tutti i migliori della classifica che incappano in una serie di risultati negativi nelle tre prove disputate ieri e gli azzurri Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri che ne approfittano per portarsi al comando della graduatoria (2-2-4-31-3-10-14-12-3) con un punto di vantaggio sugli inglesi Saxton-Groves. Lorenzo Bressani-Giovanna Micol mantengono la decima posizione, mentre Federica Salvà e Francesco Bianchi sono 27mi.

49er (58 barche, 9 prove disputate)
Grande battaglia anche nella Gold fleet del doppio acrobatico, con due equipaggi appaiati in testa, gli inglesi Pink-Bithell e gli australiani Turner-Jensen. Gli azzurri: Ruggero Tita-Giacomo Cavalli, terzi nella seconda prova del giorno, sono 15mi (14-6-5-11-4-23-23-3-17), Luca e Roberto Dubbini 20mi e Giuseppe Angilella-Pietro Zucchetti 25mi. Nella Silver fleet, Stefano Cherin-Andrea Tesei sono terzi e Jacopo Plazzi-Umberto Molineris quinti.

49er FX (40 barche, 9 prove disputate)
Il secondo posto nell’ultima prova del giorno consente a Giulia Conti-Francesca Clapcich di mantenere la 13ma posizione (DNC-16-12-29-2-8-27-25-2) della classifica che ha nelle neozelandesi Maloney-Meech le leader sempre più incontrastate; secondo posto per le brasiliane Soffiatti Grael-Kunze, terzo per le olandesi Keijzer-Blom.

RS:X M (66 tavole, 9 prove disputate)
Un’altra giornata eccellente per i giovani azzurri della tavola a vela maschile: Daniele Benedetti mantiene la quinta posizione della classifica generale (5-4-5-1-21-3-6-16-4), mentre Mattia Camboni si aggiudica un’altra prova, la seconda della serie, ed è 14mo (11-17-3-7-1-19-21-1-11), a soli sette punti dalla top ten; 29mo posto per Marco Baglione e 32mo per Federico Esposito.

RS:X F (37 tavole, 8 prove disputate)
Giornata perfetta per l’inglese Bryony Shaw, che allunga sulle avversarie grazie ai parziali 1-2-1: Flavia Tartaglini si mantiene quinta (2-3-7-11-10-14-4-10), Laura Linares è 12ma, mentre Marta Maggetti (ieri un quinto) è 15ma e Veronica Fanciulli 21ma.

Finn (40 barche, 6 prove disputate)
L’azzurro Michele Paoletti guadagna due posizioni ed è 12mo (15-6-16-14-8-12), mentre Giorgio Poggi è 18mo nella classifica che vede al comando il solito inglese Giles Scott, incalzato dall’australiano Lilley e dal greco Mitakis, ieri super con due vittorie nelle due prove disputate. 32ma posizione per Lanfranco Cirillo.

Laser Standard (111 barche, 7 prove disputate)
Nella giornata in cui il brasiliano Scheidt cede la testa della classifica all’australiano Wearn, gli italiani del Laser occupano la 26ma posizione con Marco Gallo (20-17-3-42-13-4-51), la 28ma con Giovanni Coccoluto, la 41ma con Spadoni, la 42ma con Francesco Marrai e la 49ma con Michele Benamati.

Laser Radial (80 barche, 6 prove disputate)
La danese Rindom è sempre al comando, seguita dall’irlandese Murphy e dalla belga Van Acker: Silvia Zennaro guadagna due posizioni ed è 20ma (6-10-14-15-18-29), mentre Laura Cosentino è 32ma, Joyce Floridia 35ma e Martha Faraguna 39ma.

470 M (45 barche, 6 prove disputate)
Grazie a una giornata eccellente (3-1), gli inglesi Patience-Willis si riportano al comando della classifica, mentre gli unici due equipaggi italiani in acqua a Miami occupano la 25ma (Simon Sivitiz Kosuta-Jas Farneti) e la 36ma piazza (Matteo Pilati-Francesco Rubagotti).

470 F (31 barche, 6 prove disputate)
Due vittorie di giornata e primo posto in classifica consolidato per le neozelandesi Aleh-Powrie, seguite dalle inglesi Mills-Clark e Weguelin-McIntyre. Le azzurre: Roberta Caputo-Alice Sinno sono 22me ed Elena Berta-Giulia Paolillo 25me.

Skud 18 (8 barche, 6 prove disputate)
Marco Gualandris e Marta Zanetti chiudono la giornata con un’altra vittoria parziale, la seconda di questa World Cup di Miami, e sono sempre secondi (4-4-1-2-5-1), a due punti dagli australiani Fitzgibbon-Tesch e davanti agli inglesi Rickham-Birrell.
Foto: Taccola

Articolo precedenteNASCE FINCANTIERI SI
Articolo successivoATTIVITA’ CLASSE HOBIE CAT 2015
RELATED ARTICLES

Most Popular