Home » Italia, News » Azimut, Ferretti e Baglietto tracciano rotta per rilancio Ucina

Azimut, Ferretti e Baglietto tracciano rotta per rilancio Ucina

GENOVA – La grande nautica italiana traccia la rotta per il rilancio di Ucina Confindustria Nautica. Tre grandi produttori italiani e mondiali di imbarcazioni e navi da diporto, il Gruppo Azimut Benetti, il Gruppo Ferretti e il Gruppo Baglietto, simboli del Made in Italy nel mondo, rappresentativi di oltre il 60% del fatturato della cantieristica italiana, si sono riuniti per la prima volta per riflettere e valutare insieme su come dare continuità, identità e forza ad Ucina e per superare in modo costruttivo le differenze di vedute che si sono create negli ultimi tempi.

L’incontro, informa un comunicato congiunto, ha confermato la “forte determinazione di ricompattare la base associativa di Ucina secondo alcuni principi di indirizzo”. A fronte di questo stimolo innovativo e di questi principi, sottolinea la nota, Beniamino Gavio, presidente di Baglietto, che si era dimesso da Ucina, si è dichiarato disponibile ad entrare come socio attivo.

Questi i principi di indirizzo che Azimut, Ferretti e Baglietto vorrebbero vedere condivisi e inclusi nel programma del nuovo presidente: unità dell’associazione; rappresentatività proporzionale in Ucina di tutti i segmenti della nautica italiana; promozione della nautica italiana intesa come simbolo del Made in Italy, di estrema qualità e immagine; prosecuzione del salone di Genova per una nautica mirata; dialogo qualificato col Ministero dello Sviluppo Economico per la promozione delle esportazioni; nomina di un segretario generale professionale, neutro ed indipendente, per interagire con tutti i settori e per portare le loro istanze ad un organo direttivo unitario, correttamente rappresentativo; aggiornamento dello statuto per riflettere i reali interessi degli imprenditori del settore e i principi elencati.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=26834

Scritto da su Feb 4 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab